Sei in: » Banzai

Come arrivarci da:
Santa Marinella Banzai

Windsurf
Anche Banzai è meglio conosciuto come spot per surfisti da onda, ma i windsurfisti, in presenza di venti forti da sud-est e nord-ovest, trovano qui condizioni molto radicali con un'onda lunga, pulitissima, grazie al fondale che é completamente roccioso(sono obbligatorie le scarpette).E' comunque uno spot rischiosissimo e pieno di scogli; quindi, se non siete windsurfer super esperti, limitatevi a guardare oppure cercate spot più tranquilli
Natura della spiaggia: Rocciosa

Il vero punto di forza dello spot è la possibilità di fare del buon wave riding grazie ad una secca che forma onde lunghe e pulite.
il windsurf spot di Banzai lavora molto bene con lo Scirocco (SE) ed il Maestrale (NW), in particolare lo Scirocco che entra side mure a sinistra consente un accesso in acqua senza particolari problemi, il fondale è da subito profondo, ma grazie alla direzione side del vento lo shore break a riva non è impegnativo e le prime onde serie si formano sulla secca. Il wave riding in queste condizioni è veramente unico, bisogna fare tuttavia attenzione ai numerosi surfisti che frequentano lo spot (vi ricordo che il surf da onda ha sempre la precedenza), inoltre nel caso in cui si cada bisogna cercare di evitare di finire a riva nella zona sottovento per non restare frullato nello shore break.
Il Maestrale che entra side da destra è sicuramente più impegnativo, l’onda rompe a riva e si entra in acqua dagli scogli senza possibilità di commettere errori, prima di entrare in acqua siate consapevoli delle vostre capacità.
Visto il fondale si sassi sono consigliate le scarpette, inoltre trattandosi di uno dei pochi spot adatti al wave riding del Lazio e vista la vicinanza a Roma, la concentrazione di persone in acqua può essere elevata ed il rischio di farsi male è direttamente proporzionale, quindi è assolutamente necessario tenere a mente le regole di precedenza fra le onde, per evitare spiacevoli discussioni.

SURF:
L'onda del banzai si forma su un fondale totalmente roccioso semi affiorante
verso la riva.
Banzai regge con quasi tutte le condizioni(libeccio, scirocco, etc...)
nelle mareggiate piu' grandi puo' raggiungere i 3.5mt dopodiche' dventa
close out, si consiglia di surfare banzai con condizioni di scaduta sopratutto la
mattina presto,per raggiungere la line up c'e' un canaletto situato a destra della spiaggia.
Lo spot produce prevalentemente due picchi, uno destro lungo ma a volte poco veloce e uno sinistro piu' ripido ma meno lungo del destro molto spesso
tubante attenzione alla risacca che puo' essere molto pericolosa a causa del fondale.
Banzai essendo uno degli spot piu' famosi della costa laziale e'sempre super
affollato e il localismo e' molto acceso
per i meno esperti si consigliano gli spot limitrofi al banzai e meno
affollati.

Reef destro e sinistro con mareggiate piccole e grandi da SE, SO, O e NO anche con forte vento da mare.


Condizioni

Vento

NW
Con il maestrale ottime le condizioni e con una intensit? maggiore rispetto ad altri spot
SE
Condizioni discrete e entra dalla giusta direzione


Come arrivare

Via Umberto Nobile, 15, 00058 Pio X RM, Italia
Si trova a un chilometro e mezzo circa dopo Cala Della Morte (da Roma, percorrendo l'Aurelia; si trova dopo S. Severa, vicino al ristorante). Lo spot si trova a Santa Marinella al km 56300 della strada litoranea.

Lo spot prende il nome dallo stabilimento che si affaccia sul tratto di costa a Nord di Roma fra Santa Severa e Santa Marinella, per arrivarci bisogna prendere l’autostrada Roma – Civitavecchia, uscire a Santa Severa / Santa Marinella e percorrere la strada Aurelia verso nord per circa 1 km svoltare quindi a sinistra all’altezza del cartello “Banzai”


I lati negativi

Visto il fondale si sassi sono consigliate le scarpette, inoltre trattandosi di uno dei pochi spot adatti al wave riding del Lazio e vista la vicinanza a Roma, la concentrazione di persone in acqua può essere elevata ed il rischio di farsi male è direttamente proporzionale, quindi è assolutamente necessario tenere a mente le regole di precedenza fra le onde, per evitare spiacevoli discussioni.