Maui

18-04-2008
Viaggi
AUTO
Io la affitto USATA da Sergio Salaparuta , uno dei primi italiani a trasferirsi sull'isola: costa circa 30 USD al giorno inclusa l'assicurazione.Non vi servirà la navetta dall’aeroporto al parcheggio delle auto a noleggio , Sergio lascia la macchina nel parcheggio dell’aeroporto , con le chiavi sotto al sedile ed un cartello col tuo nome sul vetro : italian style !MANALOHA RENT A CAR , PHONE FAX 001 808 575 5454 , cell 001 808 283 8779 e-mail: sergiosala@hawaiiantel.net view link NB : Negli USA la benzina costa poco più di 3 dollari al gallone ( quasi 4 litri ) .

VOLO
Non si può più volare con British : da dicembre 2007 non trasportano le sacche con la nostra attrezzatura , complimenti !! Peccato , non facevano pagare extra per il trasporto , con le altre compagnie chiarite bene il discorso prima di prenotare , alcune chiedono anche 150/200 euro andata ed altrettanto al ritorno... Spesso il volo del ritorno parte verso le 21 , arrivi all’alba a Los Angeles ed il volo per l’Europa è nel tardo pomeriggio , così potresti noleggiare una macchina e farti un giro ( Universal Studios oppure Huntington Beach aka Surf City USA oppure Venice+Santa Monica oppure fate voi) ; abituati al “traffico “ di Maui le Highway di L.A. vi shockeranno!!Anziché litigare con le compagnie aeree volete noleggiare l’attrezzatura a Maui ? Le tariffe sono sui siti View link , View link Avrete sempre materiali recenti ed in buone condizioni , ma ricordate : chi si presenta prima al negozio trova una vasta scelta , gli altri…

CIBO
se restate per periodi abbastanza lunghi esiste un grossista , Costco, alla periferia est di Kahului , entri solo con una tessera che costa 45 USD ma ti offre una scelta enorme ed i prezzi migliori . Per tutti gli altri , Safeway è il supermercato di riferimento.In ogni caso tenete sempre d’occhio i prezzi per evitare sgradite sorprese alla cassa , e cercate sempre le offerte speciali : facendo così , la vita costa poco più che a Milano.

SPOTS
Sicuramente saprete già tutto sulle condizioni e gli spot di Maui , eccovi solo un breve riassunto : Vento : l’aliseo o trade wind (E/NE) soffia potente da aprile ad agosto ( 20-25 nodi , almeno 25 giorni su 30) , mentre negli altri mesi la media scende ( a dicembre , gennaio e febbraio è facile non avere vento per 10/15 giorni consecutivi). Onde : da ottobre a maggio, le VERE onde hawaiane ; da fine maggio ad agosto , lenta ed inesorabile diminuzione d’altezza e di potenza. Spots : con l’aliseo , spostandoci da est ad ovest , cioè da Ho’okipa a Spreckelsville e Kanaha , troveremo il vento sempre più forte per l’effetto Venturi causato dal vulcano e dalle West Maui Mountains , fino ad arrivare a Kihei dove l’effetto è al massimo : un giorno planavo a stento a Kanaha con la 5,7 , sono andato a Kihei e la 5 mi esplodeva in mano !

Siete arrivati fino a Maui solo per fare windsurf ?
Non dimenticate che questa è l’isola che forse riassume meglio le Hawaii , vi conviene esplorare almeno i punti salienti , che vi elenco qui sotto . Lahaina , antico porto da cui partivano le baleniere , oggi è una cittadina pittoresca con casette in legno su palafitte sull’oceano e molte gallerie d’arte dove si ammirano quadri coloratissimi e sculture che hanno come tema i fondali dell’oceano ed i loro meravigliosi abitanti. Come per una legge del contrappasso , oggi qui le balene sono mitizzate e d’inverno è possibile ammirarle da riva mentre nuotano pacifiche o dalle barche che ti accompagnano ad incontrarle ..

Statue di Buddha e cimiteri cinesi testimoniano la fusione tra le culture che sono confluite qui : oltre ai nativi ed agli anglosassoni ( che all’inizio della colonizzazione erano una minoranza ) anche cinesi , portoghesi e giapponesi . Kaanapali : zona turistica con tutti i maggiori hotels , unita a Lahaina da una ferrovia con locomotiva a vapore che serviva al trasporto della canna da zucchero . Paia : cittadina tranquilla e pittoresca , una volta viveva grazie al lavoro offerto dagli zuccherifici , poi fu “invasa” dai figli dei fiori ( con tanto di concerto di Hendrix ) ed infine dai windsurfisti che l’hanno fatta conoscere anche ai turisti “normali”. Hana : il tratto di strada tra Paia ed Hana , circa 60 miglia , si snoda nella rain forest , con scorci magici sull’oceano o su cascate nelle quali è possibile fare il bagno ; strada che secondo gli americani , abituati alle Highways a 8 corsie , è difficilissima , in realtà non crea il minimo problema ; passata Hana , si possono visitare le 7 Pools , una serie di pozze nella roccia create da un torrente che scende nell’oceano , che erano sacre per i nativi. Da Hana si può tornare semplicemente invertendo il senso di marcia oppure continuando sulla strada sterrata ( facilissima , ma le compagnie di autonoleggio la vietano ) che porta a Kihei . Prima di arrivarci si percorre il bordo sottovento del vulcano , con vegetazione più rada , mucche al pascolo e pochissime costruzioni , si passa da LaPerouse Bay , e si vede la colata di lava generata nell’ultima eruzione del vulcano , tra il 1700 e il 1800 dc .

Haleakala : il vulcano che domina l’isola , il cui nome significa casa del sole nascente : salirci in auto è facilissimo , l’impressione data dal partire da una spiaggia e dopo un’ora essere in cima ad una vulcano alto più di 3000 metri e vedere da lì la spiaggia è unica.C’è la possibilità di farsi portare in cima con un minibus e discendere in bicicletta ( facilissimo , tutto su asfalto )…

Kihei : la zona dove sono concentrati i residences , comunque niente a che vedere con Waikiki. Kahului : la cittadina che ospita il porto , il centro commerciale Kaahumanu e l’aeroporto ; nient’altro da segnalare.

Iao Valley : nelle West Maui Mountains , coperte da vegetazione lussureggiante , si aprono queste vallate percorse da ruscelli spumeggianti. Makawao : cittadina “country” assolutamente da visitare Haiku : paesino sulle pendici del vulcano , tranquillo ed immerso in una vegetazione tropicale anche perché qui piove molto più spesso che a Kahului o Kihei , ma si tratta quasi sempre di brevi spruzzate seguite dai classici arcobaleni.Maui è coperta da campi di canna da zucchero ed ananas : il verde dell'isola , in tutte le sue sfumature , rimane impresso nella memoria.Ora , sapendo che con 50/60 dollari a tratto potreste volare con Aloha Airlines su una qualsiasi delle altre isole dell’arcipelago con almeno 10 partenze al giorno , perché non ci fate un pensierino ?Da nord a sud le isole principali sono Kaui , Oahu , Molokai , Maui e Hawaii.( Nota : sono isole vulcaniche che vanno "alla deriva" da sudest verso nordovest , quindi la più antica è Kauai e la più giovane è Hawaii , che infatti ancora oggi si sta espandendo dato che il vulcano attivo rovescia lava in mare che diviene istantaneamente scogliera ).

Kauai
Chiamata anche l’isola giardino , è la più lussureggiante .Ha un lungo tratto di costa ad ovest/nordovest , la Na Pali Coast , che non è percorso da strade , quindi visibile solo dal mare o dall’elicottero , ed è proprio in quel tratto di costa che in Jurassic Park è stato ambientato il parco dei dinosauri.A Kauai c’è un canyon estremamente spettacolare e vasto ; niente a che vedere col Grand Canyon ma sicuramente impressionante , merita una visita , ci si può arrivare tranquillamente in macchina anche se secondo i tour operators il massimo è svolazzarci sopra in elicottero.Il monte Waialeale è il luogo più piovoso al mondo con circa 10 metri di pioggia ogni anno !

Oahu
( dove si trova Honolulu) La spiaggia più citata di Honolulu è Waikiki , che non è brutta ma sicuramente soffre dell'invasione di turisti ed alberghi.Honolulu comunque , seppur turistica e con grandi controsensi , non è sgradevole ( se tutte le nostre grandi metropoli fossero così….) anche grazie ai vasti parchi pubblici , zoo e acquario. Muovendosi in senso antiorario da Honolulu , a non più di 4 - 5 miglia c'è la spiaggia di Diamond Head , frequentata da surfisti e windsurfisti , la si vede dall'alto passando.Interessante la visita del cratere del vulcano Diamond Head , con possibilità di salirci e godere di un fantastico panorama. Continuando in senso antiorario ( quindi verso est) si arriva ad Hanauma Bay , da non perdere : è il cratere di un vulcano che nel corso dei millenni è stato parzialmente abbattuto dall'oceano che ha creato una baia spettacolare , con la classica spiaggia orlata di palme .Offre a tutti la possibilità di fare snorkeling in mezzo a migliaia di pesci tropicali , tartarughe e giapponesi.
Sempre molto frequentata , conviene arrivarci al mattino presto ( se non ricordo male , apre alle 9 ).Continuando nel giro si arriva al Sea Life Park , una specie di zoosafari oceanologico , interessante.
Poi si incontrano Makapuu e Sandy Beach , spiagge che d'estate hanno un po' di onde che permettono ai ragazzini di tenersi in allenamento coi bodyboards o semplicemente facendosi frullare nello shorebreak .Poi si arriva a Waimanalo e Kailua , la mitica patria di Robby , cittadina tranquilla affacciata sull'oceano.Più a nord c'è il Centro Culturale Polinesiano , dove ad uso dei turisti sono state ricreate cerimonie ed abitazioni delle diverse etnie polinesiane ( Hawaii , Samoa , Maori , Tonga , Polinesia Francese etc) : io l'ho visitato , direi "senza infamia e senza lode".Più a nord inizia la mitica North Shore , la costa dove ( in inverno) si trovano alcune tra le più famose onde del mondo (Pipeline , Waimea e Sunset ) ; d'estate l'oceano è calmo come un lago , ma alcune spiagge sono anche molto coreografiche , le classiche spiagge che ci si aspetterebbe ai tropici e che invece qui si fatica un po' a trovare.Graziosa anche la cittadina di Haleiwa , dove la maggioranza della abitazioni è ancora composta da casupole in legno stile Farwest.

Da Haleiwa per tornare ad Honolulu si può prendere l'autostrada Kamehamea ( il primo monarca che governò su tutte le Hawaii anzichè su una sola delle isole) che taglia l'isola in due passando tra campi di ananas e basi militari USA , oppure proseguire per Kaena Point e la costa ovest ( io non l'ho mai fatta , ci dovrebbe essere un pezzo di sterrato , che le compagnie di autonoleggio vietano di fare ; io comunque sono andato sugli sterrati a Maui ...)Ad Honolulu c'è la famosa Pearl Harbour con l'Ariziona Memorial , dove si vede il relitto della corazzata affondata dai giapponesi. Una visita andrebbe fatta anche al Bishop Museum con molti cimeli dei nativi hawaiiani . ed al Palazzo Reale .

Molokai , che ho soprannominato isola dei "leghisti" : negli anni della colonizzazione era il lazzaretto ( ai tempi si diffuse anche la lebbra ) , e per questo motivo è l'isola dove il turismo ha avuto minor penetrazione .Non ci sono mai stato ma penso sia la più " spontanea" ed anche quella però dove sia più facile che il turista sia visto con un po' di fastidio ( ma niente di pericoloso , appunto un po' come i leghisti in Italia con gli extracomunitari)

Hawaii
Chiamata anche Big Island , in effetti è la più vasta .E’ l’isola dei vulcani , con il Kilauea che è ancora attivo , ed il Mauna Kea e Mauna Loa , giganti addormentati che dominano l’isola.Un tour in elicottero sul Kilauea sarà un ‘esperienza indimenticabile : non capita spesso di restare sospesi a 15 metri sopra una “piscina” di lava infuocata o vedere la lava che si butta nell’oceano , o posarsi sulla colata lavica che negli anni 80 cancellò un paio di villaggi !Sull’isola ci sono alcune spiagge di sabbia nera , altre con colori che vanno dal rossiccio al verde , a seconda dei minerali presenti nella sabbia.

Informazioni generiche:
Voli dall’Europa : tutte le maggiori compagnie volano negli USA continentali e da lì alle Hawaii ( Oahu e Maui sono gli aeroporti con collegamenti internazionali ).Il volo dalla California alle Hawaii dura circa 5 ore.D’estate un biglietto A/R in economy dall’Italia può costare dai 1300 ai 1500 € .
Hotel : potrebbe essere conveniente la catena Best Western , che è diffusissima negli USA ; io non li ho mai usati alle Hawaii ma negli USA continentali sono la mia scelta preferita : prezzi nella media , camere sempre ordinate e pulite , piscina , in ogni hotel c'è un "atlante” con tutti gli hotel suddivisi per stato e città , ognuno con indirizzo , caratteristiche principali , prezzi per stagione e come arrivarci ; alle Hawaii sono sicuramente presenti a Maui ed Oahu.A parte Best Western , esistono tutti i tipi di alternative di prezzo e qualità , dall’ostello al mega hotel con piscina coi delfini e “navigazione fluviale “ interna su motoscafi di lusso ( il Westin a Kauai era così).
Autonoleggi
“classici” : Avis - Hertz - Budget - Alamo - Dollar In ogni albergo la tv ha un canale dedicato ai turisti , che trasmette a ciclo continuo pubblicità su tutte le attività disponibili e sulle bellezze dell'isola dove vi trovare : conviene dargli un'occhiata.
In ogni aeroporto troverete pubblicazioni gratuite tipo "Maui this week" o "What to do on Kaui" : contengono buoni sconto che possono essere assolutamente inutili o interessantissimi a seconda dei casi e dei gusti , anche qui conviene raccoglierne qualcuno e sfogliarlo. Su ogni isola , fare snorkeling nuotando tra pesci tropicali sgargianti è facilissimo , e non è assolutamente difficile imbattersi in tartarughe , delfini , foche ( e squali , ogni tanto ) .La pulizia delle spiagge è assoluta , è più facile vedere una foca o un delfino che un sacchetto galleggiante o una bottiglia di plastica sulla sabbia .Sebbene la convivenza tra i “locals” ed i colonizzatori ( in lingua hawaiana sono detti haole , insulto pesante ) sia molto più tranquilla oggi rispetto a 20/30 anni orsono , conviene evitare di guardare con insistenza gli hawaiiani quando passano sui loro pickup con stereo a palla , 2 nell’abitacolo e 3 nel cassone , peso medio 130 kg, ed ancora meno conveniente è fotografarli … PS : nella lingua dei locals , la pronuncia corretta è Havai’i , ed il nome della nostra isola di sogno è Maùi .
Un ottimo libro per i turisti è la “Guida APA “ , estremamente dettagliata ed attendibile.
Duke and Joker '06
Duke and Joker '06
Shock takeoff
Shock takeoff
Grubby
Grubby
Shock board tweak
Shock board tweak
Going for the Gozada ...
Going for the Gozada ...
Shock landing
Shock landing
McTwist 1 hand
McTwist 1 hand
Gozada takeoff
Gozada takeoff
Chachoo takeoff
Chachoo takeoff
Throwing the sail ...
Throwing the sail ...