SUP: Italia nella Top Ten mondiale

11-09-2017
Competizioni

Gli ISA World SUP and Paddleboard Championship consacrano la nostra Nazionale tra quelle più forti del pianeta. Serafica: “Siamo orgogliosi di questo Team”


Cuore, determinazione, passione e tanta tenacia. Sono state queste le armi che hanno permesso alla Nazionale Italiana di Stand Up Paddle di centrare una prestazione da record agli ISA World SUP and Paddleboard Championship appena conclusi in Danimarca. 

Ottavo posto nella classifica assoluta dei Team su ben 42 nazioni partecipanti! I nostri ragazzi si sono distinti tra i quasi 300 atleti partecipanti, portando il SUP italiano a livelli mai visti prima, centrando la Top Ten internazionale e gettando delle solide basi per l’immediato futuro! 

“Sono davvero orgoglioso e soddisfatto del lavoro svolto dai nostri ragazzi – è il commento diLuciano Serafica, presidente della FISW – Federazione Italiana Sci Nautico e Wakeboard, che ha aggiunto – la Federazione ha supportato in ogni modo la spedizione italiana agli ISA World SUP and Paddleboard Championship. I ragazzi ci hanno ripagato con un posto tra i leader internazionali del SUP! Adesso siamo pronti per il Campionato Italiano Assoluto di SUP Race e soprattutto per un’altra importantissima spedizione, quella Juniores agli ISA World Junior Surfing Championship in programma in Giappone dal 23 settembre all’1 ottobre”. 

“Grazie al supporto della FISW abbiamo avuto la possibilità di mettere in piedi un Team favoloso” ha dichiarato il Direttore Sportivo della FISW Surfing Mirco Babini, presente in Danimarca per seguire la Nazionale e supportato dal Team Manager Sergio Cantagalli e, a Copenaghen, da Pier Luigi Rovegno.  

Babini ha poi aggiunto: “In pochissimo tempo siamo riusciti a radunare i più forti atleti del panorama Nazionale e creare un gruppo coeso e più che valido dal punto di vista atletico ed umano. Questa prima esperienza internazionale come gruppo ci è servita per capire quali sono i nostri attuali limiti e soprattutto per migliorarci in vista del futuro. Siamo riusciti a guadagnare un posto nella Top Ten internazionale davanti a campioni provenienti da ogni parte del mondo. Non ho dubbi sulle potenzialità di questo gruppo. Possiamo crescere e, in più di una disciplina, arrivare presto sul podio”. 

Vediamo adesso come si sono svolte queste dieci intense giornate di gara!  

Dopo l’emozionante Open Ceremony con la parata delle Nazioni, gli ISA World SUP and Paddleboard Championship sono entrati subito nel vivo con la Long Distance! Nella gara, svolta sui 18 km, grandissima prestazione di Martino Rogai e Paolo Marconi, che hanno tagliato il traguardo rispettivamente settimo e ottavo. Buona prestazione delle ragazze con il 18esimo posto di Chiara Nordio e 21esimo di Caterina Stenta. 

Questo Mondiale ha segnato la consacrazione italiana nel Prone! Cornelia Rigatti è riuscita a centrare il settimo posto nella Long Distance e il sesto nella Technical Race! Grande prestazione di Cornelia, insieme a Laura Dal Pont, Martino Rogai e Daniele Dello Margio, anche nella Team Relay Race, una staffetta che ha alternato 4 atleti per ognuna tra le 17 Nazioni in gara (Prone uomo, SUP donna, Prone donna e SUP uomo) che ha visto l’Italia piazzarsi al nono posto finale. 

Un gran battesimo del fuoco per il giovanissimo Daniele Dello Margio, sempre nel Prone. Per lui un 15esimo posto nella Long Distance e l’11esimo nella Technical Race. Sicuramente tornerà a casa con qualche rimpianto dovuto alla giovane età e all’inesperienza. Senza dubbio uno stimolo per migliorarsi ancor di più e diventare uno degli atleti di punta di questa Nazionale.  

La Sprint Race ha regalato davvero emozioni forti a tutti i presenti: Laura Dal Pont ha dato battaglia fino all’ultimo centimetro di gara classificandosi terza nella sua Heat e non riuscendo purtroppo ad entrare in finale (passavano le prime due atlete classificate per ogni heat). Capolavoro di Claudio Nika che ha vinto la sua Heat e si è presentato più agguerrito che mai alla finalissima. Purtroppo però in finale con i più forti atleti al mondo non è riuscito a bissare il successo della mattina ed ha chiuso al settimo posto in classifica. 

Italia davvero sfortunata nel SUP Wave. A Vorupør, in condizioni di mare non ottimali, i fratelli Nika non sono riusciti ad esprimersi al meglio. Claudio, complice la rottura della pinna centrale che ha reso ulteriormente impossibile da surfare le onde di Cold Hawaii, non è riuscito a passare il round 1. Leonard c’è riuscito, vincendo la sua Heat, ma la sua corsa si è fermata al Round 2. 
Discorso analogo nel femminile, con Alessia Fulceri fuori al Round 1 e Caterina Stenta che ha centrato il passaggio della sua prima heat di gara ma si è dovuta arrendere al Round 2. 

Grandi soddisfazioni e cinque finalisti nella Technical Race. Oltre al Prone, come già raccontato, anche nel SUP i nostri ragazzi si sono fatti valere! Obbiettivo finale centrato da Leonard Nika,Paolo Marconi e Caterina Stenta, passata nella mega heat di ripescaggio! Fuori, purtroppoChiara Nordio. 

Nelle finali grande partenza di Paolo che ha girato la prima boa tra la quinta e la sesta posizione e poi se l'è giocata tutta la gara nel gruppo formato da australiani, neozelandesi, americani e francesi, tutti in lotta per contendersi le posizioni tra il settimo e il tredicesimo posto. Paolo ha lottato e chiuso decimo. Leonard purtroppo ha pagato una brutta partenza, che lo ha relegato nelle posizioni di coda. Con una grandissima prestazione è riuscito a recuperare pagaiando senza tregua e a classificarsi quattordicesimo.  

Entrambi, visti i tempi di qualifica, hanno nelle braccia posizioni ben più alte. A ridosso, se non all’interno della Top Five mondiale! Il Mondiale servirà sicuramente ad entrambi come esperienza per dosare al meglio le energie nel corso dell’intera gara e attuare una strategia in grado di portarli nelle posizioni che gli spettano!  

Molto sfortunata anche Caterina Stenta. Una partenza poco felice e un incastro nei passaggi boe hanno determinato un risultato non ottimo ma comunque di rilievo. 

Neanche il tempo di rientrare in Italia e i nostri ragazzi saranno nuovamente impegnati in una competizione. Il 16 e 17 settembre ad Oristano (Torregrande) c’è il Campionato Italiano Assoluto! In palio ci sono i titoli nazionali e a lottare con i nostri ragazzi ci saranno decine di atleti provenienti da ogni parte d’Italia!

Clicca qui per iscriverti al Campionato Italiano Assoluto di SUP Race!

Rimani sempre aggiornato sulle attività della divisione surf della FISW sul sito internet o sulla pagina facebook.

SUP: Italia nella Top Ten mondiale
SUP: Italia nella Top Ten mondiale
Cornelia Rigatti
Cornelia Rigatti
Laura Dal Pont
Laura Dal Pont
Martino Rogai
Martino Rogai