Cool SUP spots!

Sei in: » Oceania » Australia

Viaggiare Sicuri Australia

Ultimo aggiornamento: 12/04/2021
Informazioni Generali

Indicazioni generali, ordine pubblico e criminalita'

L'Australia è in linea generale un Paese sicuro. La criminalità non desta particolari preoccupazioni, anche se nelle grandi città è consigliabile adottare le comuni misure di prudenza.

 


Rischio terrorismo

La minaccia terroristica è in crescita, anche in ragione della partecipazione australiana alle missioni internazionali in Afghanistan e Iraq. Si raccomanda quindi di mantenere un’elevata soglia di attenzione in considerazione del fatto che atti terroristici sono possibili ovunque.
La scoperta di cellule terroristiche a Brisbane e a Sydney nel settembre 2014 ha condotto il Governo australiano ad innalzare la soglia di rischio terrorismo al livello massimo. Nel dicembre dello stesso anno, si è verificata a Sydney una presa di ostaggi con vittime.
A fine luglio 2017, a seguito dell'arresto di una cellula che stava preparando un attentato contro un volo civile, le Autorità australiane hanno ulteriormente rafforzato il livello dei controlli sui viaggiatori e sui bagagli in tutti gli aeroporti del Paese.
Nel novembre 2018 Melbourne è stata teatro di un attentato, poi rivendicato da Daesh, che ha provocato la morte di un cittadino di origine italiana e diversi feriti.


Rischi ambientali e calamita' naturali

Si riscontrano pericoli connessi alla natura, alla fauna e al clima, anche a causa dell’estensione del Paese in gran parte desertico e alla presenza di numerosi animali ed insetti pericolosi. L’osservanza degli avvertimenti delle autorità locali è sufficiente ad evitare tali rischi.
In tutto il Paese, durante la stagione calda (novembre-febbraio), in condizioni di siccità e calore elevati, esiste il rischio di incendi, pericolosi per la vastità e rapidità di propagazione, non solamente nelle zone boschive o del c.d. “bush”, ma anche in prossimità di centri abitati. Il Bureau of Meteorology (www.bom.gov.au) fornisce informazioni aggiornate su tutto il Paese, mentre il sito http://www.emergencyalert.gov.au/ fornisce informazioni generali sulla Protezione civile in Australia ed i link alle Agenzie statali che coordinano gli interventi di risposta alle emergenze. L’episodio più recente risale alla stagione estiva novembre 2019-febbraio 2020, che è stata caratterizzata da estesi incendi  con vastissimi fronti di fuoco attivi, con aspetti di particolare gravità in Victoria e nel Nuovo Galles del Sud, e da dense nubi di fumo, con sensibile peggioramento della qualità dell’aria, che ha costretto la popolazione ad adottare particolari misure precauzionali (si veda la sezione Avvertenze). Una mappatura aggiornata della situazione incendi è disponibile sul sito:
https://myfirewatch.landgate.wa.gov.au/.
In caso di rischi connessi ad eventi climatici, si consiglia ai connazionali di evitare le zone interessate, tenendosi informati sulla situazione anche attraverso i mass media locali ed internazionali o il proprio albergatore e attenendosi scrupolosamente alle misure impartite dalle Autorità locali. In particolare vanno tenuti in conto i possibili disagi nelle comunicazioni (telefoniche, elettriche etc.) e nei trasporti.
Si rammenta che la regione nordorientale dell’Australia è soggetta di norma, al pari delle Isole del Pacifico, tra novembre ed aprile a forti piogge e ad episodi ciclonici.
Esistono inoltre rischi di periodiche inondazioni nelle regioni rurali degli Stati del Victoria (capitale Melbourne), del New South Wales (capitale Sydney) e del Queensland (capitale Brisbane). Si invitano pertanto tutti coloro che dovessero recarsi nelle regioni rurali di tali Stati di tenersi costantemente informati sulle condizioni meteorologiche all’indirizzo internet www.bom.gov.au. Suggerimenti ed aggiornamenti sugli uragani si possono ottenere anche consultando l’Approfondimento  Allarmi Meteo.

Sussistono seri rischi per i turisti che intendano recarsi, per conto proprio, fuori dalle aree urbane del Queensland e del Northern Territory. Escursioni non guidate all’interno di questi territori sono assolutamente da sconsigliare per i pericoli rappresentati dagli immensi spazi e dall’imprevedibilità delle condizioni ambientali, soprattutto nel periodo tra ottobre e maggio, a meno di non muoversi in gruppo o con l’ausilio di guide locali autorizzate.

In caso di emergenza, il numero telefonico nazionale da digitare per tutto il territorio australiano e` 000. I numeri di emergenza dell’Ambasciata a Canberra e della Rete Consolare italiana sul territorio australiano sono reperibili nella sezione “Informazioni Generali” di questa Scheda Paese.  

SITI CHE FORNISCONO INFORMAZIONI SULLE EMERGENZE IN CORSO PER I SINGOLI STATI E I TERRORI AUSTRALIANI

Per Canberra e l'ACT consultare il sito www.esa.act.gov.au

Per il New South Wales consultare il sito https://www.rfs.nsw.gov.au/fire-information/emergency-information

Sempre per ACT e New South Wales, informazioni in tempo reale potranno essere reperite scaricando e consultando la app "fire near me NSW" e visitando il sito www.livetrafficnsw.com per verificare l'esistenza di eventuali blocchi stradali.

Per il Queensland visitare: https://www.ruralfire.qld.gov.au/map/Pages/default.aspx

Per il Territorio del Nord: https://securent.nt.gov.au/alerts/_nocache

Per il Victoria: https://emergency.vic.gov.au/respond/

Per il Western Australia: https://www.emergency.wa.gov.au/

Per il South Australia: https://www.cfs.sa.gov.au/site/warnings_and_incidents.jsp

Per la Tasmania: https://alert.tas.gov.au/Pages/Home.aspx

Si segnala inoltre che Radio ABC (in lingua inglese) ha diramazioni statali - si può quindi restare aggiornati su emergenze locali visitando "ABC Sydney", "ABC Perth" ecc. Si segnala infine che in caso di emergenza ci si potrà sintonizzare sulla frequenza AM 666 (ABC Radio Emergency Broadcast).


Aree di particolare cautela

Avvertenze

Si consiglia ai connazionali di:
- registrare i dati del proprio viaggio su DOVESIAMONELMONDO;

- fare uso di fuoristrada nelle strade non asfaltate e ove le condizioni ambientali sono avverse;
- preparare con grande cura le escursioni, contando su ampie provviste di cibo, acqua, benzina e pezzi di ricambio;
- comunicare alla stazione di polizia, prima di partire, il tragitto che s’intende percorrere;
- prendere visione attentamente delle indicazioni di dettaglio relative alla “sicurezza stradale” nella sezione “mobilità” della scheda;
- evitare di attraversare ponti inondati se non si è sicuri della profondità dell’acqua;
- prestare attenzione agli animali selvatici lungo la strada e, in caso d’incidente, non abbandonare per nessun motivo il veicolo;
- evitare di recarsi in spiagge isolate o non controllate dalle squadre di salvataggio e di attenersi sempre, alle indicazioni fornite dalle autorità presenti sulle spiagge, soprattutto:
per la possibile presenza in acqua di meduse, soprattutto nei mesi più caldi dell’anno, dicembre-marzo,
 (il cui contatto può talvolta avere anche effetti letali) soprattutto nelle zone tropicali del Territorio del Nord, Western Australia ma anche nelle zone centrali e meridionali;
per la presenza di squali su tutta la costa, soprattutto nel Queensland e dei coccodrilli sulle spiagge del Nord Queensland e del Territorio del Nord (vedi “Zone di cautela”);
si suggerisce inoltre di non campeggiare durante la notte per ragioni di sicurezza;
- per le gite nel deserto si consiglia vivamente di affidarsi ad agenzie specializzate, al fine di procedere in carovana con adeguate scorte d’acqua, di carburante e di cibo e con un telefono satellitare;
- controllare preventivamente la copertura della rete telefonica mobile, in particolare se si programmano spostamenti nel Territorio del Nord o nella zona di Ayers Rock.
- prestare attenzione alle forti correnti oceaniche che interessano l’intera costa australiana, per il rischio di annegamento;

-
in caso di incendi boschivi, con formazione di nubi di fumo che possono raggiungere anche le principali città,  le autorità locali raccomandano fortemente di limitare le uscite all'essenziale, di utilizzare mascherine P2 o N95, di non svolgere attività fisica all'aperto, nonché di mantenere porte e finestre chiuse e di non usare condizionatori d'aria che aspirino l'aria dall'esterno qualora non abbiano un filtro"HEPA" (anti-particolato);
- sempre in caso di incendi e di connesso peggioramento della qualità dell’aria, si raccomanda di prestare particolare attenzione all'esposizione all'esterno di minori, anziani o individui affetti da malattie respiratorie.

Si segnala che nell’ampia area di oltre 100.000 kmq nel South Australia, sede di esperimenti nucleari negli anni cinquanta, occorre rimanere unicamente sulla strada “Adelaide-Alice Springs” e che alcune riserve aborigene sono accessibili solo con un permesso speciale delle Autorità locali.

Parchi Nazionali
E' elevato il numero di turisti dispersi nei parchi nazionali del Queensland e del Northern Territory. E’ indispensabile che il turista informi sempre le autorità del Parco circa l’orario di partenza e quello del previsto rientro; è inoltre indispensabile che i turisti visitino i parchi nazionali con l’ausilio di una guida autorizzata o comunque, non si avventurino in luoghi isolati (sentieri, fiumi ecc.).


Dati Paese

Capitale: CANBERRA  
Popolazione: 23.400.000  
Superficie: 7.703.429  Km²
Fuso orario: rispetto all’Italia, aprile-ottobre, durante l’ora legale estiva in Italia: +6 (Western Australia), +7.30 (Northern Territory, Southern Australia), +8 (ACT, NSW, Queensland, Tasmania, Victoria). Novembre-marzo, durante l’ora legale estiva in Australia (Quensland, Western Australia e Northern Territory non hanno ora legale): +7 (Western Australia), +8.30 (Northern Territory), +9 (Queensland), +9.30 (Southern Australia), +10 (ACT, NSW, Tasmania, Victoria)
Lingue:  Inglese
Religioni: Anglicana, Cattolica ed altre confessioni cristiane.
Sono presenti numerose comunità musulmane.
Moneta:  Dollaro australiano
Prefisso dall'Italia: 0061  
Prefisso per l'Italia: 001139
Rete Cellulare: ottima nei centri urbani, raramente utilizzabile nelle zone interne (anche le regioni sudorientali del New South Wales e del Victoria sono coperte solo in parte). Gli operatori sono: Telstra, Optus, Virgin, Vodafone.
Clima
La grande estensione del paese, superiore a quella dell’intera Europa occidentale, presenta una notevole varietà di climi: il centro del Paese è desertico, mentre il nord (Queensland e Northern Territory) è subtropicale. La zona temperata è quella della costa sudorientale. A Canberra il clima è temperato con quattro distinte stagioni; le temperature sono relativamente elevate nei mesi estivi (dicembre-febbraio) raggiungendo anche i 35 gradi, mentre nel periodo invernale (giugno-settembre) sono in media intorno ai 5 gradi. A Sydney il clima è mite, molto caldo ed umido d’estate (26-27 gradi la massima) e fresco d’inverno (8-10 gradi la minima). Adelaide è simile a Sydney 7-8 gradi di minima in media d’inverno e 28-29 gradi d’estate. Melbourne è relativamente più fredda con una temperatura minima intorno ai 4-5 gradi d’inverno e 26-27 gradi d’estate. Al nord dell’Australia (Brisbane) il clima è subtropicale con temperature molto elevate ed un alto tasso di umidità nei mesi estivi e temperature relativamente più fresche nei mesi invernali, comprese tra i 15 - 26 gradi. A Perth il clima è molto caldo d’estate con temperature massime che superano facilmente i 40 gradi ed inverni miti.

 


Documentazione necessaria all'ingresso nel Paese

Passaporto: necessario, in corso di validità. Per le eventuali modifiche relative alla validità residua richiesta del passaporto si consiglia di informarsi preventivamente presso l’Ambasciata o il Consolato del Paese presente in Italia o presso il proprio Agente di viaggio.

Viaggi all’estero dei minori: si prega di consultare l’Approfondimento Documenti di viaggio - Documenti per viaggi all’estero di minori di questo sito.

Visto d’ingresso: necessario. Il visto turistico si può ottenere via internet ed è denominato “e-visitor visa” (vedi sito https://immi.homeaffairs.gov.au/visas/getting-a-visa/visa-listing). Ha validità di 90 giorni. I cittadini italiani, di età inferiore ai 31 anni, hanno inoltre la possibilità di ottenere un visto per vacanze-lavoro della durata di dodici mesi (per informazioni relative al visto “vacanza-lavoro” rivolgersi direttamente all’Ambasciata d’Australia a Roma o al Consolato Generale d’Australia a Milano), rinnovabili per ulteriori 12 mesi previa una prestazione lavorativa effettuata per almeno 90 giorni in località regionali e remote dell’Australia (ATTENZIONE: per la relativa copertura sanitaria si rimanda alle Avvertenze contenute nel paragrafo SANITA’ della presente scheda). Qualora dovessero verificarsi, nel corso del periodo di attività lavorativa nelle località regionali, casi di abusi o di trattamenti non adeguati secondo la normativa locale sul lavoro (di recente sono stati segnalati taluni episodi in merito), si invitano i giovani connazionali a rappresentare le criticità subite al locale Department of Immigration (tel. 131 881) o al Fair Work Ombudsman (13 13 94).

Formalità valutarie e doganali: le norme sanitarie per l’ingresso di prodotti alimentari, piante, animali e loro derivati sono molto rigide. Per un’informazione preliminare dettagliata sull’arrivo in Australia si suggerisce di consultare la guida fornita dalla locale Dogana al seguente link: http://www.customs.gov.au/webdata/resources/files/ITA_GuideforTravellers-KBYG_WEB.pdf