Test Gaastra IQ 2014 Misura 4,5

18-03-2014
Sails

Mast:  370 100% gaastra rdm mast Loof  387 Boom 158

Primo Sguardo:

Una cosa e' certa: Le vele di casa Gaastra si fanno notare!!! Le grafiche accattivanti e i contrasti cromatici ammalianti non passano inosservati. Se poi si e' possessori di una tavola Tabou il risultato stilistico e' assicurato. Lasciando questi particolari imprescindibili per coloro che non lasciano nulla al caso, oltre alla forma le vele Gaastra dimostrano di avere nondimeno una notevole sostanza. Del resto sono le vele che hanno portato Alex Mussolini al 2° posto nel campionato del mondo wave, Thomas Traversa al 4°, Jamie Hancock a vincere due volte il campionato Britannico wave e  risultati lunghieri a Ross Williams ed a tanti altri riders affermati. Senza ombra di dubbio Peter Munzlinger ha fatto un gran bel lavoro! Srotolata la nuova IQ quello che salta subito all’occhio e' la cura e la ricercatezza dei materiali atti a facilitare il rider in ogni situazione: molto comoda la protezione in 3D EVA per il piede d’albero, al fine di assorbire gli accidentali impatti con essa come eccellente e' la chiarezza della finestra centrale che favorisce la visibilita'. Tanti gli accorgimenti e le innumerevoli protezioni nei punti di maggiore usura. Il variotop e la possibilita' di montare tutta la gamma gaastra IQ dalla 3,3 alla 5,4 con soli alberi (un 370 ed un 400) sono solo alcuni dei vantaggi di usare Gaastra Sails.

In acqua:

Ho avuto modo di provare la IQ 4,5 nel nostro home spot di Case del Conte in condizioni di vento molto rafficato di direzione dal side al side-on. Appena entrato in acqua, anche perche' avevo dato troppa tensione di bugna, la vela mi e' apparsa un pelino nervosa ma molto scattante e immediata nella risposta. Abituato con vele dall’erogazione fluida e progressiva, ho impiegato qualche bordo, anche trimmando meglio la tensione di bugna, a capire realmente l’anima della IQ. Una vela dal temperamento WAVE in tutti i sensi: leggera, agile, scattante, con un’erogazione ai bassi rapidissima. E’ impressionante, ed estremamente vantaggioso, avere una vela che eroghi potenza in maniera cosi' fulminea. In bottom turn una volta chiusa, la vela interrompe ogni pressione, diventa praticamente neutra. Ma nel momento in cui si ricerca potenza per impattare il lip, la nuova IQ 2014 scatena tutti i suoi cavalli in un attimo. Tale prerogativa oltre che consentire raggi di curva molto stretti risulta utile anche nelle situazioni piu' rognose dove uno scatto in avanti puo' tirare fuori dall’impaccio. Il cambio di mura e' praticamente impercettibile e la penna, grazie al materiale piuttosto deformabile, e' sempre pronta ad assecondare anche le raffiche piu' improbabili. In definitiva una vela wave che sintetizza “in toto” le esigenze degli appassionati della disciplina. Rapida da armare e trimmare, leggera e robusta al punto giusto.

Masts;

L’ho armata in maniera impeccabile con i Gaastra mast rdm 100%, come consigliato dalla casa, e senza alcun difetto con i Powerex Bamboo 100% (e' possibile approfondire nel test dedicato ai Powerex Bamboo) ma sentendo altri riders pare dia ottimi risultati anche con i Zephir by Whitereef ed i Reptile.

Trim:

Il suggerimento che posso dare, ovviamente in base al mio gusto personale, e' quello di controllare la tensione delle stecche. La stecca inferiore credo debba avere quasi una tensione massima poi man mano che si sale le stecche dovranno avere una tensione sempre inferiore fino a quella di penna che dovra' essere stretta al minimo. Controllare che il caricabasso venga cazzato adeguatamente e dare una buona tensione anche alla bugna, cio' conferira' alla vela reazioni super rapide ed una ulteriore sensazione di leggerezza.

Grazie a White Reef distribution per il supporto!!!

Paolo De Angelis windspirit staff

Gaastra IQ 2014
Gaastra IQ 2014
Gaastra IQ 2014
Gaastra IQ 2014
Gaastra IQ 2014
Gaastra IQ 2014
Gaastra IQ 2014
Gaastra IQ 2014
Gaastra IQ 2014
Gaastra IQ 2014
Gaastra IQ 2014
Gaastra IQ 2014
Gaastra IQ 2014
Gaastra IQ 2014