HOMESURFWINDSURFKITESURFSNOWBOARDSKATEBOARDMETEO 
SEARCH
Sezione

Argomento

Your Toolbar Login:username: password: (Password persa?)
   Ti trovi in Surftribe home > windsurf > Globo spots Guide > Europa > Italy > Sardegna > Cagliari (CA) > Chia Chia - Il Giudeo > Tam Tam
Cagliari (CA)
Cagliari è il capoluogo di provincia e di regione della Sardegna ed è la città e il porto più importante dell'isola sul quale è basata l'attività dell'economia locale. La provincia di Cagliari comprende 109 comuni e, specialmente la zona del Sulcis e dell'Iglesiente, è ricca di miniere da cui si estraggono zinco, piombo e combustibili fossili. Localmente ci sono anche attività industriali legate alla chimica, agli alimentari e alla produzione tessile mentre, sulla costa, si sviluppano le attività legate alla pesca e al turismo. Il modo più veloce per raggiungere Cagliari è utilizzando l'aereo grazie all'Aeroporto di Elmas che collega la città con le maggiori città italiane ed europee servendosi di voli nazionali e internazionali. Se, invece, si sceglie il viaggio via mare le tratte possibili per raggiungere Cagliari e la Sardegna sono varie: la Civitavecchia-Cagliari, la Trapani-Tunisi-Cagliari, la Napoli-Cagliari e la Palermo-Cagliari portano tutte alla città sarda. Se si privilegia il treno le Ferrovie dello Stato coprono solo la tratta Sassari-Oristano-Cagliari e la SS 131 Carlo Felice collega Cagliari con Oristano, Sassari e Porto Torres.
Cagliari (CA)
Cagliari (CA) Maps
Cagliari (CA) Maps Google
Sardegna
La Sardegna (Sardigna o Sardinna in Sardo) è una regione dell'Italia Insulare di 1,6 milioni di abitanti, con capoluogo Cagliari. È completamente circondata dal Mar Mediterraneo.

Storia
La storia della Sardegna ha radici lontane che partono dal neolitico. In particolare sono interessanti il periodo nuragico che ha visto la comparsa in Sardegna di una peculiare civiltà, segnata da grandi costruzioni megalitiche (i nuraghi), e i secoli tra il IX e il XV d. C., in cui si sviluppò l'originale civiltà dei giudicati (regni autoctoni di tradizione non feudale). Importanti anche il periodo "rivoluzionario" degli anni 1793-1796 e, nel XX secolo, le vicende della Brigata Sassari durante la Prima guerra mondiale, da cui scaturì il risveglio identitario e nazionalitario sardo.

Geografia
La Sardegna è un'Isola al centro del Mediterraneo occidentale, situata tra la Corsica a Nord, il Mar Tirreno a est, il Canale di Sardegna e la Tunisia a Sud, il Mar di Sardegna e le Baleari a ovest.

Come dimensione è la seconda isola mediterranea (dopo la Sicilia) e l'ottava isola europea, ma ha una notevole estensione costiera (poco meno di un quarto dell'intera estensione costiera dell'Italia), tanto che a lungo è stata considerata l'isola più grande del Mediterraneo.
Sardegna Meteo
Sardegna Maps
Descrizione: Italy


Il clima in Italia è generalmente temperato. Solo raramente si hanno temperature più alte di 40 gradi centigradi d'estate, o temperature inferiori ai 10 gradi sotto lo zero d'inverno. Le stagioni sono abbastanza ben definite: l'inverno è generalmente freddo, la primavera piovosa con giornate di sole, l'estate calda e secca e l'autunno sereno, più raramente piovoso, ma mai rigido.***********************
Italy Meteo
Italy Maps
Italy News
Pubblica in Chia Chia - Il GiudeoNuovo spot | Foto/video/report | Webcam | News (evento, offerta, ecc.) | Commento | Stampa PDF guida
DescrizioneMeteoWebCamGalleryNewsCommentiLinksOfferte
Ti trovi in
Altri spots nelle vicinanze di: Cagliari (CA)
News Cagliari (CA)
04/12/2008 kitesurfer
L'area di Chia, in particolare le spiagge di Su Giudeu e Campana sono un famoso spot per il kitesurf. Qui ha sede anche il Chia Wind Club gestito da Mirco Babini. Lo spot lavora con lo Scirocco (Sud - Ovest) ed il levante (Est) con i quali regala belle onde. La spiaggia è splendida: acqua cristallina, sabbia finissima e spazio a volontà. In estate la spiaggia è veramente affollata. Si può praticare il kitesurf solo da settembre a maggio. Per arrivare le coordinate sono: da Cagliari prendere la strada per Pula,quindi seguire le indicazioni per Chia. Da Sant'Antioco prendere la strada per San Giovanni Suergiu, quindi per Giba, infine per Teulada. Prima di entrare in paese svoltare a destra per Porto Teulada, inizia una bellissima strada panoramica di 23 Km che porta a Chia.
28/08/2007 Kitesurfer
Non ha bisogno di grosse presentazioni la sua fama la precede sicuramente. Difficilmente una spiaggia ha una percentuale così alta di giornate ventose è una esposizione hai venti cosi ampia.Praticamente non si esce bene solo con la tramontana.

Come si arriva
Da Cagliari direzione Pula – Teulada. Superata Santa Margherita dopo il Km. 42 circa troverete sulla sx il bivio Chia ; proseguite sino all’Hotel Chia Laguna e arrivati di fronte al suo ingresso svoltate a sx per la spiaggia. Proseguite dritti sino ad una grossa costruzione con dietro un vecchio campo da basket ormai in disuso.quello è il parcheggio che nel periodo estivo è a pagamento.Per arrivare in spiaggia proseguire a piedi.

Vento
Il Grecale è side mure a sx e forma delle discrete onde da surfare .Il levante anche lui e spesso abbastanza al traverso ma l’onda risulta si più grande ma anche meno ordinata. Lo scirocco, side on,invece è decisamente meno ordinato entra forte solo quando la perturbazione e abbastanza decisa. Il Libeccio è un po’ raro, arriva side on mure a dx e alza delle belle onde. Ponente side side/off , due storie; una quella estiva del termico , rafficato vicino a terra ma spettacolare fuori dall’isolotto. L’altra quella invernale dove il ponente da Perturbazione Atlantica forma onde che arrivano anche ai 3 metri. Purtroppo quest’ultima condizione però e poco adatta al kite in quanto il vento e la corrente portano fuori e durante il periodo invernale non c’è nessuna assistenza a mare. Il maestrale entra molto deciso e porta side off da dx. Anche qui stesso discorso del ponente è sconsigliata l’uscita invernale

Negozi
Il negozio accessoriato più vicino è a Cagliari Surf Spot Viale Bonaria 72 tel 070 652254

Mangiare
Non sulla spiaggia ma aperto tutto l’anno c’è sulla strada il Bar e market Mongittu. D’estate ci sono dei chioschi in spiaggia. Pizzerie e ristoranti tipici sono spesso aperti solo durante la stagione che però parte da Pasqua per concludersi ad Ottobre.

NOTE
Numerosi bagnanti durante il periodo cloù dell’estate e nei week-end. Rispettando la corsia e chiedendo tutte le info a Mirko Babini non andate incontro a problemi. Per le uscite estive chiedete sempre assistenza alla scuola.
01/01/2004 Sardegna.net
Purtroppo non posso dire molto di questo spot, però ripeto le parole dei miei amici che sono impazzito di questo luogo. Belle onde di 2 metri, acqua cristallina e molto sole! Non capisco ancora perchè questo spot nel sud-est deve essere bello ed avere delle onde alte con vento dal nord-ovest, però mi fido in questo che mi hanno raccontato. Non mi direbbero mai bugie. Inoltre, basta guardare le foto.... Si arriva a Chia prendendo la strada da Cagliari in direzione Pula. Dovete passare Pula in direzione Chia. Arrivato all`hotel Chia Laguna, dovete girare a sinistra e prendere la prima strada a sinistra (una strada bianca) che vi porta alla scuola sub. C`è un parcheggio alla spiaggia dove potete preparare il vostro materiale con tutta tranquillitá prima di uscire. Ripeto le parole del giornale "Windsurf Italia": Chia non ha eguali in Sardegna per varietà e bellezza delle sue condizioni. Innanzitutto il posto: mare cristallino e dune di sabbia dorata e finissima come a Maspalomas (Canarie). Macchia mediterranea, rocce di granito arrotondate. Anche se non doveste uscire in windsurf, con maschera e boccaglio o in mountain bike non vi annoierete di certo. Passate a Cala Cipolla o Sa Tuaredda. La spiaggia è di sabbia con grosse dune, e soffiano quasi tutti i tipi di venti, che arrivano ad avere metri d`onda 1-3.5. In particolare, quando c`è il vento che arriva da sud o il Levante, con mure a sinistra, si può fare wave. Le migliori condizioni per surfare si hanno però sicuramente quando spira Ponente, che forma onde di 2-3 metri, che tubano a 50 metri da riva.
01/01/2004 Pablo
Chia (Ca) (Pontile, Il Morto, Cala Cipolla, Pipeline, L'isolotto)
A 50 km da Cagliari, raggiungibile percorrendo la S.S. 195. Buono con venti da N-E forte a W forte. Onde ripide e tubanti su sabbia.
Acqua cristallina, dune di sabbia, scenario da favola. Max 3 metri.
01/01/2004 windsport.it
Raggiungere Chia è assolutamente elemantere cosi' come lo è arrivare al Chia Wind Club.

Proveniendo da Cagliari si segue la statale 195 verso Pula-Teulada. Passata Pula, circa al chilometro 44 c'è il bivio a sinistra per Chia.

Per raggiungere il Chia Wind Club dopo aver svoltato al bivio per Chia bisogna girare a sinistra davanti al Grand Hotel Chia Laguna, seguendo così la strada per il mare, poi bisogna seguire le indicazioni per la spiaggia Dune di Campana, arrivati quì noterete le grandi bandiere Mistral/Naish del club.

Da Cagliari sono circa 50 km.

Chia è uno spot che funziona con vento da almeno quattro direzioni (più NE, se soffia molto forte) e ha una doppia faccia: facili condizioni freeride e acqua piatta con i termici estivi, e condizioni wave da facili ad hawaiiane quando passano le perturbazioni. Oltre ad offrire la maggior percentuale di possibilità di navigare in condizioni adatte a qualunque livello di abilità (tranne quando la mareggiata è grossa) Chia è meritatamente famosa per la bellezza della spiaggia di sabbia bianca in contrasto all'acqua turchese.

Le condizioni con alta pressione stabile sono le classiche condizioni freeride estive in cui Chia può contare sul vento termico. Nell'80% dei casi il termico soffia da ovest il pomeriggio con acqua piatta, chop al largo e vento da 5.0-6.0. Nelle giornate d'estate più calde e afose il termico può soffiare al mattino da est per vele sui 6.0 e acqua piatta.

Le condizioni con le perturbazioni con vento da E e SE sono wave mure a sinistra da side-on a side-shore. Con vento da SW e W condizioni mure a dritta da side-on a side-off. Quando il vento comincia a entrare da E e SE si esce nella baia più' orientale (Spiaggia Campana) dove c'e il Chia Wind Club, quando lo shore break diventa troppo grosso vuol dire anche che il vento è abbastanza forte per uscire nella baia centrale, la Spiaggia del Giudeo, dove si esce a navigare anche con vento SW e W. La baia più occidentale che da noi locals viene chiamata Pipeline è adatta solo al surf da onda.

Accesso e pericoli: con il termico o in condizioni di onda normale Chia non pone grossi problemi di ingresso in acqua nè alcun grosso pericolo: la spiaggia è di sabbia e lo shore break modesto. L'unica attenzione va posta al fatto che a causa del vento rafficato sotto costa si tende a navigare al largo, e quindi bisogna stare attenti ad un eventuale calo del vento. Quando invece diventa molto grosso con vento da E lo shore break diventa cazzuto . Con SW e W e mareggiata grossa le onde tendono a fare close out su tutta la lunghezza della baia centrale: per uscire bisogna aspettare il timming giusto tra un set e l'altro. Anche se l'unico pericolo reale si limita alla completa distruzione dell'attrezzatura, fate attenzione alle rocce sottovento dove butta la corrente.
01/01/2004 Robby Scrash
Nome Spot: Chia
Soprannome: Il Gludeo
Zona: Costa Sud
Regione: SARDEGNA
Descrizione: Chia non ha eguali in Sardegna per varieta e bellezza delle sue condizioni. Innanzitutto il posto: mare cristallino e dune di sabbia dorata e finissima come a Maspalomas (Canarie). Macchia mediterranea, rocce di granito arrotondate. Anche se non doveste uscire in windsurf, con maschera e boccaglio o in mountain bike non vi annoierete di certo. Passate a Gala Cipolla o Sa Tuaredda, e mi direte.

Poi il vento ed il mare. C'è sempre da uscire. Per il wave vanno bene tutti i venti da Sud ed anche il Levante (mure a sinistra).

II massimo a Chia col Ponente. Barre dai due ai tre metri che tubano a 50 metri da riva, acqua trasparente, fondo sabbioso mure a dritta. Auuaah, preparatevi ai decollo!

Condizioni rare ma perfette. Chi e uscito a Chia con queste condizioni lo preferisce anche al Capo. Chiedete a Babini o Pacitto o Barrella . II maestrale invece e off-shore e va bene per lo slalom, ma state attenti ad essere in compagnia o sotto controllo dalla spiaggia, perch6 se rompete qualcosa vi ritrovano in Tunisia...... Se volete allenarvi contro il tempo, provate il 'percorso natura' del Chia Classic.

Dai Giudeo allo scoglio del Faro di Capo Spartivento e ritorno. Steve Alien lo ha fatto in 14' e 36'. E voi? N. di riferimento: Club Mistral Chia Laguna 070-92391 (Chiedete di Marco Rainis o Roberta).
Caratteristiche tecniche
Vento: Maestrale
Direzione: non disponibile
Intensità: non disponibile
Onda: 1-3,5 mt.
Periodo: Tutti
Vento: Ponente
Direzione: non disponibile
Intensità: non disponibile
Onda: 1-3,5 mt.
Periodo: Tutti
Tipo spiaggia: sabbia dorata

01/01/2004 Surf
IL PONTILE
A 50 km da Cagliari lungo la statale 195 direzione ovest. E' il migliore spot della costa Sud. Per via della sua particolare disposizione lavora con ogni tipo di swell tranne che quelle provenienti da N e N/O. Gli spot sono tanti e con onde di buona qualità. A fianco di un pontile rompono onde sinistre alte fino a 3 m, tendenti a tubare in partenza: lavora al meglio con swell da N/E, E e S/E. 50km west of Cagliari along ss195. Best spot of the south coast, picks up on any swell except N and N/W. Fast lefts on rocks. Clean water. Crowded on week-ends. Good quality lefts working on N/E, E and S/E swells breaking aside of local jetty.
IL MORTO
Oltre il piccolo promontorio del PONTILE offre le sue condizioni migliori con grosse mareggiate da O. Onde destre sino a 3 m molto lunghe, tubanti in diverse sezioni.
L'ISOLOTTO
Ottimo spot quando al pontile le onde sono piccole. Lavora con le stesse condizioni del MORTO ma qui le onde sono sinistre e raggiungono i 2 m.
PIPELINE
Oltre l'isolotto la spiaggia di PIPELINE viene surfata prevalentemente con swell provenienti da O. Il picco più al largo forma onde destre dai 2 ai 2.5 m molto lunghe. Il picco più a riva offre onde meno lunghe ma più ripide sia destre che sinistre che possono raggiungere i 2 m.
CHIA (CA) - CALA CIPOLLA
Oltre la spiaggia di Pipeline sorge un piccolo promontorio, che scavalcato conduce a Cala Cipolla (distanza, 500m percorribili in auto dalla strada per Pipeline) Surfabile anche con forte vento attivo, lavora principalmente con E e garantisce facile ingresso in acqua (le onde rompono sempre e comunque a 15-20m da riva). AL riparo dal promontorio sinistre tubanti fino a 2.5m e tubi di ottima qualità. Riparato dalla scogliera sulla destra. Fondale misto roccia-sabbia. Acqua pulita. 500M after the beach called Pipeline. Works with big East swells and holds onshore wind. Sheltered lefthanders up to 2.5m with nice barrels. Rock and sand bottom. Easy access to linup onli 20m from shore. Clean water.
01/01/2004 WindGURU meteo
Statistiche e condizioni meteo
01/01/2004 Pietro Porcella
Nell '80 la Sardegna era già in vetta alle preferenze del mondo windsurfustico...allora sconosciuto.

Tutto iniziò nel 1977, quando Schweitzer e Brockhaus (padrone e importatore europeo Windsurfer) scelsero Baia Sardinia per far disputare il 4° campionato Mondiale Windsurfer.

Era l'unico campionato allora esistente. Il campionissimo di allora, un ragazzino hawaiano di 14 anni chiamato Robby Naish, insieme a Charlie Messner, fu prelevato da un fotografo di 'Epoca' e da Ulli Seer (master dei fotografi di windsurf) e portato a Santa Teresa di Gallura a fare foto da copertina.

Finite le foto i due surfer pensarono di tornare a Baia Sardinia 'downwind', ma la buriana di vento li costrinse a riparare, prima di Palau, in una baia nascosta e solitaria. Quella Baia era segnata sulla mappa come Porto Puddu, oggi più nota come Porto Pollo. Nasceva così il binomio Sardegna-windsurf.

Nel '78 sempre nord-sardegna, a Santa Teresa di Gallura, Tom del Monaco lancia il 1° campionato Europeo Open.

Erano i primi vagiti della classe Open che per un lustro iniziò a contrastare la supremazia della Windsurfer, ma poi entrambe furono superate dalla World Cup. La baia più gettonata rimaneva comunque Baia Sardinia, dove dal '78 all'81 si disputò il mondiale a squadre di Windsurfer.

Mike Waltze, Alex Aguera, Rhonda Smith, Cort Larned...i miti di questo sport apparivano, lasciavano le loro impronte sull'acqua e sparivano, mentre i nostri primi campioni li imitavano.

Cagliari allora era la culla e la capitale del windsurf nazionale. La vecchia scuola cagliaritana dello Yacht Club Cagliari, aveva un serbatoio inesauribile di campioni che facevano incetta di titoli in tutte le categorie.

Manuela Mascia vinse due campionati Mondiali di Windsurfer ed uno Windglider. Solo Alessandra sensini, nella storia, può essere paragonata a lei.

Nel 1983 intanto, (mentre nasceva Windsurf Italia), nacque anche il Windsurfing Club Cagliari; inizialmente era una casupola di legno del Sig. Portoghese, un vecchio lupo di mare.

Erano venti soci che pagavano 10.000 lire a stagione per tenere il loro tavolone, oggi è il club più numeroso in Sardegna con circa 500 soci.

I posti più affollati oggi giorno li troviamo nell'oristanese che stà conoscendo il boom di Porto Pollo da 10 anni, d'estate registra il tutto esaurito, ma anche a Pasqua e Natale! (anche a Pasqua e Natale).
Top conditions
Cagliari (CA)
Vento Onde
Photo & Video
View photo and video spots
[Enter]
Credits Note legali Limiti Privacy Collabora con noi Pubblicità su Surftribe Contattaci RSS