Cool SUP spots!

Sei in: » Africa » Mozambico

Viaggiare Sicuri Mozambico

Ultimo aggiornamento: 21/06/2022
Informazioni Generali

Indicazioni generali, ordine pubblico e criminalita'

Nel mese di Agosto 2019 sono stati firmati a Maputo degli Accordi di Pace Definitivi tra Governo e Renamo che hanno consentito un miglioramento delle condizioni generali di sicurezza. Ciò nonostante, nelle Province centrali di Sofala e Manica per lungo tempo si sono verificati attacchi e violenze da parte di frange irredentiste della Renamo contro mezzi di trasporto pubblici in transito sulle rotabili che collegano i centri urbani. Tali eventi sono attualmente cessati ma permane il rischio di una recrudescenza.

Prima di mettersi in viaggio, si consiglia dunque di raccogliere ogni possibile informazione sulle condizioni di sicurezza a destinazione tramite i mezzi di informazione disponibili, contattando, in caso di necessità, l’Ambasciata d’Italia a Maputo.

Sono ricorrenti, in particolare nella città di Maputo, episodi di criminalità tra cui aggressioni a scopo di rapina operati da gruppi armati, anche alle automobili in transito o in sosta ai semafori – tanto nelle ore diurne che notturne – nei quartieri centrali della capitale.

Continuano a verificarsi, sempre a Maputo, casi di rapimento a scopo di estorsione, che in qualche caso hanno coinvolto anche cittadini stranieri. In tali circostanze, i criminali spesso non esistano ad usare le armi, anche in pieno giorno e in zone affollate, contro le vittime che oppongano resistenza.

 

 


Rischio terrorismo

Il terrorismo rappresenta una minaccia globale. Nessun Paese può essere considerato completamente esente dal rischio di episodi ricollegabili a tale fenomeno. Dall’ottobre 2017 nella Provincia settentrionale di Cabo Delgado è in atto una insurrezione armata ad opera di un sedicente gruppo islamico (Ahlu Sunna Wa-Jama o altrimenti detta Al-Shabaab) che le forze di sicurezza locali non sono ancora riuscite a controllare. A seguito dell'intervento delle forze armate mozambicane, del Rwanda e della SADC, il quadro di sicurezza nella Provincia di Cabo Delgado è marcatamente migliorato a partire da settembre 2021, anche se alcuni villaggi e parte delle rotabili, anche in prossimita' della capitale Pemba, continuano ad essere esposti ad attacchi armati. Il centro abitato del capoluogo della Provincia, Pemba, può essere ancora considerato relativamente sicuro ma la possibilità di mutamenti futuri della situazione impone comunque l'obbligo di mantenersi costantemente aggiornati. Dalla fine del 2021 l'insurrezione ha iniziato a interessare anche la provincia nord-occidentale di Niassa, al confine con Cabo Delgado, il che lascia ritenere che una parte dei gruppi armati insorgenti si siano riposizionati in quell'area. Nel giugno 2022, inoltre, alcuni attacchi sono stati registrati anche al confine con la Provincia di Nampula.

 


Rischi ambientali e calamita' naturali

Nel corso della stagione delle piogge, orientativamente tra novembre e aprile, si raccomanda massima cautela e di evitare le zone ove maggiore potrebbe essere l'esposizione al rischio di inondazioni ed anche cicloni, consultando al riguardo il proprio agente di viaggio ed  i siti http://severe.worldweather.wmo.int./ https://www.cyclocane.com/  o https://www.metoc.navy.mil/jtwc/jtwc.html prima di mettersi in viaggio.


Aree di particolare cautela

Dal 2017 e' in atto una insurrezione armata ad opera di sedicenti gruppi armati di matrice islamica, nella provincia di Cabo Delgado, con episodici incidenti e penetrazioni, sempre più frequenti, anche nella vicina Provincia di Niassa, nel nord del Paese. Tutta la Provincia di Cabo Delgado deve essere considerata ad alto rischio (in particolare nei distretti di Mocimboa, Macomia, Muidumbe, Nangade, Mueda, Quissanga e Palma). Le Province di Niassa e Nampula (limitatamente al confine con Cabo Delgado) hanno registrato attacchi sporadici e devono quindi essere valutate con adeguata cautela.

Si raccomanda quindi di evitare qualsiasi viaggio e permanenza nella Provincia di Cabo Delgado eccetto che per ragioni di assoluta necessita' . Fa eccezione a questo sconsiglio generale, per il momento e salvo cambiamenti della situazione, solo il capoluogo Pemba, ove sia possibile raggiungerlo per via aerea. Pemba non risulta ad oggi minacciata direttamente ma non si possono escludere infiltrazioni di gruppi ostili nella citta' e il rischio di azioni violente e circoscritte in futuro. Di conseguenza, si suggerisce ai connazionali ivi presenti a qualsiasi titolo di adottare particolari cautele evitando assembramenti, manifestazioni e viaggi non essenziali fuori dal centro urbano, almeno fino a evoluzioni positive della situazione di sicurezza.

Una particolare cautela deve essere esercitata anche per gli spostamenti nella Provincia di Niassa, soprattutto nelle aree adiacenti alla Provincia di Cabo Delgado.

Nelle Province centrali di Manica e Sofala si sono registrati fino a metà 2021 attacchi armati a veicoli sulle rotabili tra Beira e l'entroterra, prevalentemente in direzione Chimoio e Gorongosa, ad opera della Junta Militar, una frangia irredentista della Renamo che rifiuta gli Accordi di Pace Definitivi raggiunti tra Renamo e Governo nel 2019. Il movimento appare attualmente aver cessato le sue attivita’ ma non e’ possibile escludere una ripresa delle azioni ostili. Di conseguenza, spostamenti su tali rotabili dovrebbero essere ridotti e condotti nelle ore diurne e con cautela.

Sebbene il Governo abbia annunciato di aver completamente bonificato le migliaia di mine disseminate nel paese durante la guerra di indipendenza, in alcune zone rurali è ancora possibile trovare cartelli con l’effige di un teschio stante ad indicare le zone minate.
E’ sconsigliato, pertanto, inoltrarsi nella savana senza una guida affidabile. In mancanza di specifiche informazioni sui tragitti che si intendono effettuare, si consiglia di percorrere, possibilmente nelle ore diurne, solo le arterie di comunicazione principali.


Avvertenze

Si consiglia ai connazionali di:
-  registrare i dati del proprio viaggio su DOVESIAMONELMONDO;

- evitare spostamenti a piedi nelle ore serali e notturne nei quartieri  periferici dei centri urbani;
- non indossare o mostrare oggetti di valore (compresi i telefoni cellulari e le macchine fotografiche);
- prestare particolare attenzione quando si preleva denaro dai distributori automatici (Bancomat);
- evitare luoghi di eventuali manifestazioni ed assembramenti;
- evitare le zone della città a rischio, se non accompagnati da persone di fiducia che conoscano bene le zone e le situazioni a rischio;

-  assicurarsi che gli operatori turistici ai quali ci si rivolge per attività sportive ed escursioni dispongano di adeguata esperienza e attrezzature e offrano ogni necessaria garanzia;
-   raccogliere ogni pertinente informazione e chiarimento presso l’Ambasciata della Repubblica del Mozambico a Roma, all’atto del rilascio del visto d’ingresso nel Paese, evitando così l’insorgere di contrattempi o malintesi con le locali Autorità doganali;
- nel caso di spostamenti in autovettura, soprattutto in aree remote e comunque extraurbane, data la difficolta' a fornire assistenza in caso di incidenti, viaggiare in gruppo e con piu' di un solo veicolo;
- viaggiare con documento di riconoscimento (passaporto) con visto valido o permesso di soggiorno (DIRE). I controlli da parte degli agenti di polizia sono frequenti e meticolosi. La Polizia, infatti, non accetta, ma tollera, fotocopie autenticate di documenti. Qualora si venisse fermati in possesso di tale tipo di documentazione, la Polizia può richiedere di esibire i documenti originali entro 48 ore.  Si raccomanda, in tali occasioni, di mantenere la calma e di attenersi alle indicazioni fornite;
-  evitare assolutamente di fotografare o filmare caserme di polizia, aeroporti e in generale le installazioni militari. E’ possibile invece fotografare la popolazione avendo cura di chiedere preventivamente il permesso.

Tenere conto che lo stato delle strutture sanitarie e di soccorso nel Paese (vedere anche la sezione “Situazione Sanitaria”) impone particolari cautele, soprattutto qualora si intenda intraprendere attività sportive, in particolare immersioni subacquee, safari, trekking, escursioni in aree remote. Le istituzioni pubbliche in loco non sono in grado di svolgere adeguati interventi di emergenza in caso di incidenti.  Si raccomanda pertanto la stipula di polizze sanitarie con adeguate coperture, inclusa l’evacuazione sanitaria.


Dati Paese

Capitale: MAPUTO
Popolazione: 30.9 milioni
Superficie: 799.380 Km2
Fuso orario: +1h rispetto all'Italia; stessa ora quando in Italia è in vigore l'ora legale.
Lingue: portoghese (ufficiale) mentre nelle varie province si parlano le lingue locali. L’uso dell’inglese e’ diffuso nelle principali località turistiche.
Religione: il 59.8% della popolazione e’ cristiana di cui il 27.2% cattolica e  il 17% e’ protestante (metodista, presbiteriana, anglicana, ecc.), il 19% e’ musulmana ed il restante e’ animista.
Moneta: Metical (pl Meticais). Il cambio e’ soggetto a fluttuazioni periodiche: 1 USD vale circa 64 Mtm mentre 1 Euro vale circa 68 Mtm.
Prefisso dall'Italia: 00258
Prefisso per l'Italia: 0039
Clima: le condizioni climatiche sono quelle tipiche dell’emisfero Australe: clima caldo umido durante la stagione delle piogge (novembre-marzo), clima caldo secco (aprile – maggio e settembre – ottobre); clima fresco temperato (giugno – settembre). Il mese di luglio è solitamente il più freddo con cali improvvisi della temperatura, specie durante la notte, che può raggiungere anche i 5 - 8 gradi sopra lo zero. Durante la stagione delle piogge (indicativamente da novembre a marzo) il Paese puo' essere soggetto a intensi fenomeni metereologici, inclusi cicloni.


Documentazione necessaria all'ingresso nel Paese