Cool SUP spots!

Viaggiare Sicuri Polinesia Francese

Ultimo aggiornamento: 21/09/2021
Informazioni Generali

Indicazioni generali, ordine pubblico e criminalita'

Non si segnalano al momento particolari criticità in relazione all’ordine pubblico.  
Il "Cadran de ANAA", zona militare, si può visitare solo con il permesso del Comandante delle Forze Armate del Pacifico. All'isola di Mangareva si può accedere solo con l'autorizzazione dell'Amministratore delle isole Gambier.


Rischio terrorismo

Il terrorismo rappresenta una minaccia globale. Nessun Paese può essere considerato completamente esente dal rischio di episodi ricollegabili a tale fenomeno.


Rischi ambientali e calamita' naturali

Aree di particolare cautela

Avvertenze

Si raccomanda ai connazionali di:
- registrare i dati del proprio viaggio su DOVESIAMONELMONDO;
- adottare le normali precauzioni contro il rischio di episodi di microcriminalità. Un atteggiamento prudente è raccomandato in particolare nei confronti delle offerte di sigarette fatte a mano, molto comuni in Polinesia, contenenti spesso una particolare specie di cannabis locale (pakalolo) molto più attiva di quella in uso in Europa.
- evitare alcuni quartieri di Papeete soprattutto dopo il tramonto.


Dati Paese

Capitale: PAPEETE
Popolazione: 268.270 (2012)
Superficie: 4.167 km2
Fuso orario: -11h rispetto all'Italia; -12h quando in Italia è in vigore l'ora legale.
Religioni: Protestante, Cattolica.
Lingua: Francese
Moneta: Franco del Pacifico  (CFP). Le banche locali cambiano l’Euro.
Prefisso per l'Italia: 0039
Prefisso dall'Italia: 00689
Clima:
Tropicale. Stagione secca da maggio a ottobre; stagione umida da novembre ad aprile. Temperature miti tutto l'anno. I fenomeni ciclonici sono abbastanza rari, la stagione umida é caratterizzata da fenomeni piovosi.


Documentazione necessaria all'ingresso nel Paese

Passaporto: necessario, con validità di almeno 6 mesi dalla data di rientro. Poiché nella maggior parte dei casi l’ingresso in Polinesia francese avviene transitando dagli Stati Uniti, consultare anche la Scheda Stati Uniti).
Dopo gli avvenimenti dell'11 settembre 2001, vengono effettuati rigorosi controlli sui documenti d'identità all'aeroporto di Los Angeles (transito per la Polinesia francese, sottoposto ai controlli dell'Ufficio Immigrazione statunitense).
Lo smarrimento del passaporto durante il soggiorno rende pertanto impossibile per il suo titolare il transito di ritorno negli Stati Uniti e, di conseguenza, impone la modifica del proprio itinerario di viaggio con connessi esborsi economici.
Per le eventuali modifiche relative alla validità residua richiesta del passaporto si consiglia di informarsi preventivamente presso l’Ambasciata o il Consolato del Paese se presenti in Italia o presso il proprio Agente di viaggio.

Viaggi all’estero dei minori: si prega di consultare la sezione Documenti di viaggio-Documenti per viaggio all'estero di minori di questo sito. 

Motivi di lavoro: le Autorità sono particolarmente rigide nel far rispettare il divieto nei confronti dei non residenti di esercitare un'attività lavorativa dipendente. Il contravvenente viene espulso immediatamente e dichiarato "persona non gradita". Apposite norme disciplinano le autorizzazioni per avviare attività di lavoro autonomo sostenuto da investimenti.

Visto d’ingresso: non necessario per un soggiorno di tre mesi. Nel caso in cui la permanenza dovesse prolungarsi oltre tale termine, gli interessati dovranno indirizzare all'Alto Commissario, un mese prima della scadenza del trimestre, apposita domanda per ottenere il "permesso di soggiorno".
N.B. -  Il territorio della Polinesia NON appartiene all’ area Schengen. 

Formalità valutarieil sito delle dogane francesi http://www.douane.gouv.fr/articles/c912-collectivites-et-territoires-d-outre-mer contiene informazioni utili al riguardo.