Tutte le informazioni per scegliere meglio la tua prossima tavola da surf

04-03-2010
Didattica

PRINCIPI BASE
Costruire una tavola da surf è un lavoro che richiede molta concentrazione ed attenzione. Piccoli particolari possono cambiare profondamente la funzionalità della tavola. Lo shape può essere diviso in 6 parti: shape piano, rocker, bottom, volume, bordi (rail) e pinne.

Come indica la figura (A, B, C) ogni punto a una funzione specifica per ogni momento dell’onda. (foto 1)

A. È la zona che da la direzione alla tavola. Essendo il punto maggiormente a contatto con l’acqua è direttamente legato all’esecuzione delle manovre.

B. In questa zona si trova il wide point, il punto massimo di larghezza. Il volume solitamente è maggiore rispetto alle altre sezioni della tavola. In questo punto il flusso d’acqua raggiunge l’equilibrio.

C. È la zona “meno” importante della tavola avendo poca superficie a contatto con l’acqua. Le sue caratteristiche entrano in gioco durante il take off e sono determinanti per il nose riding con il longboard. In questa parte della tavola il flusso d’acqua inizia ad essere incanalato verso il wide point.

Shape piano
Lo shape piano è la superficie della tavola. Vista da una prospettiva frontale fornisce le prime impressioni sulla tavola.

MISURA
Le misure della tavola vengono scelte in funzione delle caratteristiche fisiche del surfista (altezza e peso),
delle sue capacità tecniche e delle dimensioni delle onde.



OUTLINE
L’outline corrisponde al perimetro della tavola. È quella linea che unisce le varie sezioni della tavola (larghezza
nose, wide point, tail).


WIDE POINT
È il  . Il wide point può essere al centro della tavola oppure leggermente spostato in avanti verso il nose o indietro verso il tail. Un wide point più arretrato conferisce più manovrabilità alla tavola mentre un wide point più avanzato la rende più rigida nei cambi di direzione.


ROCKER
Il rocker corrisponde all’incurvatura della tavola. Più è accentuato e meno superficie risulta essere a contatto con l’acqua rendendo la tavola più manovrabile ma più lenta nel take off e nelle sezioni meno ripide dell’onda. Un rocker meno accentuato avendo più superficie a contatto con l’acqua permette alla tavola di passare le sezioni lente dell’onda con più facilità.

A. Rocker accentuato: curve più strette, maggiore manovrabilità, minore proiezione e minore velocità nelle sezioni lente.

B. Rocker meno accentuato: maggiore velocità nelle sezioni lente, più proiezione, curve più larghe e meno manovrabilità.

C. Più rocker nel tail: perde velocità, guadagna verticalizazzione, permette manovre strette, ma perde in proiezione.
Raccomandata per chi spinge con molta pressione sul piede anteriore. In questo caso il rocker in punta dovrà essere ridotto per garantire proiezione e velocità alla tavola.

D. Meno rocker nel tail: curve più larghe, aggrega velocità e proiezione, ma perde in verticalizzazione.
Raccomandata per chi esercita più pressione con il piede posteriore. Questi surfisti si caraterizzano per avere un ottimo controllo della tavola, tuttavia con poca velocità e proiezione nelle manovre.

E. Più rocker nel nose: raccomandata per onde tubanti, poichè facilita il drop, riducendo l’entrata del flusso d’acqua.

F. Meno rocker nel nose: raccomandata per onde mosce, facilita l’entrata nell’onda.



DISTRIBUZIONE DI VOLUME / FOIL
La . Un’errata distribuzione del volume può pregiudicare totalmente la performance della tavola.
La parte posteriore deve avere proporzionalmente più volume, poichè è li che si concentra il peso del surfista. (Foil è la distribuzione del volume, ossia la curva del deck con la curva del bottom).



NOSE
Il nose è la parte anteriore della tavola, la prima a venire a contatto con la superficie dell’onda durante il take off.
Un nose più largo garantisce più galleggiabilità ma meno manovrabilità mentre un nose più stretto rende più manovrabile ma più lenta nel take off.


TAIL
È uno dei dettagli più visibili e anche con più variazioni. Incide direttamente nella performance della tavola.
Squash: è il più usato ai giorni d’oggi ed è più compatibile con il surf attuale. Inoltre con piccole modifiche può essere applicata a qualsiasi tipo di tavola unendo le caracttzeristiche di tutti gli altri tail. Funziona bene in quasi tutti i tipi di onda.
Pin tail: : il pin tail essendo molto stretto garantisce stabilità e velocità nelle sezioni molto ripide dell’onda. È molto utile nelle tavole superiori ai 7’ utilizzate nelle onde tubanti. La sua variante, il round-pin tail, rende la tavola leggermente più manovrabile ma meno stabile.
Swallow: è una variazione del pin tail ma essendo più largo rende la tavola più manovrabile e allo stesso tempo stabile rispetto ad uno squash.
Wings: i wings permettono di restringere la larghezza del tail in tavole larghe. Molto usato nei fish retrò facilita il rail to rail.

Ogni tipo di tail può subire le seguenti variazioni: Stretto: manovre sicure e potenti. Largo: manovre dolci e maggiore sostentazione idrodinamica. Più rotonda: manovre dolci e curve più larghe. Più a punta: manovre incisive.
















BOTTOM

Il bottom è la parte della tavola direttamente a contatto con la superficie dell’acqua. Il può avere diversi tipi di
caratteristiche:

V bottom: favorisce il cambio di rail rendendo la tavola più manovrabile. Se troppo
eccessivo, la tavola può perdere velocità e pressione nelle manovre. Normalmente
è usato tra le pinne e soppratutto in tavole con discreto volume.

Concave: contrario al V bottom, aumenta la pressione e la velocità del flusso
d’acqua, tlo. Rende la tavola più rigida e meno manovrabile. Usato in tavole sottili
e all’altezza del wide point. Una variante del concave è il double concave che
conferisce maggiore pressione e velocità alla tavola.


Fondo piatto (flat): è la via di mezzo tra il concavo e il V bottom. Aumenta la
pressione del V bottom e il cambio di rail del concavo. Normalmente usato dal
wide point fino alla punta in qualsiasi tipo di tavola. Si adatta a quasi tutti i tipi di
condizioni.

Canali (channels): canalizzano il flusso d’acqua in linea retta, aumentando la
velocità e la proiezione. Rende la tavola più rigida, meno manovrabile e più incollata
alla superficie dell’acqua.







BORDI / RAIL

Sono le parti laterali della tavola che “tagliano” l’acqua e controllano le virate. I parametri che definiscono il bordo
sono tre: edge, centro, spessore.

Bordi spessi: evitano che l’acqua vada sul deck portando la tavola fuori dell’acqua.
Bordi sottili: entrano nell’acqua e offrono una maggiore sensibilità al surfista.
Low: penetrano più facilmente nell’acqua durante le curve. Permettono manovre più radicali e curve più strette. Consigliati per onde ripide e di grosse dimensioni.
Semi box: sono un ottimo compromesso fra il bordo box e quello low. Consigliato per onde alte fino ai 2m. Ideali nelle onde mediterranee.
Box: sono caratterizzati da uno spessore molto accentuato che permette alla tavola di galleggiare nelle curve senza sprofondare nell’acqua. Sono consigliati per onde poco ripide e poco potenti.
High: utilizzati nella parte posteriore della tavola (vicino al tail), galleggiano maggiormente nelle curve evitando di perdere velocità e controllo nelle onde piccole.
Sharp: utilizzati nella parte posteriore della tavola (vicino al tail), penetrano più facilmente nella superficie dell’acqua permettendo manovre più radicali e ottimo controllo nelle sezioni tubolari dell’onda.










EDGE

È l’angolo fra il rail (bordo) ed il bottom della tavola. È determinante per la manovrabilità della tavola e per la sua capacità di tagliare l’acqua.

Soft: usato principalmente nella parte anteriore della tavola (dal wide point al nose), facilita il rail to rail ovvero la capacità di cambiare bordo nelle curve. Se utilizzato nella parte posteriore della tavola (vicino al tail) perde in proiezione e velocità.
Hard: usato principalmente nella parte posteriore della tavola (vicino al tail), permette alla tavola maggiore proiezione, velocità e controllo. E’ il tipo di edge utilizzato per la maggior parte delle tavole.
 


Tanto il hard quanto il soft edge dipende dal surfista e dell’onda che sarà surfata.











DECK

Il deck shape permette di distribuire il volume lungo la superficie della tavola senza sacrificare la sua galleggiabilità. I diversi tipi di deck aiutano a tenere sotto controllo il volume della tavola e dei bordi.

Dome Deck: è il tipo di deck più utilizzato nelle shortboard
moderne. Spessore accentuato nella parte centrale
della tavola che sfuma verso rail più bassi.

Flat Deck: molto usato nel passato specialmente nei longboard, twin fin, bonzer e single fin. Permette alla tavola maggiore galleggiabilità distribuendo il volume più uniformemente.




PINE / FINS

La funzione delle pinne è quella di assorbire l’energia del flusso d’acqua dando direzione alla tavola. Esistono diverse disposizioni per le pinne, ma le principali sono:

Mono pinna/single fin: curve larghe e maggiore aderenza. Usata nei Longboard, permettono manovre dallo stile classico e aderenza durante il nose riding quando la pressione sulle pinne è praticamente nulla. Molto usata nei gun su onde di grosse dimensioni, quando il controllo è più importante che la manovrabilità.

Twin fin: maggiore manovrabilità rispetto ai single fin, ma con meno controllo e precisione. Raccomandata in condizioni di mare medio
piccolo. Ha come caratteristica la scioltezza del tail. Difficile da usare nelle sezioni ripide dell’onda.

Thruster: inventato da Simon Anderson nel 1980 è lo schema di pinne più utilizzato oggi nelle tavole corte. Garantisce performance di alto livello e allo stesso tempo versatilità.

 








Gli elementi base che compongono una pinna sono:
Profondità: misura l’altezza della pinna.
Base: lunghezza della pinna nel punto di contatto con il bottom.
Punta: estremo verticale della pinna opposto alla base.
Inclinazione: è l’angolo che si crea tra la base e la punta.
Edge di entrata: è il “rail” anteriore della pinna.
Edge di uscita: è il “rail” posteriore della pinna, solitamente molto affilato.

Flex: è la rigidità della pinna, o quanto la punta può essere flessibile rispetto alla base.

Foil: configurazione longitudinale della pinna, normalmente più larga nell’edge di entrata stringendosi gradualmente fino all’edge di uscita.


PERFORMANCE DELLE PINE
Una base maggiore aumenta la proiezione ma rende la tavola più rigida nel rail to rail. Una punta più larga aumenta il controllo e rende la tavola più rigida (caratteristica utile per la tavola da onde grosse e per il nose riding nei longboards). Quanto più inclinata è la pinna, maggiore è l’arco delle curve. Più verticale o flessibile è la pinna, minore è la proiezione.

scegliere meglio la tua prossima tavola da surf
scegliere meglio la tua prossima tavola da surf
Foto 1 ogni punto a una funzione specifica per ogni momento
Foto 1 ogni punto a una funzione specifica per ogni momento
misura della tavola in funzione altezza del surfista
misura della tavola in funzione altezza del surfista
misura della tavola in funzione altezza onda - ft
misura della tavola in funzione altezza onda - ft
outline corrisponde al perimetro della tavola da surf
outline corrisponde al perimetro della tavola da surf
WIDE POINT punto dove si trova la massima larghezza della tavola da surf
WIDE POINT punto dove si trova la massima larghezza della tavola da surf
Il rocker corrisponde incurvatura della tavola
Il rocker corrisponde incurvatura della tavola
DISTRIBUZIONE DI VOLUME FOIL - distribuzione spessore influisce galleggiabilita e manovrabilità
DISTRIBUZIONE DI VOLUME FOIL - distribuzione spessore influisce galleggiabilita e manovrabilità
Il nose la parte anteriore della tavola
Il nose la parte anteriore della tavola
TAIL Incide direttamente nella performance della tavola da surf
TAIL Incide direttamente nella performance della tavola da surf
Last news
  • Piu info

    Nuovo modello Enjoy Twin

    06-06-2018 Surf Boards
    Siamo orgogliosi di presentare ufficialmente Enjoy Twin, il nuovo modello Twin Fin sviluppato dagli shaper di TwinsBros Surfboards che da oggi è disponibile online sul sito internet www.twinsbros.net e nei migliori surf shop in Europa. [Enjoy Twin the Twin fin by TwinsBros] Nonostante che nella gamma Retro di TwinsBros fossero già presenti due twinfin:  il... Vai alla news
  • Piu info

    Semaforo rosso per il Quiksilver Longboard Classic

    06-06-2018 Surf Competizioni
      WARNING – Semaforo rosso  I tappa Coppa Italia Longboard 2018 FISW Surfing – Quiksilver Longboard Classic Dagli ultimi aggiornamenti meteo si nota un’interessante perturbazione porterebbe le condizioni idonee allo svolgimento della prima tappa di Coppa Italia Longboard per la mattinata di sabato 9 giugno 2018. La situazione metereologica verrà... Vai alla news
  • Piu info

    I Paradisi per fare surf

    17-05-2018 Surf All News
    Spiagge ideali per chi è alla ricerca dell’onda perfetta? Ecco una TOP 10 degli spots conosciuti: Peniche, Portogallo La graziosa Peniche sorge lungo uno spettacolare promontorio a picco sul mare e vanta una spiaggia cittadina particolarmente suggestiva, con molte altre di pari o superiore bellezza nei dintorni. E’ situato a nord di Lisbona ed è... Vai alla news
  • Piu info

    Tutto pronto per il Sogno del Surf Billabong Challenge

    11-05-2018 Surf Competizioni
    Manca sempre meno all’appuntamento con la seconda tappa del Campionato Italiano Juniores di Surf! Da martedì 15 maggio si aprirà il mese di waiting period del Sogno del Surf Billabong Challenge di Fregene. Dopo la prima tappa a Marina di Pietrasanta è giunto il momento per i giovanissimi surfer di tornare in acqua e confermare o ribaltare i risultati ottenuti in... Vai alla news
  • Piu info

    I migliori del mondo si sfidano sulle onde... artificiali

    07-05-2018 Surf Competizioni
    Non è l'oceano, ma un bacino d'acqua artificiale di proprietà di Kelly Slater, uno dei migliori surfisti al mondo. Lo statunitense, con l'aiuto di scienziati e ingegneri, ha sviluppato un sistema in grado di creare onde artificiali da cavalcare con la tavola da surf. La World Surf League, il campionato mondiale di questa disciplina, ha scelto così di organizzare... Vai alla news
  • Piu info

    Koxa stabilisce a Nazaré un nuovo record per la più grande onda mai surfata

    30-04-2018 Surf All News
    Il brasiliano è stato premiato ai Big Wave Awards con il trofeo "Quiksilver XXL Biggest Wave" per la sua esibizione a Nazaré dove ha surfato a 24.38 metri, battendo il precedente primato registrato nel 2011 dall'hawaiano Mcnamara (23.77 metri). Sabato a Santa Monica, in California, si sono tenuti i Big Wave Awards 2018 che hanno premiato i nuovi campioni nel mondo... Vai alla news
  • Piu info

    I top longboarder italiani pronti per il Quiksilver Longboard Classic

    26-04-2018 Surf All News
    Manca sempre meno all’attesissimo appuntamento con il via della stagione agonistica 2018 di Longboard. Dal primo di maggio si aprirà ufficialmente il waiting period del Quiksilver Longboard Classic, prima tappa della Coppa Italia 2018 di Longboard, in programma a Recco. La Coppa Italia ha assunto un valore fondamentale per gli atleti italiani, visto che il ranking verrà... Vai alla news
  • Piu info

    FCS Rivoluziona il Mercato dei Leash

    25-04-2018 Surf Accessori
    FCS ha appena lanciato sul mercato un innovativo leash che promette di rivoluzionare il settore dei laccini: più sottile e leggero, più forte, e non si aggroviglia. Si chiama Freedom Leash il nuovo leash sviluppato da FCS e appena lanciato sul mercato con l’obiettivo di rivoluzionarlo. Dopo l’innovazione introdotta con FCSII e dopo anni, se non almeno un paio di... Vai alla news
  • Piu info

    Il surfista Matteo Calatri in gara al Santa Cruz Pro

    21-04-2018 Surf Competizioni
    Matteo Calatri, 15 anni, campione italiano di surf in carica nella sua categoria, continua il suo percorso di crescita sportiva nei campi di gara internazionali. Tra qualche giorno l’atleta cagliaritano, membro del team Wipeout Boardclub, prenderà parte al Pro Santa Cruz 2018, competizione internazionale di alto livello che si terrà sulle spiagge di Santa Cruz, cittadina a... Vai alla news
  • Piu info

    Fregene - Chira, anche oggi giornata di surf

    20-04-2018 Surf All News
    La stessa tavoletta apparsa 3 giorni fa oggi è tornata al suo posto. Chira la centaura di Enea, la scultura in bronzo realizzata da Alba Gonzales, si ritrova di nuovo la plancetta tra le mani. Evidentemente lo scherzo è piaciuto tanto che l’autore ha voluto replicarlo. Lo stesso autore dovrebbe però sapere che proprio su quel piazzale ci sono (e queste funzionano) due... Vai alla news
  • Piu info

    Mattia Migliorini Indo Dream: il teaser online

    20-04-2018 Surf All News
    Online l'anticipazione del video girato a Bali, in Indonesia. La première ufficiale si terrà sabato 28 aprile a Marina di Pietrasanta dove potrai conoscere il giovane surfer Quiksilver Italy   Indo Dream, il sogno di tutti i giovani surfisti è realtà. Il nuovo video di Mattia Migliorini è senza dubbio quello che tutti stavano... Vai alla news
  • Piu info

    Emily Gussoni seconda al Krui Pro

    20-04-2018 Surf Competizioni
    La campionessa italiana per un soffio non riesce ad aggiudicarsi la vittoria nella tappa del QS della World Surf League ma conferma la sua enorme potenzialità in vista degli appuntamenti con la selezione olimpica che inizieranno il prossimo anno Questa notte in Indonesia la Campionessa Italiana di surf Emily Gussoni ha portato ancora una volta in alto il movimento del surf... Vai alla news
  • Piu info

    Australia: allerta squali, cancellata gara campionato mondo surf

    19-04-2018 Surf All News
    Sydney. Una gara del campionato del mondo di surf è stata annullata in Australia a seguito di un allarme squali. La competizione, maschile e femminile, è in corso dall'11 aprile a Margaret River Pro, una tappa di dodici giorni organizzata al largo della costa sud-occidentale dell'Australia nel quadro della World Surf League (WSL) Championship Tour. Dopo l'attacco di... Vai alla news
  • Piu info

    Al via la Coppa Italia Longboard con il Quiksilver Longboard Classic

    17-04-2018 Surf Competizioni
    Il mese di maggio inizierà con un’altra grande novità per la stagione agonistica 2018! Il primo del mese si aprirà infatti il waiting period del Quiksilver Longboard Classic, prima tappa della Coppa Italia di Longboard 2018, in programma a Recco. Il Circuito si svilupperà in quattro tappe che saranno valide per l’assegnazione del titolo di vincitore... Vai alla news
  • Piu info

    SURFING E WAKESURF ENTRANO UFFICIALMENTE NELLA FEDERAZIONE SCI NAUTICO E WAKEBOARD

    13-04-2018 Surf All News
    Si è svolta oggi al Palazzo delle Federazioni Sportive di Milano l’Assemblea nazionale straordinaria  della Federazione Sci Nautico e Wakeboard  per convalidare  l’ingresso di Wakesurf e  Surfing, con tutte le sue specialità, nella Federazione milanese,  attiva fin dal 1950. “L’ingresso di  Wakesurf e Surfing  in... Vai alla news
  • Piu info

    Ci siamo! L'estate é alle porte con SURFtoLIVE !

    10-04-2018 Surf Viaggi
    E tu hai giá programmi?  Sei giovane e non sai dove passare i mesi estivi? SURFtoLIVE ha giusto l'offerta per te!  E questo bellissimo clip di Somo, Santander, con il nuovo rider SURFtoLIVE Giovanni Cardinali, che si unisce al team piú forte d'Italia, é solo il primo motivo che ti spingerá ad unirvi a noi! Il secondo é l'OFFERTA... Vai alla news
  • Piu info

    Dean va a fare surf, quando il surf incontra la sindrome di Down

    05-04-2018 Surf All News
    Il documentario mostra una giornata tra le onde di un adolescente con sindrome di Down Dean Goes Surfing (Dean va a fare surf) è un documentario breve diretto da Caitlyn Greene che ha per protagonista un adolescente, affetto da sindrome di Down, alle prese con il mare e con lo sport. Il corto mostra la giornata passata tra le onde di Dean e di un gruppo di ragazzi con esigenze... Vai alla news
  • Piu info

    Nuovo corso di formazione FISW/ISA per istruttori di Surf e SUP

    04-04-2018 Surf All News
    Programmato il prossimo corso federale per il rilascio del brevetto di istruttore ISA/FISW, l’unico riconosciuto sul territorio nazionale ed internazionale.  Il programma prevede un corso complessivo di 36 ore, conformi con il programma di inquadramento SNAQ (Sistema Nazionale di Qualifiche dei Tecnici Sportivi) e EQF (Quadro Europeo di Qualifiche). I corsi verranno realizzatati in... Vai alla news
  • Piu info

    Edoardo Papa quinto in Portogallo

    31-03-2018 Surf Competizioni
    Quinto in classifica nella prima tappa del Campionato Europeo di surf Pro Junior 2018 che si è disputato dal 20 al 25 marzo in Portogallo per il giovane atleta di 16 anni pescarese Edoardo Papa. Primo assoluto tra i surfisti italiani e quinto tra 128 partecipanti provenienti da tutta l'Europa. In Portogallo i surfisti si sono dati battaglia in heat da 4 e dopo tre giorni di gara... Vai alla news
  • Piu info

    Fanning supera il turno nell\'ultima gara in carriera

    31-03-2018 Surf Competizioni
    Il tre volte campione della World Surfing League, Mick Fanning, supera il turno di apertura nell'ultima gara ufficiale della sua carriera, a Bells Beach, in Australia. Il 37enne surfista australiano, prossimo al ritiro dopo 17 anni di carriera, conditi da 22 vittorie nel circuito professionistico, sopravanza lo statunitense Zietz ed il brasiliano Mendes, per la gioia dei numerosi fan... Vai alla news

no title...

no date...
no content...