Sei in: » Baby Point

Come arrivare da:

Arugam bay Baby Point

A partire da Giugno - Luglio, quando la sabbia ricopre l'ultima sezione del Main Point, si forma questa onda perfetta per principianti e intermedi, che e' tecnicamente la continuazione dell'onda del Main Point di Arugam Bay. Qui il fondale di reef e' ricoperto dalla sabbia.

At the very end of the A’Bay Strip make a left along the beach Road and then head to the right following the beach till you are in front of Mambos, the point is just there.

This point is located right opposite the famous Mambos and is said to be more suited for beginners with waves of different heights catering all abilities. As this area also draws a lot of swimming public, always be on the lookout for people in the sea when surfing.

As the name suggests, Arugam bay Baby point is ideal for surfing beginners. The wave is formed after the long wave of Arugam bay comes to its end, the flow of water being pushed up by sand bars at the baby point. Baby points lacks power, therefore ideal for beginners and also long boards who want to have some fun. It takes two months into the season for Arugam bay Baby point to start working properly, since the sand bars take time to be formed. Baby point is also the base location for many surf schools operating in the area.

Arugam bay Baby point Facts and Figures

Surf spot quality

Wave quality – Beginner
Experience – Beginners and for Long boarding
Frequency – Low

Access

Distance – 8 hrs from the main airport
Public access – Yes

Wave

Type – Beach break

Direction – Right & Left
Bottom – Sand
Power – Low
Good day length – 100m

Danger

Rock – No
Urchins – No
Localism – No

info: www.surfteamsrilanka.com


Come arrivare

Arugam Bay è difficile da raggiungere con i mezzi pubblici. È un processo lungo e complicato, perciò, se sei in gruppo, noleggia un taxi per arrivarci da Kandy o da un'altra località.


Consigli di viaggio

Sri lanka in estate significa soltanto Arugam Bay, in paradiso dei principianti. 
Ad agosto tanta gente, conviene spostarsi in spots meno affollati. Occhio ai coccodrilli nelle lagune a ridosso del mare, fuori dall'acqua hanno paura ma dentro attaccano. E soprattutto state alla larga dagli elefanti.

Arugam Bay è una world calss wave, adatta a tutti, dai principianti ai professionisti. La zona è disseminata di points destri, alcuni ancora secret spots. Ci sono reef break, break point e beach breaks, immersi nella natura selvaggia e nei parchi naturali della zona. La costa sud est dello Sri Lanka viene colpita dalle stesse swells che si abbattano sulle coste Indonesiane, la stagione più consistente, con swell da SW è durante Apr-Ott. Aspettatevi onde da 2-6ft con venti offsore regolari e condizioni pulite. Le temperature dell'acqua sono 27c / 82F tutto l'anno, quindi sempre in boardshort!


Viaggiare Sicuri Sri Lanka

Ultimo aggiornamento: 22/11/2020

Informazioni Generali

Indicazioni generali, ordine pubblico e criminalita'

Dal termine del conflitto armato tra le forze governative e l’LTTE (Tigri Tamil) del 2009, lo Sri Lanka ha beneficiato di un lungo periodo di tranquillita’, interrotto solo dagli attentati terroristici della Pasqua 2019 nella capitale Colombo, a Negombo e Batticaloa.

Da allora la situazione è tornata alla normalità per quanto concerne la sicurezza, con un imponente controllo del territorio da parte delle Forze dell’Ordine. Seppur improbabili, non si possono comunque escludere tensioni politiche e sociali in vista delle elezioni parlamentari, per ora indette per il 20 giugno 2020 ma che potrebbero essere posticipate a causa della pandemia COVID-19.
Poco diffusi i fenomeni di criminalità comune, quali furti o borseggi a danni di stranieri, che si riscontrano in particolare nelle località turistiche del sud del Paese. Si sono registrati alcuni casi di molestie ed aggressioni a scopo sessuale a danno di turiste occidentali.

Dal 6 aprile 2020 fino a nuovo avviso e’ vietato l’ingresso nel Paese per tutti i passeggeri a prescindere dalla nazionalità e dalla provenienza. Fanno eccezione gli atterraggi di emergenza, i cargo e i voli umanitari, gli atterraggi tecnici e l’arrivo di voli “ferry” (senza passeggeri) per rimpatriare stranieri.
Non e’ alto il rischio sanitario relativo alla diffusione di casi di contagio da Covid-19 ma si suggerisce di evitare mercati, centri commerciali e aree con alti addensamenti di persone.  Le Autorità locali hanno disposto misure di contenimento per alcuni distretti, quale Colombo e Gampaha. Tali misure vengono imposte e rimosse, anche con scarso preavviso, in tutto il Paese e si suggerisce di verificare tramite i media, le autorità locali e i rappresentanti della sicurezza eventuali evoluzioni in merito. 


Rischio terrorismo

In concomitanza con le celebrazioni pasquali, il 21 aprile 2019, si sono verificate una serie di esplosioni nelle chiese di Saint Anthony a Colombo, a Katuwapitiya (Negombo), a Batticaloa ed in tre alberghi della Capitale, a cui sono seguite altre esplosioni in due località periferiche di Colombo, Dehiwala e Dematagoda, con numerose vittime, anche fra la comunità straniera. 

Gli attacchi del 21 aprile hanno interrotto un periodo di relativa tranquillità nel quale non si erano registrati episodi di terrorismo. La presenza militare è ora molto pervasiva e non possono escludersi nuovi attentati terroristici.


Rischi ambientali e calamita' naturali

Aree di particolare cautela

Le forze di sicurezza continuano a mantenere un elevato livello di controllo su tutto il territorio nazionale e in particolare nelle zone considerate più a rischio, nei distretti settentrionali di Vavuniya, Kilinochchi e Mullaitivu, dove si può incorrere in blocchi stradali e controlli d'identità, oltre alle tradizionali aree in cui si sono registrate in passato tensioni etniche/religiose.
Nei distretti di Jaffna, Kilinochchi e Mullaittivu si consiglia la massima prudenza: in alcune aree le operazioni di sminamento sono ancora in corso, e potrebbe essere impedito l’accesso in zone circostanti ad installazioni militari.


Avvertenze

Si raccomanda, ai connazionali di:

- registrare i dati del proprio viaggio su DOVESIAMONELMONDO e prendere contatto con l'Ambasciata d'Italia a Colombo prima di intraprendere il viaggio;
- consultare la propria ASL per ricevere informazioni relative a misure preventive
igienico/sanitarie (vaccinazioni, ecc…) da adottare prima della partenza, durante la permanenza in Sri Lanka ed eventualmente anche al rientro in patria;
-
tenersi sempre informati sull’evoluzione della situazione nel Paese attraverso i mass media locali ed internazionali, esercitando particolare attenzione nei luoghi affollati ed evitando con cura assembramenti e manifestazioni;
- attenersi scrupolosamente alle istruzioni di sicurezza delle Autorità locali;
- adottare massima cautela nell’utilizzo dei mezzi pubblici (autobus e treni), in particolare lungo le strade del Paese, considerato il livello di pericolosità del traffico locale;
- prestare la massima
attenzione alla guida di autoveicoli (guida a sinistra, secondo il modello inglese) poiché le condizioni stradali fuori Colombo non sono buone, preferibilmente affidarsi ad autisti locali, reclutabili con un esborso monetario limitato;
- evitare di circolare in bicicletta e motociclo, mezzi particolarmente a rischio nel traffico caotico e poco rispettoso del codice della strada;
- non viaggiare nelle ore notturne;
- osservare alcune regole richieste dalla morale buddista: divieto del nudismo sulle spiagge, divieto di consumo di alcolici, uso di un abbigliamento decoroso nei templi, in cui si entra senza scarpe. E’ punito severamente l’oltraggio di luoghi e simboli religiosi;

- prestare la massima attenzione durante la balneazione nell'Oceano a causa di pericolose correnti anche in prossimità della riva e di forti onde di risacca.

A seguito di numerosi casi di molestie e stupri che hanno avuto come vittime turiste straniere, si raccomanda alle donne, specie se in viaggio da sole, di adottare comportamenti improntati alla massima cautela.
Si attira infine l’attenzione sulla circostanza che numerosi viaggiatori stranieri con tatuaggi raffiguranti l'immagine del Buddha – considerati offensivi secondo la sensibilità locale - sono stati espulsi dal Paese. In alcuni casi, il provvedimento di espulsione è seguito ad un breve periodo di detenzione.


Dati Paese

Capitale: COLOMBO  
Popolazione: 21.203.000 circa
Superficie: 65.610 Km2  
Fuso orario:
+4h.30 rispetto all’Italia; +3h.30 quando in Italia è in vigore l’ora legale.
Lingue: lingue ufficiali cingalese e tamil. L’inglese è diffuso
solo nella Capitale e nei luoghi turistici.       
Religioni: buddisti 73%, induisti 15%, musulmani 7% (in costante aumento), cristiani 5%.  
Moneta: Rupia Sri Lanka (LKR) 1 euro = circa 160 rupie (settembre 2016)
Prefisso dall’Italia: 0094  
Prefisso per l’Italia: 0039  
Clima: clima tropicale-monsonico e caldo umido. La stagione monsonica delle piogge, in cui possono verificarsi violente e frequenti precipitazioni (talora della durata d'intere giornate), vanno tradizionalmente da maggio a settembre nelle regioni sud-occidentali e da novembre ad aprile in quelle nord-orientali. Tuttavia, ultimamente le stagioni sono diventate meno prevedibili, ed anche nei periodi non monsonici possono verificarsi perturbazioni. Le temperature medie, sia durante la stagione secca che durante quella monsonica, è alta (introno ai 30 gradi centigradi) e costante, non verificandosi significative variazioni ne' escusrsioni termiche, ad eccezione delle zone di altura delle piantagioni, ove il clima e' più temperato e fresco, e delle loaclità di montagna, dove in inverno le temperature possono abbassarsi di notte sino ai 2-3 gradi centigradi

 


Documentazione necessaria all'ingresso nel Paese

Passaporto: necessario, con una validità` residua di almeno sei mesi. E' necessario avere almeno una pagina libera (per l'apposizione del visto), ma si consiglia di averne due a disposizione.

Viaggi all’estero dei minori: si prega di consultare l’Approfondimento Documenti di viaggio - Documenti per viaggi all’estero di minori

Visto d’ingresso: Le autorità locali hanno avviato un progetto sperimentale di ottenimento gratuito del visto turistico ETA fino a 30 giorni per i cittadini di alcuni Paesi, tra i quali anche l’Italia, previsto inizialmente dal 1 agosto 2019 e prorogato fino al 30 aprile 2020. Tale visto si può richiedere online sul sito http://www.eta.gov.lk/slvisa/. E' in linea di massima possibile anche presentare la richiesta di ETA all'arrivo all'aeroporto internazionale di Bandaranaike (Colombo). Si segnala tuttavia che, dal mese di marzo 2020, alla luce della diffusione del COVID-19 (nuovo coronavirus) e delle misure di contenimento adottate a livello locale, tale possibilità di ottenimento gratuito del visto turistico ETA non è garantita da parte della autorità locali.

E' possibile prorogare la durata del visto (dalla data di entrata nel Paese) presentando apposita istanza presso le Rappresentanze dello Sri Lanka presenti all’estero o personalmente presso il Dipartimento dell’Immigrazione e Emigrazione in Colombo.

Dal 18 gennaio 2015 i titolari di passaporti stranieri non hanno più bisogno di ottenere un’autorizzazione per poter compiere viaggi nella Provincia Settentrionale. Si raccomanda in ogni caso di attenersi scrupolosamente alle istruzioni delle Forze di sicurezza e di prestare attenzione ai segnali che indicano la presenza di mine.

Formalità valutarie e doganali: le somme superiori ai 10.000 dollari Usa devono essere denunciate alle Autorità di frontiera. Si informa che l'Euro è generalmente accettato e reperibile nelle maggiori banche di Colombo. Sono accettati anche i dollari USA in contanti, Travellers' Cheques o carta di credito (il cui utilizzo però è destinato prevalentemente alle strutture turistiche, poichè nelle zone rurali - soprattutto al nord - esiste limitata disponibilità di sportelli Bancomat e di strutture che accettano pagamenti elettronici). Si consiglia di conservare le ricevute dei cambi, qualora si vogliano ricambiare le rupie in Euro o dollari al momento dell’uscita dal Paese in quanto sono richieste dalle autorità locali.
E’ proibita l’esportazione dal Paese di oggetti di antiquariato vecchi di oltre 50 anni.

Viaggiatori con animali (cani e gatti)
È necessario un permesso per poter importare qualsiasi animale. La richiesta deve essere inoltrata al Direttore Generale, "Department of Animal Production and Health" secondo le procedure descritte sul sito http://www.daph.gov.lk/web/index.php?option=com_content&view=article&id=....
Cani e gatti devono essere accompagnati da un certificato sanitario di buona salute e da un certificato di vaccinazione antirabbica redatto dalle autorità del paese d'origine dell'animale. In tale certificato deve essere specificato che l'animale non è infestato da parassiti. Tutti gli animali sono soggetti ad un controllo all'arrivo e vi è la possibilità che vengano sottoposti a un periodo di quarantena. Si deve pagare una tassa per il controllo al porto d'ingresso e per le eventuali spese di quarantena.
I cani devono essere vaccinati contro il cimurro, l'epatite, la leptospirosi, la parvovirosi e la tosse canina; i gatti contro le malattie feline infettive e respiratorie di natura virale.
Gli animali che risulteranno non aver effettuato tali vaccinazioni saranno - se autorizzati ad entrare - vaccinati all'arrivo e sottoposti ad un periodo di quarantena.
Si consiglia di verificare sul sito del "Department of Animal Production and Health" poco prima della partenza, per verificare che non vi siano stati aggiornamenti della normativi e conseguenti ulteriori controlli/vaccini.
Per ulteriori informazioni riguardo l'esportazione di animali dall'Italia, è possibile consultare il sito del Ministero della Salute: https://salute.gov.it/caniGatti/pagina InternaMenuCani.jsp?id=219&menu=viaggiare.

A proposito di...

Ampara

Eastern province

Indirizzi utili