Davide Marchiaro campione italiano nella categoria Kauna

16-09-2016
Competizioni

Andora. Dopo un anno di gare sparse sulle più belle coste italiane, lo scorso week end ha visto confrontarsi i finalisti del campionato italiano Sup Race 2016 nella splendida cornice di Marina di Pietrasanta, in Toscana, presso la società Nimbus che ha organizzato l’evento in maniera impeccabile in collaborazione con la Fisurf

Il Sup (stand up paddle, ovvero pagaiare stando in piedi su una tavola) è una disciplina sportiva attualmente in forte crescita; sempre più persone vi si stanno avvicinando e stanno scoprendo questa nuova attività, sia atleti già formati provenienti da altre discipline sia nuove e giovani leve.

Due giorni di gare che hanno determinato i campioni italiani di Sup Race 2016. L’andorese Davide Marchiaro si è imposto nelle due gare denominate Long Distance e Beach Race, concludendo al primo posto nella categoria Kauna, laureandosi campione italiano 2016.

La Long Distance è una gara di endurance, in questo caso erano circa 12 chilometri da percorrere, mentre la Beach Race è una gara spettacolare in cui gli atleti si trovano a dover affrontare un gran numero di virate in mare per aggirare boe debitamente posizionate e poi uno o più passaggi obbligati in spiaggia di corsa con la tavola sotto braccio su una distanza totale di 7,5 chilometri.

Nel calendario quest’anno c’erano ben 16 gare. Davide si è dapprima aggiudicato la Coppa Italia passando dalla seconda posizione alla prima grazie alla gara di Riccione del 3 settembre che lo ha visto protagonista indiscusso nella sua categoria (Kauna) e poi si è confermato sul primo gradino del podio lo scorso week end nel campionato assoluto.

Spettacolare la gara di Marina di Pietrasanta, che ha visto confrontarsi oltre 120 atleti provenienti da tutta Italia. Davide è reduce anche dall’esperienza della Lignano Sup Race dove in acqua si sono sfidati ben 284 atleti, a testimonianza del fatto che questa attività si sta espandendo sempre più.

Sup Race 2016
Sup Race 2016