Casagrande, Alberti e Cristofori vincono a Mondello la Legend Race

02-06-2019
Competizioni


Vittoria dei palermitani Marco Casagrande nei leggeri ed Alessandro Alberti nei pesanti. La romana Simona Cristorori vince nella categoria femminile.

di Guido Amato) – Le condizioni meteo atipiche per il clima abituale di Mondello, con nuvole e pioggia a far spesso da capolino ma con varie condizioni di vento, non hanno arrestato l’entusiasmo e la voglia di regatare di ben sessantaquattro partecipanti accorsi da ogni parte del mondo per poter prender parte alle tre giorni di regate dal 24 al 26 maggio che si è svolta nella bella cornice di Mondello.

Il golfo è ritornato a popolarsi delle vele della Classe Windsurfer dopo l’appuntamento del 2018 ed i Campionati Italiani Open del settembre 2017. Il taglio internazionale della competizione è stato confermato dalla presenza di surfisti provenienti da diverse parti del Mondo. Spagna, Francia, Olanda, Russia, ma anche la lontana Thailandia grazie anche al rinnovato entusiasmo suscitato dalla neonata “Windsurfer-LT”, detta anche “White-Board” e brandizzabile a piacimento da tutti i marchi di windsurf che possono scegliere di commercializzarla con il proprio logo ed eventualmente la propria grafica. Un prodotto che nasce sia per attività di scuola vela che per regate come quella di Mondello e le molte altre che, dal debutto della nuova attrezzatura avvenuta a Vindicio nel 2018, hanno registrato partecipanti ed un interesse in costante crescita motivata anche dalla presentazione della candidatura quale tavola ufficiale per l’edizione 2024 dei Giochi Olimpici che si terranno a Parigi.

Una volta espletate le procedure di registrazione sotto il sole di venerdì 24 tutti i partecipanti – di visi nelle due flotte dei leggeri / donne e dei pesanti – si sono ritrovati per ora di pranzo sulla linea di partenza per la c.d. practice-race, una regata di prova che ha dato modo sia agli atleti – specialmente quelli in trasferta o arrivati a Mondello per la prima volta – di testare il campo sia ai giudici di mettere a punto gli automatismi necessari in previsione del giorno successivo, quando la competizione è entrata nel vivo. Una volta completata la practice-race hanno preso il via le batterie eliminatorie dello spettacolare slalom, con un vento leggero di levante che ha consentito al comitato organizzatore di montare il campo a pochi metri dalla spiaggia, destando dunque la curiosità dei numerosissimi presenti, incuriositi dalle evoluzioni dei surfisti impegnati in un vero e proprio match-race tra le sei boe che costituiscono il percorso da navigare secondo un ordine ben definito. Quella che inizialmente era sta concepita come “Legend Race” ad inviti è stata aperta a tutti per far testare le peculiarità del percorso a sei boe che esalta atletismo, tattica e capacità nella conduzione della tavola, dando spettacolo in qualsiasi condizione di vento. La numerosità degli scontri diretti ha, quindi, comportato l’impossibilità di completare tutto il programma lasciando la voglia di sfidarsi per tutti coloro i quali sono approdati alle semifinali (Marco Casagrande, Beppe Barone, Silvio Catalano ed Edoardo Thermes).

Le regate di flotta hanno preso il via al sabato sotto la pioggia che ha accompagnato il risveglio degli atleti ed il loro incredulo (a causa del tempo) arrivo in spiaggia. Leggerissimo vento di levante con entrambe le flotte che hanno portato a termine tutte e tre le prove previste per la giornata. Tra i leggeri a guidare la classifica uno dei padroni di casa, Marco Casagrande, grazie al suo straordinario ed intramontabile talento abbinato, in questo caso, ad una conoscenza perfetta del campo di regata nonostante le condizioni non fossero senza dubbio quelle tipiche di Palermo. Tre primi posti, quindi, quelli inanellati da Casagrande dell’Albaria davanti a Marco Costagli della Lega Navale di Piombino, ottimo secondo davanti all’altro siciliano Silvio Catalano da Marsala, con precedenti importanti nelle categorie Techno 293 ed RS:X.  Tra le donne a primeggiare è l’eterna Simona Cristofori davanti alla francese Celine Bordier e l’altra atleta marsalese, Bruna Ferracane.

Nella flotta dei pesanti è Alessandro Tonno Alberti del Tuna Beach Addaura con due primi posti ed un secondo a precedere l’altro piombinese Alessandro Torzoni ed il palermitano Alberto Gange del Circolo Lauria. Respinta la protesta contro lo stesso Alberti, conseguenza di una non chiara applicazione della controversa regola del “no-pumping” che sta animando tante discussioni nel corso di questa stagione di regate. Il sabato si è concluso con la tradizionale cena riservata ai partecipanti alla competizione e i loro ospiti, tenutasi anche quest’anno presso il vicino Bar Alba di Mondello nei pressi del Club.

Nonostante le previsioni lasciassero immaginare una giornata più radiosa, anche la domenica è stata accompagnata da nuvole e pioggia. A causa del vento rabbioso l’ultima giornata della manifestazione è stata conclusa come da programma, con condizioni meteo che hanno costretto al ritiro molti concorrenti. La domenica ha quindi confermato le classifiche provvisorie del sabato, consolidandone i risultati.

 

La premiazione si è svolta nell’isola pedonale che quest’anno è stata oggetto di attenzione da parte dell’Amministrazione Comunale ai fini dell’introduzione di semplici ma importanti modifiche con lavori ancora in corso per migliorarne la vivibilità e fruibilità da parte della Cittadinanza, sotto la supervisione diretta del Vice Sindaco Fabio Giambrone.

In questa foto Fabio Giambrone (vice sindaco di Palermo nel corso di una conferenza di servizi tenutasi sul marciapiede di Viale Regina Elena).

Nonostante il World Festival On The Beach si sia ridimensionato da quando è stata ridotta fruibilità pubblica della spiaggia di Mondello, l’interesse e l’entusiasmo di tanti i quali accorrono a Palermo in queste date non è mai cessato e si rinnova ogni anno.

La tre giorni di Mondello è stata anche tappa del campionato regionale della classe giovanile Techno 293. La vittoria tra gli under 17 è andata a Giuseppe Romano del Lauria. Tra gli under 15, primo Gabriele Zavatteri, anche lui del Lauria, così come Francesca Salerno vittoriosa nella categoria under 13.

Annullato per mancanza di partecipanti il Campionato Italiano della Classe Raceboard che in Italia dovrebbe rivedere le regole affinchè possa far includere per le proprie gare tutte le tavole a vela e non soltanto quelle inserite nella lista non aggiornata della World Sailing.

Guido Amato
foto: di Salvatore Lopez, Alamon. – Link: https://www.albaria.org/windsurfer-legend-race/
Video: Giovanni Costa

Casagrande, Alberti e Cristofori vincono a Mondello la Legend Race
Casagrande, Alberti e Cristofori vincono a Mondello la Legend RaceVideo
06-08-2019

Terza tappa Campionato Italiano Giovanile Slalom Windsurf 2019 a Reggio Calabria

CAMPIONATO ITALIANO GIOVANILE 2019...
Competizioni 
04-08-2019

Soddisfazione per Eugenio Marconi al Campionato mondiale di freestyle

Dopo 5 giorni di gare si è concluso sabato 3 agosto il...
Competizioni 
03-08-2019

Il reggino Francesco Scagliola protagonista a Fuerteventura

Impegno in terra spagnola per il reggino Francesco Scagliola, reduce...
Competizioni 
28-07-2019

Successo il Mondiale Windsurfer di Torbole

Assegnati ai Mondiali Windsurfer di Torbole titoli per le quattro discipline Slalom, Free...
Competizioni Video
27-07-2019

Mondiali Windsurfer DAY 4: i fratelli Nicolò e Sofia Renna protagonisti

Mondiale Windsurfer cala l’asso...
Competizioni Video
Sponsor

 
26-07-2019

Mondiali Windsurfer Torbole- day 3

Il Mondiale Windsurfer prosegue tra regate di slalom, free style e course race Il Windsurfer Spirit...
Competizioni 
23-07-2019

Cs AICW - I vincitori della 2^ tappa Campionato Italiano Giovanile Slalom

2^ tappa Campionato Nazionale Giovanile...
Competizioni