Sei in: » Capo Mannu

Come arrivarci da:
Sinis > Putzu Idu Capo Mannu

ITA
PARTICOLARITA'
Onde grosse e potenti che dal mare aperto girano all'interno della baia. I set in genere in numero di 3/5 si alternano con serie non sempre uguali. Ogni tanto arriva il cosidetto "rastrello" che "ripulisce" letteralmente la line-up dagli imprevidenti avidi delle onde che si sono fidati troppo. La protezione del promontorio permette alle onde di arrivare lisce e senza ciop con vento da NW e N. Tavolati rocciosi con ampie buche si ergono a scalino da un fondale di 15/20mt permettendo il formarsi delle serie d'onde.

CONDIZIONI
Non è facile trovare le condizioni giuste al Capo. Non tutte le perturbazioni permettono alle onde di crescere sufficientemente e "lavorare" con il giuto vento. Normalmente il NW forza 7 per due giorni può regalare delle belle condizioni di vento side shore. Il N è più difficile e rafficato anche se permette delle belle surfate in condizioni side off.

Questo spot è considerato da alcuni lo spot più bello del Mediterraneo.
Il vento entra sideoffshore mure a dritta. Ottimo per surfare l'onda (grossa e liscia), un po' meno per saltare. La spiaggia non c'è, vi conviene usare le scarpette se volete evitare guai ai piedi.
 

E pensare che fino a dieci anni fa a Capo Mannu si portavano solo le pecore al pascolo, senza pensare che sarebbe diventata la meta più ambita e più ricercata dei surfisti di tutto il bacino mediterraneo.
Sicuramente questa pagina non servirà a tanto poichè quando un surfista passa da queste parti non ci arriva per caso ma è già stato informato da altri fratelli che a loro volta vi erano gia stati.
Qui il vento la fa da padrone e quando si arrabbia scoppia l' inferno e il mare diventa bianco e gonfio di onde che mettono i brividi solo a guardarle, ma non vi preoccupate a tutto cè un rimedio, basta andare al Capo dove le grosse onde spinte dal Maestrale girano entrando in una baia ridossata e all'ultimo ritocco ci pensa il fondale avente una morfologia tale da far irripidire un onda fino a renderla quasi perfetta.
 

Se qui vi è troppo vento e di conseguenza corrente , allora ci si può spingere al Mini Capo, uno spot ancora più ridossato dove potrete surfare onde ancora più ripide e veloci, più giù ancora troviamo la Punta , uno spot consigliato per i meno radicali. Proprio quando soffia il vento, il Capo, diventa anche il regno dei winsurfisti, molti

Point destro su roccia che lavora con medie e grandi mareggiate a NO anche con moderato vento attivo che qui è quasi offshore.

NW, wave senza compromessi, si esce dalle rocce, l'onda piu alta e potente del mediterraneo, mure dritta


ENG

Capo Mannu is on the west coast of Sardinia near Oristano, and it’s one of the best and most hardcore wave spots in the Mediterranean.

The Capo is famous and infamous for its perfect powerful waves, strong mistral and razor-sharp teeth-like pumice-rock shoreline.

With west swells the Capo will start going off with waves from 2-5 m + mistral 25-50 knots.

Medi Capo is slightly sheltered from the wind so check it out for surfing.

Mini Capo is closest to Putzu idu bay where there is a narrow beach - the waves are fast and can tend to closeout.

Mistral is side shore, N is side-off, Ponente from the west will get very lully inside the bays and is straight onshore so can easily leave you on the rocks in a wipeout. Strong mistral will tend to push you out of the bay if you’re lucky.

Laguna or Sa Mesa Longa – point break, beautiful beach. Waves 2-4 m

Check out San Giovanni with N-NO winds.

No wind or waves

Sardinia is a beautiful island, go look around.

The Capo can leave its mark.

Very sharp and jagged pumice rock coastline, many people use booties. Expect to end up on the rocks, sea urchins, powerful waves. Leashes can snag on the reefs underwater.

Localism – the local surfers are jealous of their spot, make friends onshore before paddling out to the lineup. Can get crowded.


Come arrivare

Da Oristano seguire le indicazioni per Putzu Idu. Seguire il Lungomare e girare a sn all'altezza de Bar Lepori. Seguire la strada asfaltata, continuare sullo sterrato fino al primo bivio e poi girare a sn. Lo spot si trova nel lato sud della penisola di Putzu Idu andando verso l'estremità ovest.


Materiali piu' utilizzati

Wave


Quando andare

Primavera, Inverno


Scuole e noleggi

Is Benas Surf Club: 339/8063052 - 0785/38434


I lati negativi

Molti!!!! Uno degli spot più famosi ma anche uno dei più rischiosi: Ha un solo picco che permette di surfare solo la Dx. Per uscire si esce tra le rocce in una zona rafficata e aspettando il momento di pausa tra i set d'onde. Se si sbaglia e cade la vela dite addio all'attrezzatura, che la corrente porta immediatamente sulle rocce, e pensate a nuotare... I surfisti locali: Tanti i local che difendono a spada tratta il loro di casa. Sempre più numerosi i longboardes spesso sul picco anche con le onde grosse, diventa quindi difficile surfare tutta l'onda. I kiters locali: alcuni locals riescono ad uscire in tutte le condizioni e sono quelli che riescono a prendere più onde. Inoltre bisogna stare attenti nell'addentrarsi nell'inside perché il vento lì è molto rafficato. Da quello che si può capire quindi entrare al Capo raramente permette di godersi una bella uscita.. L'ultima novità e che a brevissimo il Comune di San Vero Milis chiuderà gli accessi stradali sugli sterrati per la salvaguardia della linea costiera e macchia mediterranea. Perciò bisognerà lasciare le macchine ben lontano e fuori vista e farsi un bel trekking con l'attrezzatura.


Info

Capo Mannu è un promontorio situato a 22 km da Oristano, in Sardegna, che costituisce il punto di inizio nord della penisola dal Sinis. Sul promontorio è presente un faro di segnalamento. Il territorio del capo appartiene amministrativamente al comune di San Vero Milis.

Capo Mannu e il surf

Capo Mannu è ben noto agli amanti del surf e del windsurf. Il capo è esposto a tutti i venti dei quadranti occidentali, e in particolar modo al maestrale. Durante le mareggiate è possibile osservare onde di alcuni metri di altezza. Dal punto di vista surfistico, è stato scoperto verso la fine degli anni '80 da alcuni surfisti e windsurfisti della zona e, tuttora, rappresenta inEuropa una delle mete più ambite per la pratica di questo sport[1]. Da alcuni anni è diventato uno dei punti di riferimento inItalia per kitesurf sulle onde. Da alcuni anni ospita con cadenza annuale il "Capo del Capo", una competizione surfistica di livello nazionale.