Ischia, in piedi sulla tavola da surf: l\'allenamento insolito della nazionale di spada

01-10-2017
All News


Tutti in piedi su una tavola da surf. Perché l’importante, per partire col piede giusto, è sorridere e fare squadra. Le nazionali maschile e femminile di spada, in ritiro a Ischia, ripartono dalla spiaggia dei Maronti, la più estesa dell’isola. E tra una stoccata e l’altra al Palasport di Forio, c’è spazio per il SUP, acronimo di stand up paddle, una disciplina a metà tra surf e canoa che va diffondendosi sempre di più anche sulle spiagge italiane. E che a Ischia è già una realtà rodata, grazie a Fabio Mattera e al suo “Maestrale watersports - Kite Windsurf Sup”. Così, in mattinate illuminate da un sole ancora estivo, si divertono Paolo Pizzo e Marco Fichera, Enrico Garozzo e Rossella Fiamingo: equilibrio e forza, al resto ci pensa la suggestione di una baia unica. “Sono attività complementari di team building: favoriscono la coesione del gruppo, fondamentale per raggiungere certi risultati”, spiega il commissario tecnico Sandro Cuomo.

Che ha portato i 24 schermidori anche sulla cima del monte Epomeo: trekking e arrampicata, le linee di demarcazione tra uno sport e l’altro possono essere sottilissime. “E Ischia ancora una volta si rivela il luogo ideale per tuffarsi nella nuova stagione agonistica”, spiega il tecnico, guardando con la coda dell’occhio i suoi atleti, in equilibrio sul mare turchese dei Maronti.
 
di PASQUALE RAICALDO

Ischia, in piedi sulla tavola da surf: l\'allenamento insolito della nazionale di spada
Ischia, in piedi sulla tavola da surf: l\'allenamento insolito della nazionale di spada
Ischia, in piedi sulla tavola da surf: l\'allenamento insolito della nazionale di spada
Ischia, in piedi sulla tavola da surf: l\'allenamento insolito della nazionale di spada
Ischia, in piedi sulla tavola da surf: l\'allenamento insolito della nazionale di spada
Ischia, in piedi sulla tavola da surf: l\'allenamento insolito della nazionale di spada