Battle Of The Paddle.. SUP Culture

28-09-2011
Viaggi

Un viaggio nella cultura Yankie, in un mondo quasi finto, di spazi infiniti, dove la repressione và oltre l’idea della semplice dittatura democratica, la stessa che gli americani hanno esportato in tutto il mondo.

Non ero mai stato in America e queste grandi contraddizioni mi illuminano ancora di più sul male che viviamo in tutto il mondo.
La BOP 2011 si è conclusa e noi abbiamo portato a casa un grande risultato, l’esperienza di aver vissuto il vero mondo dello Stand Up Paddling
Lo Stand Up Paddling è lo sport popolare in Californa, credo che la marea di gente che abbiamo visto Suppare sulle rive di DanaPoint in Occasione della BOP sia la stessa che pratica SUP in Tutta Italia.
Il Villaggio della manifestazione aveva un’estensione lineare di 500 metri, dove le più importanti aziende al mondo hanno esposto i nuovi SUP 2012.

Hobie, 404 e Barck  dominano il mercato seguiti da Starboard, Naish e Rogue.  Quikblade e Kialoa indiscutibili dominatori del mercato paddle, Future Fins leader nelle pinne più usate (ne abbiamo viste di tutte le forme, colori, misure e materiali) La BOP è una manifestazione popolare a cui partecipano tutti, dai più piccoli rider che già a 6 anni si danno battaglia fra le boe e le onde, ai più agguerriti veterani (il primo nella 10 miglia è stato un uomo di 73 anni) .
Giordano passata la prima hit entra in finale nella ELITE RACE con i BIG. Nella gara più spettacolare che io abbia mai visto Giò, supportato da me come Caddy (ruolo importantissimo al giro di corsa che si effettua a terra per ben 3 volte) ha concluso davanti a Cuck Patterson in 46 posizione, portandosi a casa il merito di essere il primo Italiano nei 50 migliori al mondo!!

Conner Baxter Vince la BOP 2011 davanti a Mitchell e Ching il quale si è rifatto nella 10 miglia (guarda il video della finale)
Nella Long Distance di 10 Miglia io ho corso corso nella classe Stock 12’6 categoria (30-39 anni) e giò nella calsse 14 piedi categoria (20-29 anni)nei  250 partenti c.ca io ho concluso la mia gara al 9 posto di categoria e Giordano al 5 posto di categoria arrivando al traguardo con la vincitrice della Elite Race Candice Appleby

La gara OPEN è stata una cosa incredibile!! credo che i partecipanti fossero oltre 350, un fiume di gente che si è data battaglia, fra cui Luigi Reghitto di Adrenalina Shop di Genova
a Dana Point lo spettacolo non è mancato, vedere serfare su una sola onda 10 rider con le loro tavole Race è troppo bello, apparte i pellicani e le foche che puzzano come i nostri maiali  :-)
P.s. la visione dello Stand Up in Italia è per noi cambiata completamente, sia a livello commerciale, dove i negozi devono evolversi, rendere disponibili più prodotti, partecipare attivamente alla crescita di questo movimento, ma soprattutto per vendere un prodotto del genere, praticare altrimenti non si conoscono le caratteristiche per poter consigliare a qualcuno cosa è meglio per le sue abilità (vale anche per i produttori o distributori)…sia a livello agonistico amatoriale, dove ad oggi non esistono big o campioni, bensì tutti insieme appassionatamente rematori  in poche parole bisogna fare e non seguire le mode .

Che dire di Hobie…abbiamo trovato le tavole da utilizzare proprio sulla spiaggia, nuove fiammanti tavole per i nostri giochi 
la prossima esperienza da fare per capire veramente l’essenza di questo sport è la Molokai 2 Oahu e chissà….
adesso andiamo a serfare un pò insieme a Collin e al Team Hobie
Stay Tuned

Battle Of The Paddle SUP Culture
Battle Of The Paddle SUP Culture
Battle Of The Paddle SUP Culture
Battle Of The Paddle SUP Culture
Battle Of The Paddle SUP Culture
Battle Of The Paddle SUP Culture
Battle Of The Paddle SUP Culture
Battle Of The Paddle SUP Culture
Battle Of The Paddle SUP Culture
Battle Of The Paddle SUP Culture
Battle Of The Paddle SUP Culture
Battle Of The Paddle SUP CultureVideo