North Fortaleza, Jericoacoara Kitesurf Fortaleza Cear� Brasile - SurfTribe.it

Come arrivare da:


Sei in: » Americhe » Brasile » Cear » Fortaleza »

North Fortaleza Jericoacoara

Il windsurf - in collaborazione con Tico Wind - è praticabile tutto l'anno grazie alla costanza e stabilità del vento (side-offshore all'interno della baia e side shore all'esterno) tra i 20 e i 25 nodi di media.
Il miglior periodo va comunque da luglio a gennaio in cui il vento va dai 25 ai 35 nodi mentre il massimo delle onde si ha nei mesi di ottobre, novembre e dicembre. Lo spot ha ormai rilevanza mondiale grazie alla particolare posizione geografica: la costa è parallela all'equatore (est-ovest) ed alla direzione dei venti alisei che soffiano con forza senza essere mai ostacolati. Per i principianti è possibile imparare nel lato più interno e protetto della baia o nel Lago di Jijoca (Paradiso), lungo 15 km, che, con acqua piatta talvolta leggermente choppy, e vento costante tra le dune offre buone condizioni per lo slalom. Il Tico Wind, dispone di tavole Jp-Australia e vele Neil Pryde propone corsi di ogni livello ed abbinamento windsurf a Jericoacoara con windsurf e kitesurf a Preà, su Kite Beach, presso il Kite Club Prea. Presso il Club di kitesurf infatti sono possibili KiteSurfari, Kite Control, Water Start, Fast Track Kite Camp ed Intensive Kite Camp. Ideale mix tra kitesurf e windsurf e le due località, distanti neanche 12 km!

Kitesurf

Jericoacora è il posto ideale per principianti e kiters più avanzati. Il vento è prevalentemente NE e non ha cambi di direzione, si tratta di un vento composto dagli Alisei che in tarda mattinata si uniscono ad un vento termico che viene direttamente da nord, dal mare.
La giornata tipica di vento a Jericoacoara inizia alle 7: 00 con i venti Alisei di lieve intensità dai 15 ai 20 nodi, direzione Est, poi intorno alle 11:00-12:00 circa, il termico fa il suo ingresso  e unendosi agli Alisei arriva da NE con forte intensità dai 20 ai 30 nodi


La stagione del vento, qui chiamata Temporada do vento, inizia normalente intorno alla prima quindicina di Luglio per poi terminare a Febbraio, l'inizio e la fine della Temporada oscillano in relazione all'arrivo della stagione delle piogge che normalmente inizia a fine Febbraio per poi terminare a Giugno. I mesi più ventosi a livello di intensità sono: agosto, settembre e ottobre. La percentuale di vento è molto alta, in piena stagione siamo intorno al 95-98% al mese, questa percentuale si abbassa nei mesi più vicini all'inizio e alla fine Temporada do vento

A Jericoacoara c'è un detto comune: Em Jerí nada è certo, a unica coisa certa è que amanha vai ter vento (Jerí non ha certezze, l'unica certezza è che domani ci sarà vento)
 

Mese Onda Vento Attrezzatura windsurf Gennaio / Febbraio Buone onde Forte 50% dei giorni con vele da 5.0 a 5.3 Marzo / Aprile Onde grandi Vento più leggero (30% oltre i 20 nodi) Tendenzialmente da 6.0 a 7.0 Maggio / Giugno Può piovere     Luglio / Settembre Piccole onde (50 cm) per lunghi periodi 100% oltre i 20 nodi. 70% oltre i 35 nodi   Ottobre / Dicembre Grandi onde e buoni periodi di swell 100% oltre i 20 nodi. 70% oltre i 35 nodi  


Windy Season June - December
Wet Suit? Warm, no need for a wetsuit.
Flight Time (From UK) 11 hours


Two years ago Tanya and Louise reported on a small fishing village in Brazil which had the potential to become an amazing winter windsurfing destination. Guess what? It did!

The rise of Jeri has been phenoemal but has it spolit the once peaceful village and quiet waters? We asked Chris Woottonwho visited Jeri in September to report back.

Chris: If you want time on the water, then Jeri is the place to go! It’s still got warm water, it’s still got wind EVERY DAY from June to December and variety of conditions for beginners to pros. I has not yet been ruined by commercialisation or mass tourism. It’s still fairly isolated and this may put people off, particularly the big holiday companies so I don’t think it’s going to change that much.

 How To Get There
You’ve got to fly! The destination airport isFortaleza, and it cost Chris £680 return in Sept 08 with TAP air compared to £650 paid two years ago.

Don't also forget the Fortaleza to Jericoacoara Bus & a 4WD vehicle; £7 each way.

www.TAP.com

Or try London to Sao Paulo/Rio and then a Brazilian internal flight to Fortaleza.

Transfer to Jericoacoara is 4hours in a 4WD, the last 45minutes off-road through the sand. If you book your holiday through Sportif, ( www.sportif.travel ) they will sort out the transfer.

A local company called Koala also runs transfers,www.koalapasseios.com.br or emailkoalajeri@yahoo.com.br Tel: 55 88 621 6666

The good thing about Jeri is that once you are there you don’t need to hire a car, so you save costs that way compared to somewhere like the Canaries or Cape Town.

Taking your own kit

Board volume should be between 75-90L depending on your weight. A ‘pocket wave’ board would suit better than a traditional down-the-line shape. Sail sizes between 5m to a 3.5m for the autumn and maybe chuck in a 5.4m if going in early summer.

Excess Baggage

This entirely depends on who you are travelling with. Make sure you check it out and if needs be, book it on before you fly.

Chris: With TAP air, they work on a piece baggage system, rather than weight. You are allowed two pieces of baggage with a max weight of 32kg each, but they can only be a max length of 158cm. TAP run a sporting goods allowance, which is 100 euros for a surf board, or 160 euros for windsurf kit. I got round this by having a double board bag with 2 boards, and masts in, and then putting booms and sails into a quiver bag and strapping it up so it was about 158cm long. I told them that the board bag was a surf board, and the quiver bag was small enough to go as one of the bags in the free allowance. So all the windsurf kit only cost me 100 euros each way! This price was only because I had insurance. They do a discount if you have it, but make sure you have the certificate on you as they need a copy.

How The Wind Works
The wind is both Trade and Thermal with the windy season running from June until December.

In the original Jeri report two years ago Tanya sailed 30 out of the 33 days in August/Sept on a 4.0 or 4.6.

During Lou's 17 day trip (in November) the winds were strong with Lou on a 4.4m her husband, Bill, on a 4.7m. Some days were 3.3m weather.

No surprise to find that in the six weeks that Chriswent to Jeri he sailed every day but for three and that was to give his body a rest!

In Jeri the wind increase during the morning and peaks around mid-day to early afternoon. The wind became gusty at high tide due to the wind shadow caused by the headland and the new apartments being built by Club dos Ventos.

The Sailing Spots
NEW Lagoons!

Chris: I visited two lagoons whilst I was there: Tatajuba, and Lagos Azul. To do this you need to hire a buggy for a day, at around 150rais. These can be found all along the main street. Tip: take some roof rack straps with you as usually the buggy drivers only have string to tie it on the roof.

Lagoa Azul: About 30 mins from Jeri, Azul is perhaps the smallest lagoon. The wind blows down the length of the lagoon, which means the runs from side to side are pretty short. It’s amazingly flat; this is a must for any freestyler. There is a restaurant and bar there, and when we visited we were the only ones on the water!

Lagoa Tatajuba: About an hour from Jeri, Tatajuba is much, much bigger. The journey there is interesting, as you have to take the buggy on a raft over a river. The wind blows across the lagoon, so you don’t run out of room on your runs. Because it’s bigger than Azul, it gets quite choppy in the middle, but this lagoon does get windier than Jeri. I was overpowered on a 4.2 and freestyle board. There is a bar there, but the only food is fish from a bbq. There is also kit hire. Again, we were the only ones on the water.

Tip: because the only way here is mainly along the beach, the buggy’s can only get there and back at low tides. It's a good idea to plan your trip when it is low tide for most of the day.

Water State
The water state is very much dependant on the time of year and the tide. Summer-time sees smaller waves than the autumn months. The swell increases from September on wards, and the biggest waves you will ever get are around November time, when you can get the odd mast high day. At any time of year spring tides seem to noticeably increase the wave height.

Jeri is perfect for jumping and a good introduction to waves. When the tide is out there are no waves at all, just chop. When the tide is high, it becomes even flatter on the inside, but out back there are lots of ramps and big swell.

On a spring tide Tanya noticed that the waves did get bigger; but when we were there in August, they were never more than a couple of feet.

There is another small beach a few minutes sail upwind where the waves break bigger, but be sure to check it out at low tide first so that you know where the rocks are. Chris agrees as the rocks outside Club Ventos do move. Better to walk kit down the point and launch away from the rocks in clean wind.

During Louise's November stay they experienced every size from a foot or two to mast high on a big spring tide with outside rolling swell of up to 1-2m, again depending on the tide and wind strength.

The beach is sandy at low and mid tide. At high tide there are small rocks and pebbles and the water breaks right up to the steps of the hire centre.

Watch out for the constant rip running left to right. This is strongest during spring tides and can be up to 6 knots.

Instruction And Kit Hire
Chris: The main windsurf centre is still Clube Dos Ventos, (also known as Vela) and they have a huge range of the latest JP/Neil Pryde kit hired out on a ‘pool system’. You can hire kit and also store your own kit there. They run lessons from beginners to freestyle and wave if you specify. All the prices can be found at www.clubedosventos.com

You can now also hire surf boards and SUP's from Clube Dos Ventos.

There are also some NEW places around the corner from the club that rent Tabou and Simmer:

Brazil Windsurf

Accommodation
Anywhere you stay will be close to the beach because the village is so small. Since Jeri is a National Park they cannot build buildings above a certain height, and there is a restriction on hotels, therefore there are none as such. Accommodation comes in the form of Pousadas (meaning guesthouse in Portuguese) and they come in all different shapes and sizes!

The cheapest you can find will be around 10 Reais (£2) a night.

Chris: I stayed at CASA Do JOHN
It is a complex of 4 apartments, two up two down, with a pool and BBQ. The apartments are capable of sleeping 6, have a fully furnished kitchen/lounge, sky TV, DVD player, and 2 double rooms with en-suite. They are also cleaned every other day. From our experience, the apartments are some of the nicest in Jeri. John was very helpful during our stay, and helped us with the transfer and kit storage. His wife Leticia also gives Portuguese lessons. These apartments are obviously a bit more expensive than some pousadas, but it was definatly worth paying extra for a bit of luxury! For prices, check out the website.

You can also book your Jeri hotel through UK operator Sportif (www.sportif.travel)

Other Pousadas

•Pousada do Norte: This is close to the Casa do Turismo. The rooms are of a higher standard with a swimming pool for guests.Contact email: reserves@pousadadonorte.com
•Pousada Surfing Jeri: This is again located by the Casa do Turismo and is run by a couple of Italians. The rooms are more like little bungalows and cost 80 Reais (£16) per night. It also has a pool but no sea views.Email: surfingjeri.brasil@jericoacoara.it
•Mosquito Blue Hotel 5 star: This hotel is in its own resort.Web site:
www.bitourism.com/hotels.asp?action=showHotel&hotel_id=2024
•Other accommodations available in Jeri:
www.2.uol.com.br/mochilabrasil/gheb_ce_jeri.shtml or try www.clubedosventos.com
You can book a Pousada through your travel agent, or get on the internet and contact them directly. Or you can just turn up to the village. People swarm each bus of new arrivals to sell ‘their’ Pousada to you.

Please note: no camping allowed as it is in a National Park.

Kit storage

If you are taking your own kit then Clube dos Ventos store kit at a price, but there are other smaller places which do it as well.

Tanya stored hers at Carla’s which is next to Naturalmente (on the beach with a Naish flag on the deck outside) There are also a couple of pousadas on the beach who store kit.

Lou stored hers at Ou Guarderio do Lado next to Clube dos Ventos. Email:artesyanapraia@hotmail.com

It costs between £25-£100 per week to store your kit depending on the time of year and where you store it.

Food
Chris: Look for the words Preito Feito if you want a cheap meal. This means handmade dish, and usually you can have either fish, beef or chicken, with rice beans and salad. If you fancy pizza, look out for quero pizza on main street. They also do takeaways.Jeripan is a bakery/grocery over on the 3rd street. This is open 24 hrs a day, and sells fresh bread. You can buy a meat pastry here too, for about 40p. Perfect place on the way home from a night out! There is also another bakery right at the top of 3rd street called san antonio. This is only open from 2am till 8am, and sells fresh bread with different fillings. I recommend the banana bread!

Tanya: Self-catering does not really work in Jeri, nor would you want it to once you’ve tried a few of the restaurants! Although it is a tiny village, there are around 20-30 restaurants to choose from. You can eat like a king for about £3.50. The most expensive restaurant is Chocolate, and we had 4 courses for the equivalent of £10 each. There is a huge range of restaurants, and we did not get bored once in 5 weeks. You can have pizza, steaks, fresh fish, Italian, Sushi, Mediterranean, and I recommend it all. Our favourite restaurant was Todo na Brasa, located on the main street. Also try Casa das Trufas for your desert. They serve huge truffles in a variety of flavours for 70p each. This can be found on the main street by the beach opposite the sushi restaurant.

Lou: There are a variety of restaurants in Jeri for all budgets; here are a few we tried:

Todo Na Brasa: Very popular with windsurfers, the choice is good, and either rice or chips and beans accompany meals. Good portions and cost per person including drinks was 30 Reals (£6)

Del Casa (just up the road from the Todo Na Brasa): You won’t get a better pizza in town, also plenty of pasta dishes.

Sabor Da Terra: An excellent seafood restaurant where the locals eat too. Still cheap, even the fresh lobster.

The Sabor d’labor: It serves local cuisine with pizza, chicken and fish.

Leonardo De Vinci: Avoid this one. It is a pasta and pizza place that seems too expensive for what it is.

There is also a variety of small restaurants which locals have set up from their houses. They look basic, but they were always busy and are the cheapest places to eat.

There are a few local supermarkets where you can get some supplies, but shop around as they do vary in price. There are also various Internet cafés serving snacks.

The windsurf center provides a help-yourself buffet from midday until 5pm. You just weigh your plate and put it on your tab (if you are hiring or storing you kit at the centre).

Happy hour is from 5-6pm each night, where you can enjoy a cocktail and / or beer, and watch the sunset - a perfect end to the sailing day.

Note: Do not drink the tap water.

Nightlife
Chris: You wouldn’t think it at first, but Jeri has a busy nightlife. If you want a big night out, then don’t head out till around midnight. Nowhere gets busy until then and the party’s go on until morning, so you'll hit the wall too early! Everyone seems to head down the beach where there are loads of cocktail stands. Look out for this kid, making cocktails (picture) he makes them pretty strong, and cheap! There are 2 clubs in Jeri, and one is a salsa club. Can be funny after a few drinks! The biggest party’s are at full moons, where they have capoeira displays and live music on the beach.

The national drink is Caiprinha. It is recommended to take it slow and build up your tolerance to them. They are simply fresh lime juice, sugar, and Brazilian rum. At the stalls on the beach they cost 50p, but in the most expensive bar they charge about £2.

A beer at most bars and restaurants costs 30p.

Bored Of Windsurfing
Other than windsurfing there are a range of activities you can do….

•FOOTBALL!! Be warned, as soon as you place a ball in the public eye, within around 15 minutes, you will have three full teams of Brazilians strutting their stuff. So if you are after a quiet kick around then find a secluded area within the dunes!
•Hire sand boards and hike up the sand dunes for £1 an hour. (Tip: do NOT go anytime near midday, you’ll fry)
•Hire a buggy for the day and see the local landscape and chill out at some of the lagoons.
•Gohorse riding
•Tanya: We took our surf boards, but you can also hire them. If you have a mini mal or a long board and enjoy a bit of a sunset surf when the tide is high, then it’s worth chucking it in the bag. We mainly surfed around at the smaller wave beach.(Steve: you can now hire them from Clube Dos Ventos)
•Kayaking: Club Ventos surf kayaks are great fun in the small waves
•Just chill out in a hammockwith a cold beer and watch the locals rip!
As you can tell, it’s not quite the same as being on a big island or near a city, so you do have to entertain yourself if you don’t windsurf and don’t like sun bathing!

Hot Tips
OFF the WATER:

MONEY:

Lou: We arrived late into Lisbon and had no time to go through to the main airport and buy currency. On arriving at Fortaleza 19:15 hrs, there was no foreign exchange open. On arrival to Jeri, we were told there were no banks! Doh!

Tanya: Yes, there are no banks so calculate how much money you are going to need and take it all with you in Brazilian Reals. However, most restaurants and shops accept credit card, as do Clube dos Ventos. A few places also accept US Dollars, but you have been warned!

Chris: Take a phrase book as English is hardly spoken, unless you like charades!

--------------

Lou: Avoid booking your trip around any Brazilian holidays; especially carnival time as we have been told it gets very busy.

Tanya: Check your feet every day. There is a type of worm which lives in the sand and occasionally may burrow into your feet. There are 2 types: one type will enter your foot and stay there. It will look like a black spot only the size of a pin. To remove it simply pierce the skin and squish it out (make sure you get everything out). The second kind is slightly trickier. It burrows into your foot and carries on slithering around. You will see a red trail and it will get itchy and a bit painful. To get rid of this one you need antibiotics. One of our party did get ‘type one’ but it was easy to get out.

Chris: Keep you’re receipts for the excess baggage, so you can show them if they try and charge you more on the return flight.

Lou: Take a torch as you may experience power cuts, and there are no streetlights or emergency generators for the hotels.

Chris: TAKE SPARES!! There isn’t really anywhere to buy kit, and the kit there is, is stupidly expensive! You’re talking £100 for a UJ, and £200 for a harness. Don’t worry too much if you rip a sail, or break a board, (I did a lot of this), there are places that can repair them.

ON the WATER:

Lou: If the morning starts cloudy, you will be in for a windy day.

Tanya: If you are a kitesurfer, do not under any circumstances try and launch off the beach at Jeri. Someone tried this in our presence and within 10 minutes, eight of the locals had ripped him and his kit off the water! It is a safety factor, but not to worry, the kiters have their own beach called Prea and they all congregate down there every day. It is 20 minutes by buggy and there is far more of an onshore breeze there.

Lou: If the water gets crowded, either sail upwind to a small beach, (the waves are cross-onshore and no one ventures there), or sail downwind past the large sand dune to a place called ‘Heaven’. You will have this pretty much to yourself but it will take a couple of tacks upwind to get back to the main beach.

On high spring tides, don’t come in too far as you hit a big wind shadow.

Tanya: Make sure you know who has right of way and watch out for the Italians. Once or twice it got really crowded on the water, and they aren’t the nicest of windsurfers!

Check out the beach at low tide so that you know where the rocks are when you come in. (Most sensible people wear booties, but I just can’t stand them!)

Conclusion
Chris: I had an amazing time in Jeri. The place is full of windsurfers so it’s not hard to meet like minded people! It was just crazy that there was wind every single day. I learnt loads, and because of the standard of sailors it really helped me push myself. The atmosphere, combined with the amount of windsurfing you can do and the nightlife, makes Jeri one of the most enjoyable places for a windsurfing holiday.

If you want an easy life with travel, then use Sportif (www.sportif-uk.com). They were very good and took the hassle out of the holiday. You can book direct, but we found there was not much difference in the costs.

Pictures and video were taken by Chris Hughes, Lou & Bill Mason and Chris Wootton.

Tourist
Your NEW September Tourist was...

Name: Chris Wootton
Local beach in UK: Hill Head
Years sailing: 5 years
Last windsurf moved cracked: one-handed ponch

Your August tourists were...

Name: Tanya Saleh & Chris Hughes
Tanya's sponsors: Fat Face, JP, NeilPryde
Local beach in the UK: Southsea, Portsmouth
How many years sailing: Tanya: 6 yrs, Chris: Total beginner before trip

 

the number 1 party spot in ceara and some nice spots nearby.
� wind slightly offshore to sideshore
� further downwind the wind direction changes to sideshore to side onshore conditions
� flat water and small wind waves with clean shorebreak at low tide conditions
� small windwaves at high tide conditions
� kitespot situated right after the big dune


Come arrivare

from Prea just head in downwind direction and follow the marked path. some areas are quiet difficult with a normal car but you can arrive in Jericoacoara with a normal car. the access from Jijoca is more difficult as the condition of the dirt road is miserable and there are lots of crossings as well.


Scuole e noleggi

Tel: 0055 88 99299339 oppure 0055 85 96896986 [ Massimo o Cristina ] mail: kitestrophik@hotmail.com - adm@naondakitesurf.com Sito Web www.kitestrophik.com


Hourly Forecast 8 days
Viaggiare Sicuri Brasile Ultimo aggiornamento: 06/10/2021
Indicazioni generali, ordine pubblico e criminalita'
 Possono avere luogo, anche improvvisamente, manifestazioni, anche associate a disordini, in tutte le città del Brasile. Questo vale in particolare per le grandi città del Paese come Brasilia, San Paolo, Rio de Janeiro, Fortaleza, dove si sono recentemente verificati scontri tra bande, e altre.In caso di disordini la circolazione stradale ed i servizi di trasporto pubblico possono essere interrotti.Gli eventi sportivi sono molto sentiti e nell'ambito degli stessi è possibile il verificarsi di scontri, anche ampi.Nonostante l'impegno delle Autorità locali e i progressi registrati in alcune aree, occorre mantenere in tutto il territorio brasiliano elevata vigilanza e condotte ispirate a prudenza a causa dell’alto tasso di criminalità, aggravato da un diffuso ricorso all’omicidio anche per futili motivi.Si consiglia di non portare con sé oggetti di valore (bracciali, collane, orologi, ecc.) al fine di non attirare l'attenzione di possibili criminali. Al contempo è sempre opportuno avere con sé una sufficiente somma in contanti da consegnare in caso di rapina ed evitare conseguenze peggiori. Si consiglia in ogni caso di non opporre mai resistenza agli assalitori in quanto le conseguenze potrebbero essere fatali. Anche nei quartieri di classe media e medio-alta, si verificano con frequenza rapine a mano armata, sequestri-lampo (con richiesta di ritirare denaro al bancomat) e scippi, anche a danno di turisti stranieri. Se si dovesse venire coinvolti in episodi di questo tipo, le Autorità locali considerano più prudente - per evitare reazioni sovente sproporzionate - mantenere la calma, non reagire contro l’assalitore, e presentare subito denuncia presso la Polizia. Operazioni di polizia realizzate periodicamente possono degenerare in disordini e violenti scontri con bande criminali. I furti sono particolarmente comuni sulle spiagge pubbliche ed includono i c.d. "arrastões" in cui gradni gruppi di ladri attraversano un'area della spiaggia razziando ogni cosa.Le rapine sugli autobus sono comuni in molte città. Il borseggio è comune. I furti dalle automobili sono molto frequenti. Il "carjacking" può verificarsi, in particolare sulle grandi arterie e nei tunnel. Lo stupro ed altri crimini sessuali contro i turisti sono rari, ma si sono registrate nel Paese aggressioni contro uomini e donne. Alcune hanno implicato l'uso di droghe per sedare le vittime. Le frodi bancarie e su carte di credito sono comuni, inclusa la clonazione delle carte dagli sportelli automatici e nei negozi.L'assunzione del decotto di ayahuasca (usanza diffusa in varie località dell'Amazzonia e legata ai riti della chiesa del culto sincretico del santo daime, fondata in Brasile nello Stato di Acre negli anni '90) può provocare disturbi e disfunzioni psichiche, anche dopo varie ore o giorni dall'assunzione della bevanda. Turisti italiani che hanno intrapreso tali esperienze hanno vissuto esperienze anche drammatiche. A seguito dell'assunzione, non è possibile escludersi il presentarsi di ripercussioni indesiderate o gravi (allucinazioni, crisi di panico, stati di mania di persecuzione) anche in presenza di un accompagnamento di persone che si definiscono "esperte".   

Rischio terrorismo
Il Paese condivide con il resto del mondo l’esposizione al fenomeno del terrorismo internazionale.

Rischi ambientali e calamita' naturali
Le forti piogge possono spesso interrompere le vie di collegamento, in particolare nelle aree rurali. Inondazioni improvvise e frane, specialmente nelle aree urbane più povere, sono comuni. Il fenomeno può interessare anche le grandi concentrazioni urbane.Le stagioni delle piogge per area geografica sono:    - gennaio - luglio nel nord;    - novembre - marzo nel sud e sud-est;    - aprile - luglio nel nord-est.Inondazioni stagionali possono anche ridurre la fornitura di servizi essenziali.Brasilia e l'interno del Paese vivono periodi estremamente secchi tra giugno e settembre. I livelli di umidità possono scendere al di sotto del 10% ed i livelli di calore aumentano in modo significativo. L'approvvigionamento idrico può esserne notevolmente influenzato.Vaste aree del paese, inclusa la zona Amazzonica, sono interessate da incendi, anche gravi.Gli incendi boschivi sono comuni da maggio a settembre, in particolare nelle aree colpite da siccità, con rischi legati alla qualità dell'aria e potenziale impatto, soprattutto sulle persone che soffrono di disturbi respiratori.

Aree di particolare cautela
La situazione della sicurezza varia secondo le zone del Paese e delle aree di una medesima località (es. centro cittadino, periferie urbane, campagne). Le grandi città (San Paolo, Rio de Janeiro, Fortaleza, Recife, Salvador ecc.) richiedono cautela a causa della diffusa delinquenza di strada e nelle spiagge (furti e rapine) che prende di mira prevalentemente turisti, a volte anche in ore diurne ed in luoghi centrali, incluse le zone prossime ai grandi alberghi e le spiagge.Anche la Capitale, Brasilia, non è esente da tali problematiche. Possono verificarsi anche sequestri lampo per estorsione. È fortemente sconsigliato recarsi nelle cd. città satellite della Capitale (con particolare riferimento a Ceilandia, Paranoá, Santa Maria e São Sebastião, ma anche Planaltina e Samambaia), soprattutto nelle ore notturne.In concomitanza con eventi culturali e festivi di grande rilievo si possono verificare atti di delinquenza a danno dei turisti. Tra i periodi dell’anno che richiedono specifica attenzione si segnalano il Capodanno ed il Carnevale, in particolare a Rio de Janeiro, Salvador, San Paolo, Recife.Le aree interne, ed in particolare la regione amazzonica, richiedono un’informazione specifica da parte del turista, soprattutto se si intende visitarle senza la guida di un tour organizzato. E' comunque necessario essere sempre accompagnati da una guida esperta se si vogliono visitare zone distanti da centri abitati. La stessa raccomandazione vale per visite nel “Pantanal” del Mato Grosso.Le "favelas" (baraccopoli) sono quartieri urbani di abitazioni edificate in aree non pianificate ad alta densità. Esistono in tutte le principali città brasiliane, di dimensioni variabili da pochi isolati a grandi aree tentacolari, e possono delimitare aree frequentate da turisti e visitatori.La situazione della sicurezza in molte favelas è precaria o inesistente, in particolare a Rio de Janeiro. Qualsiasi visita ad una favela può essere molto pericolosa, compresa quella alle cd. favelas "pacificate" (anche se si tratta di visite proposte da guide e operatori turistici specializzati). La violenza nelle favelas è all'ordine del giorno. Scontri armati e sparatorie tra forze di polizia e bande sono un evento regolare e imprevedibile.Vi è il rschio che la violenza si riversi dalle favelas alle aree cittadine limitrofe, comprese quelle abitualmente frequentate da turisti.Le aree occupate da favelas non sono indicate dai navigatori GPS: utilizzando questi prodotti o affidandosi ad autisti che ne fanno utilizzo vi è sempre il rischio di ritrovarsi, anche senza volerlo, in aree a rischio. Si consiglia, pertanto, di non effettuare i propri spostamenti avvalendosi unicamente di mappe GPS.Le aree vicine alle frontiere terrestri del Brasile (Venezuela, Colombia, Perù, Bolivia, Guyana, Suriname, Guyana francese, Paraguay) pongono criticità per via di traffici e criminalità.Il confine con il Venezuela costituisce area di specifico rischio. È presente una consistente comunità di rifugiati.Il resto del Brasile può essere visitato adottando le normali precauzioni.  

Avvertenze
Si consiglia ai connazionali di:- registrare i dati relativi al viaggio su DOVESIAMONELMONDO;- evitare le manifestazioni e ogni tipo di assembramento;- adottare ogni opportuna misura di cautela se si circola in città a causa della diffusa delinquenza di strada, che prende di mira prevalentemente i turisti anche in ore diurne ed in luoghi centrali (incluse le zone prossime ai grandi alberghi sul lungomare e le spiagge);- prestare estrema cautela nelle zone periferiche della città e in particolare nel visitare le cosiddette "favelas", anche se accompagnati da guide locali anche; gravi episodi sono stati segnalati dalle Autorità locali recentemente;- utilizzare il servizio di trasporto in taxi, in quanto più sicuro e preferibile all'uso dei mezzi pubblici;- adottare una condotta ed un abbigliamento ispirati a sobrietà, evitando in particolare di esibire valori (denaro, gioielli, orologi costosi), documenti personali (in particolare il passaporto), oggetti come macchine fotografiche, borse, portafogli, ecc.;- esercitare prudenza alla guida di un veicolo, in particolare mantenere i finestrini chiusi specie quando fermi al semaforo, ed evitare di parlare al cellulare;- evitare l’acquisto di pappagalli, scimmie o altri animali tropicali. Il rischio che si corre, nei casi di accusa di contrabbando di specie protette, è la detenzione.

Dati Paese
Capitale: Brasilia Popolazione: 204 milioni di abitanti circa Superficie: 8.514.876,6 Km²Fuso orario: varia secondo l'andamento dell'ora ufficiale nei diversi Stati della Federazione. Orientativamente, nelle principali città (Brasilia, Rio de Janeiro, San Paolo, Porto Alegre, Curitiba, Fortaleza e Belo Horizonte) la differenza di orario con l’Italia è: dal mese di ottobre a febbraio di -3h; nel mese di marzo di - 4h; dal mese di aprile ad ottobre di -5h rispetto all’Italia. In Brasile ci sono quattro fusi orari che vanno dall’Arcipelago di Fernando de Noronha (estremo est) ai confini con il Perú.Lingue: portoghese (luso - brasiliano)Religioni: la confessione più diffusa è il cattolicesimo. Sono presenti, inoltre, chiese protestanti e numerose sette evangeliche e, come caratteristica tipica del Brasile, sono diffusi culti e pratiche religiose che uniscono elementi di tradizione cristiana a quelli di tradizione africana (principalmente nel Nord Est del Paese ed in particolare nello Stato di Bahia).Moneta: Real Prefisso per l´Italia: 00 (inserire il prefisso dell'operatore brasiliano: 21, 15, 41, 17, 14) 39Prefisso dall´Italia: dall’Italia 0055 più il prefisso della località brasiliana senza lo zero.Telefonia: le reti GSM e TDMA sono disponibili nella maggior parte degli stati del Brasile. Telefoni mobili e da vettura: proibito l'uso del telefono cellulare durante la guida.  Nelle principali città sono inoltre diffusi i sistemi 3G e 4G.Clima: prevalentemente tropicale, con 6 diversi climi in funzione della zona del Paese. Le stagioni sono invertite rispetto all'emisfero boreale.Clima equatoriale: si riscontra in Amazzonia, nella parte settentrionale del Mato Grosso e nella parte occidentale del Maranhão. Le principali caratteristiche sono temperature medie elevate (25ºC a 27ºC), piogge abbondanti con indici vicini ai 2.000mm/anno ben distribuiti durante l'anno; l’escursione termica è ridotta e non supera i 3ºC. L’umidità è elevata.Clima tropicale: interessa tutto il Brasile centrale, la parte orientale del Maranhão, il Piauí, la parte occidentale di Bahia e di Minas Gerais e Roraima. È caratterizzato da temperature elevate (18ºC a 28ºC) con escursione termica da 5ºC a 7ºC e stagioni ben definite, una delle piogge (che coincide con l'estate) ed una secca (che coincide con l'inverno). Presenta un indice pluviometrico pari a circa 500mm/anno con forti differenze stagionali.Tropicale di altitudine: interessa le parti più alte, fra gli 800m e i 1.000m dell’Altopiano Atlantico del sud-ovest e comprende parte degli Stati di São Paulo, Minas Gerais, Goiás, il Distretto Federale, Rio de Janeiro, Espírito Santo e nord del Paranà. Subisce l’influenza del blocco di aria tropicale atlantica che provoca piogge durante l'estate. Presenta temperature fra i 18ºC ed i 22ºC ed un’escursione termica fra i 7ºC ed i 9º C.Tropicale atlantico o tropicale umido: si estende lungo tutta la fascia litoranea del Rio Grande del Nord al Paraná. Subisce l’azione diretta del blocco tropicale atlantico, che essendo caldo e umido, provoca piogge intense. La variazione di temperatura oscilla tra i 18ºC ed i 26ºC e l’escursione termica aumenta progressivamente spostandosi verso sud. A nord-est si registra una maggior concentrazione di piogge durante l'inverno e a sud-ovest durante l'estate. L'indice pluviometrico medio è di 2.000 mm/anno.Subtropicale: si trova nelle latitudini inferiori al Tropico di Capricorno, nella parte meridionale dello Stato di São Paulo, nella maggior parte del Paraná, Santa Catarina e Rio Grande del Sud. Le temperature medie sono di 18ºC e l’escursione termica è elevata (10ºC). Le piogge sono poco intense 1.000mm/anno e ben distribuite durante l'anno. Le stagioni sono ben definite: estate calda, fino a 30º, e inverno freddo, 0ºC; primavera ed autunno hanno una temperatura media fra 12ºC e 18ºC.Semiarido: tipico dell'interno del nord-est, nella regione conosciuta come Poligono della Secca, che corrisponde a quasi tutto il "sertão" nordestino ed alle vallate medio inferiori del fiume São Francisco. Le temperature sono elevate (in media 27ºC) e le piogge sono scarse (in torno ai 750mm/anno).In tutto il Brasile tropicale ed equatoriale possono verificarsi piogge intensissime che possono causare smottamenti di terreno, soprattutto nelle zone urbane più degradate ed inondazioni anche di vasta portata. Si raccomanda, pertanto, ai connazionali massima cautela e di informarsi preventivamente sulle condizioni meteorologiche della zona di destinazione.

Documentazione necessaria all'ingresso nel Paese
Passaporto: necessario, con validità residua di almeno 180 giorni al momento dell’ingresso nel Paese, con una permanenza non superiore a 90 giorni nell’arco di 180 giorni a contare dalla data della prima entrata in territorio brasiliano. Per le eventuali modifiche a tale norma, si consiglia di informarsi preventivamente presso l’Ambasciata o il Consolato del Paese presente in Italia o presso il proprio Agente di viaggio. Viaggi all’estero dei minori: si prega di consultare l’Approfondimento di questo sito Documenti di viaggio - Documenti per viaggi all’estero di minori. Visto d’ingresso: per viaggi d’affari/turismo non è necessario richiedere il visto. All’ingresso nel Paese la Polizia Federale locale appone sul passaporto un timbro di entrata che permette fino a 90 giorni a semestre di permanenza. Per viaggi d’affari/turismo le autorità brasiliane richiedono il possesso del biglietto aereo di andata e ritorno. Formalità valutarie e doganali: le somme importate che superano i R$ 10.000,00 (approssimativamente 2.900 (Euro) vanno dichiarate su apposito formulario all’entrata nel Paese. Il cambio è libero e si effettua senza problemi presso gli sportelli di cambio, presenti anche nei maggiori alberghi e presso le agenzie bancarie. Viaggiatori con animali domestici (cani e gatti):Per l’ingresso di cani e gatti in Brasile è necessario essere in possesso del Certificato Zoosanitario Internazionale (CZI). La validità del CZI è 10 giorni scaduti i quali l’animale non potrà più essere introdotto  nel PaeseNel caso in cui il CZI non indichi dettagliatamente la data di vaccinazione antirabbica, il proprietario dovrà produrre anche l’attestato di vaccinazione antirabbica. Ai sensi del Decreto 21/08/2009 n° 6946, non occorre la legalizzazione del Consolato del Brasile in Italia sul CZI emesso dalle autorità italiane competenti.Il modello di certificato da produrre è scaricabile dal sito del Consolato del Brasile a Roma  http://cgroma.itamaraty.gov.br/it/dogana.xml ove è possibile reperire ogni necessaria, ulteriore informazione anche in caso di trasporto di altri tipi i di animali e piante.

A proposito di...

Fortaleza

Fortaleza si trova nella città metropolitana di Caucaia ed offre ai surfisti una lunga striscia di sabbia candida, con alte dune e laghi naturali  in prossimità della costa. Qui il mare è caldo e le spiagge sono un’attrazione irresistibile, per chi sta cercando una vacanze all’insegna del riposo e della vita di mare.

Tuttavia, Fortaleza è uno dei luoghi preferiti anche per chi pratica gli sport acquatici, grazie alle sue splendide condizioni atmosferiche. E’ vero paradiso per gli appassionati di surf e kitesurf, per via delle acque calde e degli alisei che soffiano alla velocità ideale per quasi tutto il giorno, almeno dieci mesi all’anno. Chi pratica il kite surf sa benissimo che Fortaleza, la spiaggia di Cumbuco e quelle limitrofe sono luoghi da visitare almeno una volta nella vita!

Surf, Kite, sport acquatici e non solo! Fortaleza – così come tutto il nordeste del Brasile – può offrire molto di più! Chi ama la capoeira, scoprirà che è una disciplina praticata direttamente sulla spiaggia, con scuole ed istruttori ai quali ci si può unire.

Chi cerca il divertimento, invece, sa che il secondo nome di Fortaleza è capital de la alegría, con una intensa nightlife locale, animata dai club di Praia de Iracerma agli eventi musicali del Centro Dragao do Mar de Arte e Cultura. Per una vacanze fra sport e divertimento!
 

Ceará

Lo stato del Cearà, nel nord est del Brasile, è conosciuto come terra del sole, terra della luce, ma è anche la terra del vento. È una delle zone con le condizioni naturali migliori al mondo per la pratica del kite surf.
Il kite surf è uno sport inventato relativamente di recente e rappresenta una variante al windsurf. Attraverso l’utilizzo di una vela, (kite in inglese), manovrata attraverso una barra di controllo ad essa collegata attraverso cavi sottili, si utilizza il vento come propulsore per planare sull’acqua in piedi su una tavola.
Sia la costa del sol ponente, con le zone di Cumbuco, Flexeiras, Jericoacoara e Lagoa Paraiso, che la Costa del sol nascente con Prainha e Beberibe, si trova vento con velocità media da 15 a 20 nodi a seconda dei periodi dell’anno.
A Prainha, che si trova nella zona di Aquiraz, a pochi chilometri da Fortaleza, la capitale, ci sono anche ottime opportunità per chi vuole avvicinarsi a questo sport, poiché ci sono delle aree più tranquille, tipo lagune protette dove si possono muovere i primi passi in questo sport con maggiore tranquillità, cosi come a Lagoa Uruaù nella zona di Beberibe.
Cumbuco è una delle zone più famose per praticare il kite surf in Brasile, e anche qui, come nelle altre destinazioni della costa del sol ponente, ci sono molte scuole per chi vuole avvicinarsi e la possibilità di provare nelle acque più tranquille delle lagune, prima di uscire in mare aperto.
Il kite surf è uno sport considerato più facile del windsurf, l’attrezzatura è sicuramente più pratica di quella da windsurf anche per il trasporto, e con un buon corso di almeno 12 ore si possono avere le basi per iniziare a praticare kite in sicurezza ed autonomia.
La maggior parte delle strutture ricettive della zona è attrezzata per ospitare l’attrezzatura sportiva dei clienti, per la manutenzione e il lavaggio.
Gli sportivi potranno anche decidere di spostarsi e praticare kite surf in una di queste località della costa cearense ogni giorno diversa e scegliere quella a loro più congeniale.

Street View
Video