Cool SUP spots!

Sei in: » Africa » Gabon

Viaggiare Sicuri Gabon

Ultimo aggiornamento: 14/02/2021
Informazioni Generali

Indicazioni generali, ordine pubblico e criminalita'

Nonostante il favorevole evolversi degli eventi politici negli ultimi mesi, nel Paese permane un clima di tensione. La crisi economico-finanziaria che colpisce il Gabon da tempo determina anche delle tensioni sociali. 
Sono frequenti le aggressioni a mano armata sia presso il domicilio di cittadini stranieri, identificati come benestanti, sia in luoghi pubblici,  in particolare sulla spiaggia e sul lungomare della capitale.
Sono inoltre frequenti comportamenti delle forze di polizia poco conformi alla deontologia professionale, anche con richieste di denaro a fronte di asserite violazioni del codice stradale e della locale legislazione penale in generale.

Si invita a mantenere elevata la soglia di attenzione nelle aree urbane, nei luoghi affollati e in quelli di ritrovo di cittadini stranieri.


Rischio terrorismo

Il Gabon condivide con il resto del mondo una possibile esposizione al fenomeno del terrorismo internazionale, il cui rischio resta tuttavia al momento basso.
 


Rischi ambientali e calamita' naturali

Aree di particolare cautela

Sono sconsigliati gli spostamenti via terra verso il Camerun per possibili aggressioni.
Si consiglia particolare cautela nelle spiagge più frequentate (quartiere Tahiti, le spiagge degli hotel, Cap Esterias, pointe Denis) soprattutto la sera e in alcuni quartieri della capitale: Petit Louis, Mont Bouet, stazione degli autobus, plaine de Rio, quartiere London, Lalala, Oloumi, Nkembo e Awendje.


Avvertenze

Si consiglia ai connazionali di:
- registrare i dati del proprio viaggio su DOVESIAMONELMONDO ;
- prestare la massima cautela, evitare manifestazioni e ogni tipo di assembramento ;
- tenersi  costantemente informati sugli sviluppi della situazione sui media, in particolare attraverso  l’ascolto delle emissioni radiofoniche di RFI su 104 FM;
- controllare che i cellulari dispongano di ampio credito telefonico, anche per ovviare ad eventuali interruzioni delle connessioni internet;
- portare sempre con sé un valido documento di riconoscimento;
- non fotografare luoghi pubblici e persone senza chiederne preventivamente l’autorizzazione;
- evitare di fotografare aeroporti, porti, ponti, edifici pubblici, installazioni militari o di interesse strategico, vero o presunto;
- evitare discussioni in pubblico;
- evitare zone isolate e quartieri popolari;
- evitare la frequentazione in orario notturno di zone sconosciute della città, soprattutto in taxi e da soli;
- evitare, in genere, di ostentare denaro e beni di valore;
- prestare attenzione in zone rurali e nei parchi riguardo al rischio di rettili, elefanti ed altri animali selvatici. In proposito si raccomanda di essere sempre accompagnati da guide locali di provata affidabilità, anche per la facilità con cui si rischia di perdere il senso dell’orientamento.


Dati Paese

Capitale: LIBREVILLE
Popolazione: circa 1,9 milioni di abitanti
Superficie: 267.670 Kmq., di cui oltre l’80% costituito da foresta primaria
Fuso orario: stessa ora rispetto all’Italia, -1h quando in Italia vige l’ora legale.
Lingue: la lingua ufficiale è il francese
Religioni: cristianesimo, islamismo e animismo; talvolta presente anche un sincretismo a vocazione animista delle diverse confessioni.
Moneta: Franco CFA  (1 euro = 655.957 F. CFA)
Prefisso dall'Italia: 00241 

Prefisso per l'Italia: 0039
Telefonia: la telefonia mobile utilizza il sistema GSM. Esistono quattro gestori, di cui due (Airtel e Libertis) con discreta copertura dei maggiori centri urbani.  Avendo la disponibilità di un proprio telefonino è possibile ricevere ed effettuare chiamate internazionali ad un prezzo relativamente vantaggioso (basta acquistare una Sim da 2.500 F. CFA, ovvero circa 4 euro). Le ricariche telefoniche vanno da un minimo di 500 F.CFA ad un massimo di 10.000 F. CFA (poco più di 15 euro).
Esistono accordi di roaming tra Airtel e gli operatori italiani TIM, Vodafone e H3G, nonché tra Libertis e Vodafone, Wind.
Clima: caldo equatoriale, con elevatissimi tassi di umidità. Le due stagioni più piovose corrispondono normalmente ai mesi tra ottobre/dicembre e gennaio/giugno.


Documentazione necessaria all'ingresso nel Paese

Passaporto: necessario, con validità residua di almeno sei mesi al momento della richiesta di visto di ingresso nel Paese.

Viaggi all’estero dei minori: si consiglia di consultare l’approfondimento contenuto nella home page del sito Documenti di viaggio - Documenti per viaggi all’estero di minori.

Visto d’ingresso: necessario, da richiedere prima della partenza presso l’Ambasciata del Gabon a Roma (Via San Marino, 37 - 00198 ROMA, tel. 06.85358970 e fax 06.8417278).
Esiste tuttavia una procedura alternativa che consente di ottenere il visto on-line al link : https://evisa.dgdi.ga/  oppure sul sito della « Direction Générale de la Documentation et de l’Immigration » : https://www.dgdi.ga/ . Essa consente di ricevere direttamente al proprio indirizzo e.mail l’autorizzazione all’ingresso in Gabon che andrà presentata all’arrivo nel Paese alle competenti Autorità  presso l’aeroporto internazionale di Libreville.
Il sito della « Direction Générale de la Documentation et de l’Immigration »  indica la possibilità di ottenere l’autorizzazione al visto (il visto vero e proprio si ottiene  in aeroporto dietro pagamento del costo relativo) entro 72 ore dalla data di partenza. E’ comunque consigliabile  effettuare la richiesta perlomeno una settimana prima del viaggio.
Inoltre, nell’intento di attrarre potenziali investitori, queste Autorità hanno di recente introdotto un regime speciale che consente l’ottenimento del visto di ingresso direttamente presso l’aeroporto di Libreville. Beneficiari di tale agevolazione sono solo i cittadini dei Paesi membri del G20, di cui l’Italia è parte. Il costo previsto è 45.000 F. CFA (ovvero 70 euro) ed occorre comunque essere muniti di un valido certificato di vaccinazione contro la febbre gialla. Il visto rilasciato in aeroporto avrà una validità massima di 90 giorni.

Formalità valutarie e doganali: nessuna limitazione di valuta straniera all’ingresso nel Paese. Forti restrizioni all’esportazione di valuta, consentita solo entro il limite/corrispettivo di 200.000 F.CFA.  L’euro è normalmente accettato anche nelle transazioni commerciali al minuto.
Le carte di credito possono essere utilizzate in alcuni alberghi e negozi.