Come, quando e perché allenare gli addominali

23-05-2008
Didattica
Quando allenare gli addominali
Dipende dalle preferenze individuali. Ecco 3 domande che potrebbero aiutarvi a capire quando allenare gli addominali.

I vostri addominali sono indietro rispetto agli altri gruppi muscolari? Se la risposta è affermativa, bisogna dar loro la priorità finché non avranno raggiunto il livello del resto del corpo.

Dopo un allenamento intenso coi pesi, avrete ancora voglia di mettercela tutta per gli addominali? Se vi sentite stanchi, dopo una sessione pesante, sarà difficile dedicare l'energia sufficiente agli addominali. Provate ad allenarli all'inizio della sessione.

Avete la possibilità di allenarli nei giorni in cui non vi allenate coi pesi? Molti esercizi possono essere eseguiti a casa e non ci vuole molto per completare un workout intero.

Frequenza
Mi viene sempre da ridere quando sento dire che qualcuno allena gli addominali tutti i giorni, nella speranza di accelerarne lo sviluppo. Voglio dire: vi verrebbe in mente di allenare i pettorali tutti i giorni per farlo crescere più in fretta? Ricordate che gli addominali sono come gli altri muscoli e richiedono la giusta alternanza di allenamento e recupero, altrimenti c'è il rischio del sovrallenamento.
D'altra parte, è vero che hanno tempi di recupero inferiori rispetto a gruppi muscolari più grandi: mentre i postumi di una sessione pesante per le gambe possono risultare "mutilanti" per diversi giorni, gli addominali sembrano riprendersi completa mente nel giro di 48 ore al massimo. In generale, se gli addominali sono ancora indolenziti a causa dell'ultimo allenamento, significa che non sono pronti per una nuova sessione.
Ricordiamo inoltre che, pur trattandosi di muscoli posturali, coinvolti in varia misura nell'esecuzione di numerosi esercizi, necessitano anche di esercizi specifici. Il Programma di sei settimane per gli addominali" si basa su uno schema a giorni alterni, ossia sette sessioni nell'arco di 14 giorni.

Ripetizioni
Conosco persone che, nonostante infinite ripetizioni, non riescono a raggiungere l'intensità necessaria per stimolare adeguatamente lo sviluppo addominale. Il fisioterapista David Roskin, della Duke University (Duchessa North Carolina), sostiene: "Molti non seguono un approccio graduale e progressivo". Ciò significa che, man mano che gli addominali diventano più forti, per portare avanti il processo di sovraccarico indispensabile per lo sviluppo, bisogna aumentare la difficoltà degli esercizi.
Come gli altri muscoli, gli addominali rispondono al sovraccarico ma, al fine di garantire una crescita continuativa, vanno anche sottoposti a stimoli sempre nuovi e diversi. Roskin afferma che eseguire sempre lo stesso numero di set e ripetizioni per gli addominali è come eseguire le distensioni su panca sempre con lo stesso peso. Senza un qualche tipo di progressione, non ci può essere crescita.
Il Programma di sei settimane per gli addominali" è concepito per creare una base di resistenza muscolare, prima di aumentare gradualmente il carico, riducendo le ripetizioni, in modo da favorire la crescita muscolare (il tipo di crescita che si traduce nei sospirati solchi profondi che caratterizzano un addome tonico e sviluppato). Anche gli esercizi aumentano gradualmente di difficoltà secondo il livello di forza e di esperienza acquisite.
Il numero di ripetizioni non è mai superiore a 25; una volta raggiunta questa soglia (a patto di eseguire correttamente gli esercizi, con contrazione adeguata dei muscoli interessati), si aumenta gradualmente la difficoltà. Nella fase di massa e potenziamento, si arriva ad eseguire 8 ripetizioni per ogni set.

16 CONSIGLI PRATICI SULL' ALLENAMENTO DEGLI ADDOMINALI
1 La dieta e l'allenamento cardiovascolare
E'impossibile ottenere una buona definizione se gli addominali sono coperti da uno strato di grasso. A meno che non siate baciati dalla fortuna genetica, un addome magro è il risultato di 3 fattori: nutrizione appropriata, condízionamento aerobico (cardio) e allenamento dei muscoli addominali. Dal momento che il dimagrimento limitato a determinate zone è solo un'utopia, gli esercizi per gli addominali, di per sé, non sono in grado di eliminare l'eccesso di grasso intorno al punto vita.

2 La respirazione
Se non viene istintiva, la respirazione corretta va appresa: inspirate con il naso durante la fase di rilassamento ed espirate con forza attraverso la bocca nella fase di contrazione. l'espulsione dell'aria dai polmoni consente una contrazione più intensa e completa.

3 La sequenza
Sebbene la sequenza degli esercizi non sia fondamentale ai fini dello sviluppo addominale, la porzione inferiore dei retto dell'addome, tendenzialmente, è più debole e, nella maggior parte dei casi, richiede il massimo sforzo di coordinazione. In generale, alienate la regione inferiore dell'addome prima di quella superiore e degli obliqui, modificando di tanto in tanto la sequenza.

4 La varietà
Quando avrete imparato gli esercizi di base e costruito le fondamenta dei potenziamento addominale potrete arricchire il vostro programma con altri esercizi. Il fatto di utilizzare numerosi esercizi diversi serve essenzialmente a due scopi:
1) a scioccare i muscoli, per far si che non si abituino ad un determinato stimolo;
2) a sollecitare i muscoli da angolazioni diverse, al fine di garantire la massima attivazione delle fibre muscolari e. dunque.

5 L'allineamento della spina dorsale
Nella maggior parte dei movimenti per gli addominali, si piega la colonna vertebrale (soprattutto in quelli per gli addominali alti), ma bisogna sempre mantenere la colonna cervicale la testa e le spalle allineate; è indispensabile per evitare infortuni al collo. Uno dei fattori più importanti per impostare e mantenere l'allineamento è la posizione delle mani. Se s'incrociano le mani dietro la testa, si tende inevitabilmente a piegare la testa in avanti, rompendo l'allineamento. Meglio piazzare le mani dietro le orecchie oppure al lati della testa per sostenerla.

6 La contrazione
La capacità di sentire la contrazione dei muscolo bersaglio è indispensabile per sfruttare al meglio qualsiasi esercizio, soprattutto quelli per gli addominali. I principianti spesso non hanno la disciplina né l'esperienza necessarie, mentre i bodybuilder più esperti a volte perdono la concentrazione richiesta per sentire ogni singola oncia di contrazione. In mancanza di que, sto tipo di concentrazione, si rischia di diminuire la qualità dell'esecuzione, riducendo l'allenamento ad una semplice ripetizione superficiale e inutile dei movimenti. Potrebbe essere utile appoggiare una mano sull'addome, non solo per sentire fisicamente la contrazione, ma anche per ricordarsi di concentrarsi sul movimento e di tenere per un istante la contrazione.

7 Set e ripetizioni
Se vi serve una routine seguite il "Programma di sei settimane per gli addominali% Ad ogni modo, se volete avere addominali più densi e pronunciati, eseguite dei set da 10-15 ripetizioni; 15-25 ripetizioni per sviluppare un po' la massa e una certa resistenza muscolare; oltre 25 ripetizioni se volete soprattutto tonificare, senza sviluppare particolarmente la massa.

8 La regione lombare
Tutti i gruppi muscolari, con scarse eccezioni, sono controblianciati da un gruppo antagonista, che va alienato per garantire uno sviluppo simmetrico ed equilibrato (bicipiti/tricipiti, bicipiti femorali/quadricipiti, ecc.). I muscoli antagonisti degli addominali sono quelli della regione lombare. Per evitare di sbilanciare lo sviluppo muscolare dei tronco, occorre pertanto eseguire esercizi come le estensioni per la schiena ad i mezzi stacchi.

9 Movimenti di base
Dato che l'esecuzione degli esercizi avanzati per gli addominali presuppone una certa forza e coordinazione, i principianti dovrebbero cominciare con esercizi più semplici, di base. Man mano che acquisite forza e coordinazione, potrete utilizzar e anche esercizi più avanzati. Ad ogni modo, in mancanza dei giusto grado di preparazione, gli esercizi avanzati, essendo tecnicamente più difficili, diventano inutili o addirittura pericolosi. Inoltre, all'inizio non bisogna preoccuparsi troppo di raggiungere il numero prefissato di ripetizioni; si riprende fiato e si ricomincia.

10 Pesi Impiegati
Di solito, i pesi impiegati negli esercizi per gli addominali coincidono con il peso corporeo. Quando gli addominali sono deboli o si sta appena iniziando un programma, è bene optare per le varianti più facili; man mano che gli addominali diventano più forti, si possono modificare le posizioni di braccia e piedi per aumentare la difficoltà degli esercizi. Un altro modo per aumentare la difficoltà consiste nell'uso di pesi aggiuntivi, oltre a quello dei corpo, e nella modifica dell'angolazione dei movimento. Ad ogni modo, il carico deve essere tale da consentire di Completare il numero desiderato di ripetizioni.

11 Gli obliqui
Gli obliqui entrano in gioco in tutti i movimenti di rotazione e torsione al punto vita. Per attivare gli obliqui, è sufficiente avvicinare una spalla verso Il ginocchio opposto o piegare il ginocchio verso la spalla opposta, in molti degli esercizi per gli addominali

12 Controllare il movimento
Come tutti gli altri esercizi, anche quelli per gli addominali vanno eseguiti correttamente, lentamente e in modo controllato. Il rispetto di queste regole tecniche minimizza il rischio di traumi, dato che alcuni esercizi possono mettere a rischio la regione lombare. I movimenti lenti, peraltro, intensificano le contrazioni e riducono la possibilità di seguire un ritmo veloce e sfruttare lo slancio della velocità, e quindi il rischio di subire infortuni o diminuire la qualità dell' allenamento.

13 Addominali alti e bassi
Anche se il retto dell'addome è un muscolo unico, è possibile stimolare più intensamente la regione inferiore immobilizzando la parte superiore dei corpo e ruotando il bacino verso la gabbia toracica. Ancorando la parte inferiore dei corpo in una data posizione e piegando la parte alta dei tronco verso il bacino, invece, si stimolano maggiormente gli addominali alti. Ad ogni modo, è impossibile isolare completamente questa o quella regione della muscolatura addominale.

14 Ampiezza dei movimenti
In generale, si eseguono movimenti di massima ampiezza per sviluppare la flessibilità dei muscoli ed attivare la massima quantità di fibre muscolari. Il caso degli addominali però, è un po' diverso limitando il movimento ad un angolo di 30-45 gradi rispetto all' asse orizzontale, si ottiene una contrazione completa con un coinvolgimento minimo dei flessori dell'anca. Oltre questo angolo, come ad esempio in un sit-up completo (fino a sedere), non aumentano né la contrazione , nè lo stimolo maggiori

15 tensione costante
Dato che i muscoli dell'addome recuperano molto velocemente, se vi fermate tra una ripetizione e l'altra, anche solo per un secondo, diventa praticamente impossibile affaticarli come si deve. Onde evitare questo inconveniente e mantenere costante la tensione addominale, terminate la ripetizione poco prima della fine della fase di rilassamento.

16 Le fondamenta del corpo
Gli addominali svolgono Un ruolo molto più importante di quello estetico. Insieme ai muscoli della regione lombare, gli addominali formano un muro naturale attorno alla parte centrale dei corpo. Quando sono contratti, questi muscoli aumentano la pressione interna all'addome, Incrementando notevolmente la stabilità della colonna vertebrale. Gli addominali forti favoriscono una postura corretta e una schiena sana.
Come, quando e perché allenare gli addominali
Come, quando e perché allenare gli addominali
Last news
  • Piu info

    Un'estate action con i summer snowboard camp

    06-07-2018 Snowboard All News
    Scegli il camp che fa per te, prenota la tua vacanza e vivi un'estate alternativa! Disponibili test materiali DC, CAPiTA e Union Binding Bisogna aspettare la stagione invernale per vedere la neve candida e trascorrere delle giornate sullo snowboard? Certo che no. Les 2 Alpes, famosa località turistica francese, ospita un ghiacciaio che con i suoi 3600 metri slm e i... Vai alla news
  • Piu info

    Gli atleti DC a Mèribel per la DC Week 2018

    16-04-2018 Snowboard Competizioni
    Action, musica e trick stilosi hanno dominato la scena  all’evento più atteso dell’anno   Nel cuore delle Tre Valli, nelle Alpi francesi, vi è un luogo nel quale si recano tutti gli amanti dello snowboard freestyle. Si tratta dell’Area DC 43 che in occasione della DC Week, ha ospitato i pro rider del team DC e un pubblico... Vai alla news
  • Piu info

    Test materiali 2019 a Livigno Carosello

    13-04-2018 Snowboard All News
    Tutte le novità 2019 DC, CAPiTA e Union vi aspettano alla partenza degli impianti. Prendete il vostro test e correte in quota. Ad aspettarvi ci sarà... The Guardian!   Se siete dei veri appassionati snowboarder, curiosi di scoprire le ultime e succulenti novità sui materiali della prossima stagione, dal 20 al 22 Aprile 2018 Livigno... Vai alla news
  • Piu info

    Areaeffe Redneck Party per chiudere alla grande!

    13-04-2018 Snowboard All News
    Sabato 14 aprile Pila sarà all’insegna della goliardia con la festa più “worker” della stagione allo snowpark Areaeffe: freestyle con camicia a quadri, grigliatone e dress code caldamente consigliato!   Pila si prepara a chiudere la stagione invernale con una festa da non perdere: il Redneck Party di Areaeffe è assolutamente da segnare in... Vai alla news
  • Piu info

    Team Union Italy, le video anticipazioni online!

    09-04-2018 Snowboard All News
    In attesa del video report stagionale (sarà una bella sorpresa, vedrete) sono online le due clip riassuntive delle prime due tappe. Che cosa ci volete fare? I nostri rider sono stilosi, e ne abbiamo le prove!   Siamo stati allo Snowpark Prato Nevoso e allo Snowpark Areaeffe di Pila, e il risultato è una bomba! Simon Gruber, Filippo De... Vai alla news
  • Piu info

    CASCO EAGLE E MASCHERA 605

    05-04-2018 Snowboard Accessori
    Il casco Eagle è un casco versatile progettato per chi ama affrontare gli sport invernali sulla neve, in tutte le sue declinazioni. È caratterizzato da un design ultra compatto e un’estrema leggerezza grazie alla costruzione In-Moulding: calotta interna in EPS costampata alla calotta esterna in policarbonato.  Il nuovo sistema di ventilazione sfrutta una calotta... Vai alla news
  • Piu info

    Test materiali 2019 con due grandi eventi di fine stagione

    30-03-2018 Snowboard All News
    Due location strepitose ospiteranno i test materiali 2019 DC, CAPiTA e Union! Non perderti il Born To Ride Weekend di Livigno e il Positivity In Pink a Macugnaga La primavera è iniziata e quale modo migliore di festeggiarla se non con il Born To Ride Weekend 2018? L’evento si terrà a Livigno presso il comprensorio sciistico Carosello 3000, dal 20... Vai alla news
  • Piu info

    Ian Matteoli negli States per The Lunch 2018

    28-03-2018 Snowboard All News
    Giovanissimo ma con alle spalle esperienze da pro, il flow rider DC International in Colorado ha catalizzato l'attenzione di tutti    Con un bagaglio di trick che anche i rider più esperti si sognano, Ian Matteoli stupisce anche a Copper Mountain, negli Stati Uniti. L'occasione è l'invitational under 18 The Lunch, uno dei più... Vai alla news
  • Piu info

    Sci e snowboard freestyle con gli eventi di Pila

    21-02-2018 Snowboard All News
    L’entusiasmo dei partecipanti del Red Bull Discesa Libera 2018 non si è fermato davanti al meteo incerto di sabato 17 febbraio e la goliardia ha scaldato muscoli e animi degli atleti che hanno messo le ali per sfidarsi tra i paletti sulla pista Du Lac. Prossima tappa per lo spettacolo freestyle: Pila Rookie Fest by DEEJAY Xmasters! Alla sua seconda edizione valdostana, il Red... Vai alla news
  • Piu info

    DEEJAY Xmasters: a Pila è di nuovo un successo

    19-02-2018 Snowboard All News
    Francisco Porcella, il DEEJAY Xmasters Party con DJ Shorty, musica, adrenalina e tanto divertimento!  Conclusa anche la quarta tappa del Winter Tour 2018 Si conferma ancora una volta vincente lo straordinario legame tra il DEEJAY Xmasters Winter Tour e lo ski resort di Pila. Sabato 17 e domenica 18 la località valdostana ha ospitato la quarta e penultima tappa del... Vai alla news
  • Piu info

    CAPiTA vince Product of the Year ad ISPO

    12-02-2018 Snowboard All News
    Grandi soddisfazioni per l’azienda leader nel mercato delle tavole da snowboard alla fiera internazionale B2B dedicata agli articoli sportivi Anche quest'anno non è mancata la presenza di CAPiTA all’ISPO, la fiera internazionale B2B dedicata agli articoli sportivi svoltasi a Monaco dal 28 al 31 gennaio 2018, dove viene assegnato il premio di... Vai alla news
  • Piu info

    Union Custom House: Positivity Camp

    12-12-2017 Snowboard Bindings
    Belli, colorati e originali. Questi attacchi sono nati per mettere allegria non solo a coloro che gli indossano, ma anche a tutti quelli che ricevono sostegno dall'associazione Mato Grosso Union Binding è orgogliosa di presentare gli Union Custom House Positivity Camp! IlPositivity è il camp estivo più esclusivo che esista. Per raggiungere... Vai alla news
  • Piu info

    World RookieTour 2017/2018 - Calendario Ufficiale

    11-12-2017 Snowboard Competizioni
    Black Yeti è lieto di annunciare che è disponibile il calendario ufficiale con tutte le tappe del tour. Quest'anno l'Italia ha ospitato la seconda edizione del World Rookie Rail Jam by Skipass, tenutosi a Modena il 27 e il 28 ottobre, e ospiterà altri due eventi: il leggendario Rookie Fest a Livigno e il... Vai alla news
  • Piu info

    Quiksilver presenta 'Yesterday'

    10-12-2017 Snowboard All News
    Online l’ultimo video di Bryan Fox realizzato tra Giappone, Nuova Zelanda e Portland. Un viaggio infinito alla ricerca della neve perfetta Quiksilver è orgogliosa di presentare “Yesterday” l’ultimo video di Bryan Fox! Se la ricerca dell’onda perfetta è un mantra del mondo del surf, lo stesso vale per lo spot ideale nello... Vai alla news
  • Piu info

    Valle d’Aosta, apre Pila Snowland!

    07-12-2017 Snowboard Viaggi
    Per il ponte di Sant’Ambrogio la stazione sciistica di Pila aprirà parzialmente per garantire una vacanza freschissima. Ecco tutte le novità che vi aspettano!   Giovedì 7 dicembre aprirà lo ski resort di Pila, con la telecabina da Aosta che in soli 18 minutiporta direttamente sulle piste a 1800 mslm, partendo a poca distanza... Vai alla news
  • Piu info

    È nata la Burton4Girls Community!

    07-12-2017 Snowboard All News
    Burton è felice di presentarvi BURTON4GIRLS la nuova Community Burton tutta al femminile. Un boom di adrenalina tra camp di snowboard, surf, eventi e molto altro! A tutte le girls, iscrivetevi alla Community al link www.facebook.com/groups/  e rispondete a tre semplici domande per avere la possibilità di essere selezionate e iniziare a farne parte... Vai alla news
  • Piu info

    Il Rookie Tour Italy compie 10 anni!

    07-12-2017 Snowboard All News
    Giovani rider d’Italia siete pronti?  Torna il Rookie Tour Italy! Per la stagione 2017-2018 torna sulle nevi italiane il circuito di snowboard più amato dai rider under 18, che tu sia alle prime esperienze agonistiche o una giovane promessa, il Rookie Tour Italy ti aspetta! Rookie Tour Italy, giunto quest'anno alla sua decima edizione, è valevole per la... Vai alla news
  • Piu info

    Team DC Snowboarding Italy: video recap

    06-12-2017 Snowboard All News
    Loro sono Manuel Pietropoli, Davide Boggio e Ian Matteoli e questo è il meglio della loro passata stagione DC Snowboarding è lieta di presentare il video recap della scorsa stagione del Team Italy. Loro sono Manuel Pietropoli, Davide Boggio e Ian Matteoli, un po' come dire la storia, il presente ed il futuro dello Snowboard italiano racchiusi in... Vai alla news
  • Piu info

    COPPA DEL MONDO DI SNOWBOARD E MUSICA

    06-12-2017 Snowboard Competizioni
    Assegnata dalla Fis una seconda gara venerdì 15 dicembre; si esibiranno dal vivo il musicista di Cortina Gianluca Magri e la band AC/DI, in tributo al gruppo AC/DC Sono cominciati, in Faloria, i lavori di preparazione della Coppa del Mondo di Snowboard. Doppio l’appuntamento di quest’anno, venerdì 15 dicembre alle ore 14.00 con il gigante e sabato alle 19.20 lo... Vai alla news
  • Piu info

    Electric Masher & Slasher Snow Goggle

    04-12-2017 Snowboard Accessori
    Masher è nata per fornire il perfetto mix tra stile, visione e comfort. Questa maschera offre una visuale assolutamente ottimale grazie al suo design oversize, ma grazie al basso profilo non diventa eccessivamente ingombrante. La Masher infine offre un sistema di ventilazione ed anti nebbia che vi faranno dimenticare di indossare una maschera. Design del telaio ergonomico... Vai alla news

no title...

no date...
no content...