MADAGASCAR

18-04-2008
Viaggi
Ho scoperto questa isola affascinante in occasione dell’Air Madagascar Windsurf Challennge 2007 , surftrip/gara molto originale , ed è stata una delle esperienze più elettrizzanti ed importanti della mia vita.

La bellezza sconcertante dei paesaggi, con baie di sabbia bianca che si tuffano nelle acque turchesi , una natura incontaminata e degna di Discovery Channel, ma la vera perla,oltre ai gentilissimi abitanti locali, è l’aliseo , un caldo vento costante che soffia ininterrottamente per tutto l’inverno australe , quindi durante la nostra estate essendo a sud dell’Equatore. I mesi migliori sono compresi tra Aprile e Novembre,con un’intensità tra i 20 e i 30 nodi . Pensate che la leggenda narra che nell’antichità le popolazioni locali facessero sacrifici alle divinità per far diminuire l’intensità del vento, fortunatamente senza grande successo!

La maggior sorpresa al mio arrivo è stata scoprire quanto sia effettivamente vasto il Madagascar, infatti la superficie di quest’isola che si trova nell’Oceano Indiano al largo della costa sudorientale dell’Africa è circa il doppio dell'Italia!! Dall’aeroporto principale di Antananarivo ci vuole un altro paio d’ore per arrivare a destinazione nel nord dell’isola ,ad Antsiranana ,anche conosciuta come Diego Suarez . Dirigendoci verso il villaggio,l’hotel Les Cocotiers a Diego Suarez, passiamo intorno ad una grossa laguna turchese e qui abbiamo il primo assaggio della portata dell’aliseo!

Ecco una rassegna degli SPOTS , che sono adatti a tutti i livelli

LES COCOTIERS
Questo è l’hotel a cui si appoggia Hollywind,composto da una struttura centrale e bungalows. E’ anche possibile noleggiare materiale valido al centro surf,a pochi metri di distanza. Lo spot è una baia lunghissima quasi completamente chiusa,come se si stesse navigando su un lago salato.L’acqua è piattissima ed azzurra, con vento side mure a sinistra.Sullo sfondo vi è la cima di una collina che emerge dall’acqua,chiamata Pan di Zucchero.

MARE DI SMERALDO
Da Ramena (paesino a 20km da Diego ed a 8km da Les Cocotiers) si carica l’attrezzatura su una barca di pescatori (una specie di piroga a vela), e si parte verso l'avventura.Appena si arriva dall'altra parte del canale che separa l'isolotto Suarez dalle penisola di Diego,si resta a bocca aperta davanti alla bellezza sconcertante di un'immensa distesa di acqua turchese e verde chiaro,ovviamente super ochettata! MadKamelèon,un'associazione turistica locale,ha organizzato un accampamento con tende,cene,ed intrattenimento,tutto organizzato alla grande.A parte questo accampamento,l’isola è completamente deserta; ogni sera grigliata di pesce appena pescato dai locali.L'acqua è piattissima all'interno della laguna,quindi perfetta sia per il freestyle che per il freeride.Circa 500m sopravento c'è anche un'altra isoletta contornata dal reef che,grazie alla direzione dello swell,è super divertente e non pericoloso,con onde side side-on mure a destra da 1.5-3m belle distanti,regolari e pulite.
Proprio in questo magico spot,nel 2008,verrà aperto un nuovo centro surf sempre distribuito in italia da Hollywind.E’ in questa location che si è svolta la maggior parte dell’Air Madagascar Windsurf Challenge 2007,con heats sia freestyle che wave.

SAKALAVA BAY
A circa 12km dall’Hotel les Cocotiers c’è un altro spot sia freestyle che wave,in cui si è disputata la precedente edizione,solo wave(soprattutto salti),dell’Air Challenge. All'arrivo c'è un cartello con un widsurfista nel mezzo di una giungla di baobab.La vegetazione si dirada e si vedono le prime barche e casette del villaggio di pescatori che vivono nella zona.E finalmente si vede anche l'oceano.Anche qui il vento è costante e teso,mure a destra, sempre sui 25-30 nodi ed,anche qui,la laguna all'interno del reef è il paradiso del freestyle e freeride.A bassa marea l'inside è veramente un biliardo con colori stupendi e vento regolare.Quando la marea si alza,la baia comincia ad esser un pochino più choppata ed è quindi possibile andare fuori al reef,dove ci sono onde un pochino meno pulite e più onshore,ma comunque divertentissime e senza il minimo pericolo.Anche in caso di rottura,si arriva all'interno della laguna e si può camminare fino alla spiaggia.

Può sembrare strano ma a mio parere la maggior attrazione di Sakalava,non sono le condizioni magiche,ma la famiglia di lemuri ( primati, progenitori delle scimmie che vivono solo in Madagascar) che vivono su un albero tutti insieme,proprio davanti al centro surf gestito da Greg, un Francese che ha lasciato l’Europa per vivere in contatto con la natura in questo angolo di paradiso.I lemuri sono super curiosi ed assolutamente a loro agio sugli alberi , li ho visti saltare da un ramo ad una palma a 5m di distanza!Sono abbastanza timidi,ma basta che abbiate una banana in mano e vi salteranno sulla spalla senza pensarci due volte!

ALLOGGIO
Il nostro punto di riferimento è stato l'albergo Les Cocotiers, gestito da un francese e dalla sua famiglia , con piscina e bungalow ordinati e funzionali,con un ampio bagno con doccia separata,e 4 posti letto con apposita retina per le zanzare.Il cibo e l'organizzazione sono veramente impeccabili ed anche la location rende questo albergo immerso nel verde uno dei migliori posti in cui alloggiare,perfino meglio del Grand Hotel a Diego Suarez.

VOLI
Ci sono dei voli con Air Madagascar da Milano alla capitale Antananarivo e poi da lì a Diego Suarez (Antsiranana). Il volo dall’Europa dura circa 12 ore più un paio di volo interno. Conviene che vi informiate in anticipo per il materiale da windsurf,comunque al di sotto dei 30kg il trasporto dovrebbe esser gratuito.Gli aeroporti sono veramente essenziali (altro che Malpensa)ma abbastanza funzionali.

TRASPORTI
Le strade in Madagascar sono principalmente piste battute che durante il periodo delle piogge diventano impraticabili(non quando c’è il vento,in quanto spira durante la stagione secca) oppure sono strade “asfaltate"che però sono disseminate di buche e canali a volte profonde anche 1 metro , quindi i tempi di percorrenza sono abbastanza lunghi ed in media 20 km significano tre quarti d'ora di auto... Per gli spostamenti interni (Sakalava-Diego Suarez) si possono usar i relitti di taxi gialli Renault 4 che affollano le strade principali (contrattate sempre prima il prezzo).

VACCINI
Io ho preso le pillole Malarone per la profilassi antimalarica(consigliata ma non obbligatoria dal ministero della sanità) e bisogna star un po' attenti a non farsi male in quanto non ci sono ospedali propriamente attrezzati nella zona.Però non vi sono grandi problemi.Le pillole non hanno avuto nessun effetto collaterale,e comunque c'è sempre così tanto vento che le zanzare praticamente non si vedono in giro.

INFO GENERALI
Diego Suarez è una cittadina molto caratteristica con i suoi negozi, ristoranti e bar, anche se la povertà della popolazione locale è a volte davvero disarmante.Le ragazze saltano addosso a tutti i turisti che vedono usando le loro qualità naturali ma sarebbe stata un’infamia approfittarne.
Il Madagascar è uno tra i più poveri paesi al mondo, anche se la presenza di acqua e l’abbondante pesce garantisce ai più di non soffrire la fame.Spero che il turismo windsurfsistico porti un po’ di benessere in quest’isola dall’immenso potenziale. La natura è veramente selvaggia e spettacolare,quindi consiglio vivamente di girar la zona in jeep e tener gli occhi aperti,in quanto vi aspetta una giungla di Baobab popolati da Camaleonti e Lemuri,immersi nella vegetazione lussureggiante contornata da lagune smeraldo con mangrovie. Io non ho avuto la possibilità,dovendo partecipare alla gara,di visitar i vari parchi naturali e le riserve,ma ve lo consiglio vivamente perchè la flora e la fauna locale è composta da parecchie scpecie autoctone che si posson osservare solo qui.

La lingua locale è il malgascio,il francese è comunque molto usato mentre l'inglese è quasi completamente sconosciuto!

La moneta è l’ARYARY che ha una valuta simile alle lire,in quanto 4 Euro sono circa 10000 aryary.Gli euro sono accettati in molti posti ma generalmente è leggermente sfavorevole per il resto che vi viene dato.

CIBO
Il cibo è principalmente pesce e crostacei freschissimi cucinati in mille modi,poi riso al cocco,filetto di zebù (mucca locale),frutta a volontà tra cui papaia grattuggiata...Tutto buonissimo e soprattutto 100% NATURALE. Non vengono usate spezie strane quindi non ci sono assolutamente problemi.

ORGANIZZAZIONE
Tramite il mio sponsor Hollywind ,tour operator torinese,che ringrazio per avermi fatto scoprire questo mondo magico,potete prenotare la vostra favolosa esperienza in Madagascar con pacchetti vantaggiosi,personalizzati ed interessanti.Per maggiori info : view link