Torna l'attrezzatura anni Settanta

27-10-2004
Boards
A Modena Skipass, salone degli sport invernali. Attrezzatura differenziata per il gentil sesso, tute da tatuare per i rider
MODENA - Sarà la più completa vetrina per lo sci, lo snowboard e le nuove discipline emergenti della neve. Si aprirà venerdì 29 ottobre (fino al 1° novembre) a Modena. E’ «Skipass», salone del turismo degli sport invernali e del freestyle e vedrà riuniti nella città emiliana tutti i maggiori esperti del settore, con gli atleti la Fisi e della Federazione internazionale dello sci impegnati in esibizioni spettacolari in strutture avveniristiche. Una rassegna (la scorsa edizione ha avuto 150 mila visitatori) che dimostra la buona salute degli sport bianchi. Perché se è vero che lo sci alpino dal 1997 al 2004 ha avuto un calo del 24% perdendo 586 mila praticanti (lo dice una ricerca di Assosport), il popolo delle piste ha raccolto i nuovi adepti dello snowboard e delle discipline di tendenza, che affascinano i giovani. Risultato: nel 2004 i praticanti dello snowboard sono 461.000, senza raffronti con sette anni fa. E in aumento del 7% sono anche fondisti. Insomma lo sci ha bisogno di novità, che sono proprio il succo del salone di Modena.


SCI AL FEMMINILE - In modo deciso si profila quest’anno una marcata differenza tra gli attrezzi da uomo e quelli da donna. «Le donne hanno esigenze e condizioni anatomiche diverse», spiegano gli esperti, quindi anche lo sci deve soddisfare alcuni requisiti particolari. Per esempio il punto di montaggio degli attacchi è spostato 2 cm in avanti per le ragazze, poiché il baricentro del corpo femminile è diverso da quello maschile. E poi la tendenza a ridurre sempre più il peso degli sci da donna. Anche le serigrafie sono più delicate e intonate all’animo del gentil sesso. Stessa cosa per gli scarponi, che vengono costruiti specificatamente sulla forma del piede femminile, tenendo conto «del tallone d’Achille più corto e dell’avampiede più magro».


REVIVAL - Tecnologia ma anche vintage, come vuole la moda. Ecco allora gli sci Anni 70. Sul ricordo di attrezzi mitici, come i famosi Fischer C4 che tornano sul mercato. Ovviamente la versione di oggi ripropone l’esatta grafica di allora, ma all’interno si trova un’anima supertecnologica e le geometrie sono figlie del carving .


LA TAVOLA - Per i rider, che considerano lo snowboard più che uno sport uno stile di vita, ecco la giacca da tatuare a proprio piacimento con appositi pennarelli indelebili. Ma la new entry sulla neve è il Rail Contest, ossia lo scivolare con la tavola sopra i passamano. Un modo poco ortodosso di fare snowboard che si è diffuso a macchia d’olio tanto che i passamano hanno fatto la loro comparsa negli snowpark. E anche nelle nostre città, durante le giornate nevose, si sono visti i ragazzi con lo snowboard trasformare le ringhiere delle scalinate in «binari» per le proprie tavole. Il Big Air è invece il salto in orizzontale che è già diventata una disciplina Fisi. Negli snow park più attrezzati d’Italia sarà questa l’attrattiva principale, che verrà proposta in anteprima a Modena nella gigantesca rampa da 24 metri con neve artificiale.


MATERIALI - Tessuti ad alte prestazioni e cerniere a tenuta stagna per giacche a vento da condizioni estreme (ma utilizzabili benissimo anche sulle piste). L’Helly Tech XP per esempio è un tessuto idrorepellente (possono cadere fino a 10 metri d’acqua) e traspirante. E ci sono occhiali con fori sulle lenti, testate nella «galleria del vento», che creano un flusso d’aria costante e regolare che elimina definitivamente il problema dell’appannamento anche nelle condizioni atmosferiche più difficili.


SKIPASS - Non solo moda e attrezzatura. Ci sono novità anche sul fronte delle file agli impinti di risalita. Da quest’inverno l’intero sistema di emissione degli skipass del grande comprensorio di Dolomiti Superski, 1220 km di piste tra Veneto, Alto Adige e Trentino, è stato rinnovato: comode microchip cards eviteranno di inserire lo skipass nel lettore degli impianti senza continuare a togliere e mettere i guanti.

Massimo Spampani
22 ottobre 2004 - Corriere.it anche sul tuo cellulare Tim, Vodafone o Wind