Aruba Febbraio 2004

12-12-2004
Viaggi
Dal 10-02-2004 al 26-02-2004
Aruba > Oranjestad > Oranjestad
Dopo una serie interminabile di ricerche nella speranza di scoprire un luogo dove poter avere la garanzia del vento , io e Manu decidiamo per Aruba , un 'isola che si trova sopra al venezuela e che fa parte delle antille olandesi, chiamate anche ABC island : Aruba , curacao e bonaire . siamo partiti il 10 febbraio con solo volo ( KLM ) e l ' intenzione di trovare sul posto il luogo più idoneo dove dormire .

Considerando appunto che Aruba è meta del turismo olandese e americano , nelle agenzie di viaggio italiane si trova veramente poco a riguardo . Appena usciti dall 'aeroporto siamo accolti dal miglior padrone di casa che potessimo desiderare : un forte , costante e caldo vento . Riuscire a trovare dove dormire e una macchina a noleggio sarà un ' impresa epica ; scopriamo di essere capitati nella settimana del carnevale di Aruba , durante e prima della quale c' è un' affluenza straordinaria nell ' isola e ogni mezzo di trasporto e motel è già tragicamente prenotato . Inoltre i prezzi, durante quella settimana , raddoppiano per ogni cosa .

Sconsiglio vivamente di capitare ad aruba durante il carnevale che non merita assolutamente, ma porta come conseguenze : traffico intasato nelle strade , aumenti dei prezzi e difficoltà a trovare qualsiasi cosa di cui necessità un turista . Dopo un giorno intero di ricerche troviamo una stanza in un motel che costa 50 dollari a notte e 100 a notte per tutta la settimana del carnevale .Carino , pulito , ma dalla parte opposta dell 'isola rispetto allo spot di boca grandi dove , saremmo poi andati ogni giorno . Il primo giorno decidiamo di girare nella spiaggia più famosa e nota per il wind-surf con vento off-shore ma la possibilità di avere un recupero con la barca . Questo spot si trova nel lato ovest dell ‘isola .

Davanti a noi una sabbia bianchissima , un mare cristallino e piatto come l ' olio ; alle spalle però , una fila interminabile di catene di grandi hotel alti e imponenti , con spiagge private e relativi utenti costretti a entrare in acqua rimanendo in recinti costituiti da boe galleggianti , a causa dei tanti wind-surf che ci sono . E proprio i wind-surf la fanno da pradoni , e la regola dice che con i kite si può girare fino alle dieci del mattino e dopo le cinque del pomeriggio ( alle 18.30 tramonta il sole ) . Siamo in febbraio e io in Italia in inverno non giro , quindi la voglia che ho accumulato non mi fa considerare questi dettagli e prendo l'anemometro per decidere con che ala uscire .

Il vento ha un range da 10 a 27 nodi e io sono una principiante . "Però ostacoli non ci sono , in acqua non c'è nessuno" penso :"provo con la 9 " . Per un ' ora sembro un burattino in acqua attaccata ai cavi governati abilmente da eolo ; non riesco neanche a infilarmi la tavola , prima l'ala luffa e poi all ' improvviso la raffica mi porta completamente fuori dall ' acqua (peso 55kg). Sono veramente tanto al largo quando mi vengono a prendere . Il recupero costa 20 dollari ogni volta . Sconsolati decidiamo che non saremmo mai più tornati e chiediamo informazioni alla scuola per trovare altri spot . L’ unica spiaggia grande però è quella , ed è tutta con vento off-shore . Il lato opposto ( orientale ) con vento on-shore è completamente rocciosa con qualche spiaggetta ma di massimo 10 m .

Il litorale est è affascinante de visitare perché la costa rocciosa a picco sul mare in alcune zone ha formato curiose formazioni ; per esempio una piscina naturale con adiacente l ‘oceano aperto . Solo a sud , sulla punta meridionale dell ‘ isola troviamo lo spot secondo noi migliore : Boca grandi . Il vento è side per un tratto lungo di costa ( con tanti coralli che affiorano dall ‘acqua però ); poi però il litorale gira e forma una baia a U ( Boca grandi ) con vento on-shore . Protetta al largo da una barriera corallina di cui si intuisce l’esistenza considerando il frangimento delle onde , é priva di coralli pericolosi vicino a riva . Finalmente lo spot giusto per noi . Ogni giorno si parte per Boca grandi . Ogni giorno si fa kite dalla mattina alla sera . Solo un giorno su due settimane non c’è stato vento ; e la media era sempre attorno ai 18 nodi con una costanza pari solo a un asciugacapelli .

La spiaggia è completamente deserta , solo dune , niente ombra , neanche un albero , tanti vetri e lattine rotte ovunque . In acqua ci sono tante onde scomposte , causate anche dalle forti correnti che si incrociano in quel punto . Onde molto fastidiose e per nulla divertenti . I locals ci informano che in passato era stata organizzata una competizione di kite in quello spot e i pro hanno detto “ che brutto qua non veniamo più” . Ma per noi va bene così ; il vento non manca e quello che vogliamo è raggiungere una buona andatura . Ma domani è già il 26 febbraio ( giorno della partenza ) . Ci siamo divertiti e io ho raggiunto gli obiettivi che mi ero stabilita . Secondo me in uno spot come quello non si diverte chi è a un livello avanzato ; a detta dei locals era complicato prendere il tempo per saltare a causa delle onde caotiche . Ma per me e per i principianti l ‘ho considerata come un ‘ ottima palestra d ‘ allenamento . Per il resto Aruba come isola non ci è piaciuta tanto , non è per niente caraibica , nemmeno la lingua che parlano ricorda i carabi ; è un misto fra spagnolo e olandese ( si chiama papiamento ) ma di spagnolo ha veramente poco . L ‘isola è molto costruita e lungo la costa c’ è anche una raffineria .

E’ anche più costosa del resto dei carabi , non si dorme con meno di 50 dollari e anche per mangiare non è economica . Noi la prima settimana per non rischiare abbiamo alternato fra Mac-Donald e affini ; poi abbiamo trovato un ristorante con cucina del Suriname dove si mangiava molto bene con 16 dollari in due . E’ anche necessario avere una macchina poiché sul mare si trovano solo i grandi hotel molto costosi . Ho fatto tanto kite però non ci tornerei né la consiglierei a qualcuno , soprattutto kiter ; perché per i windsurfer , da quello che so , lo spot con vento off-shore è un vero paradiso .

Link utili :
www.visitaruba.com
www.aruba.com
www.arubatourism.com
www.geographia.com/aruba/
www.aruba-travelguide.com
Aruba Febbraio 2004
Aruba Febbraio 2004
Aruba Febbraio 2004
Aruba Febbraio 2004