Test Starboard KODE 103 Anno 2013

24-06-2013
Boards

Al tatto:
Normalmente ho trovato grandi differenze tra la versione "Normale" e quella "Limited", e per questo che di solito storco un pò il naso quando devo provarne una più pesante...ma devo dire che questa volta la versione Technora mi ha sorpreso positivamente. Considerando che la Technora è la più pesante tra le 3 proposte da Starboard, già sollevarla mi ha sollevato il morale...al livello delle limited delle marche più blasonate....ma in realtà qui stiamo parlando di Starboard, mica di noccioline!! La tavola è leggera, rigida e compatta con prua morbida e tonda e una poppa pin tail alta quasi come nelle tavole freestyle. La tavola ha una finitura opaca, con pad molto ammortizzati, aumenta la sua convertibilità con la possibilità di essere utilizzata con 3 o con 4 straps.  Con 3 e le strap interne è un vero e proprio freestyle, chiaramente cambiando la sua pinna preemove Drake 30...e con le 4 straps piazzate esterne può diventare anche un freeride veloce e performante...ovviamente avendo recuperato non facilmente una pinna freeride di 34/36 cm slalom o freeride ....ma con l'attacco US Box!!! Teniamo conto che stiamo parlando di una gamma quella Kode divisa letteralmente in 3: le piccole sono wave a tutti gli effetti con settaggio a 2/3 pinne. Le grandi 113 e 123 litri sono freeride manovrieri e le centrali sono le tavole polivalenti per eccellenza da vento forte!  Se la versione Carbon costa una cifra, la Technora rappresenta invece una bella realtà che unisce qualità, durata e leggerezza ad un prezzo di Listino di ben 350€ rispetto alla versione più pregiata....un buon rapporto qualità/prezzo!!!
 
Salta all'occhio
Non è altrettanto bella della Carbon ma è sicuramente molto gradevole, a mio avviso anche meglio della Wood che come stile ha un pò fatto il suo tempo. Il bianco è predominante ma è un bianco sverniciato che fa intravedere una ricopertura carbon sia in coperta che in carena. Per il resto non ci sono altri dettagli significativi da segnalare, la grafica è comune per tutte le versioni, cambia solo il colore di fondo!! Se nella versione carbon il nero sottostante crea un bel contrasto con il colore con il colore acceso della grafica tribale, non altrettanto avviene con le altre versioni che invece richiederebbero una maggiore superficie colorata per essere più accattivanti, ma questo è il family feeling Starboard, non certo innovativo e coraggioso.
 
Alla prova:
Se a terra la nostra technora non brilla di luce propria, in acqua è tutta un'altra cosa, dimostrandosi quello che viene proposto sulla carta: una vera e propria tavola allround per un utilizzo a 360° dall'onda di scaduta per un surfista pesante, al freestyle entry level per chi vuole osare di più, in ogni caso trova il meglio in condizioni di vento sostenuto! Che sia un freestyle lo si capisce anche dalla tendenza nei salti a far slidare la poppa non alzandosi troppo la prua. La prima cosa che colpisce comunque è la grande stabilità che da sicurezza nei buchi e nelle transizioni, facilitando la virata, il galleggiamento in condizioni molto rafficate. La planata è molto pronta, basta lascare con decisione, la sensazione di scivolamento è fluida e morbida sul chop che non infastidisce per niente, anche in condizioni molto incasinate e in soprainvelatura...che differenza con il Kode provato qualche anno fa che era molto meno a suo agio nel rodeo! La velocità in andatura è discreta, migliorata dalla sensazione di totale controllo del mezzo. La strambata è pura libidine, semplice ed immediata, anche se a causa della velocità in curva richiede una certa abilità nei meccanismi. Ma la tavola è comunque larga in poppa e sopporta anche gli errori. In acqua piatta poi le strambate sono veramente speed....e il piacere della planata raddoppia!!! Con poco vento i suoi litri si sentono, o meglio si sente che non si ha sotto i piedi uno slalomone, ma con il vento sostenuto la tavola è perfetta, veloce, manovriera e comoda come una vecchia ciabatta super collaudata, anche se di vecchio non ha niente...mi ricorda molto il piacere di guida del Fanatic Skate. Io l'ho provata con 35 knt rafficati e con 18 knt altrettanto ...e in ogni occasione il Kode mi ha impressionato per la sua semplicità di conduzione, e se proprio devo trovarne un difetto, perchè voglio essere anche un pò cattivo, posso dire che non è una tavola super saltante alla vecchia maniera del Bump & Jump ma più facile da sollevare di poppa in rotazione secondo la sua vocazione freestyle. Il che ovviamente non è un gran pregio per me che non faccio freestyle, ma lo è molto di più per chi spara vulcan ed altro!
 
Adatta a :
 Surfisti polivalenti che ne possano apprezzare le doti a 360°

Surfisti pesanti per un utilizzo freemove/wave

Chi vuole un mezzo facile ma dalle grandi potenzialità!!

 
LUNGHEZZA 234 cm 
LARGHEZZA 64.5 cm 
VOLUME 103 lt
PESO 7.0
VELE UTILIZZABILI 5,0-7,0
PINNA DI SERIE 30 cm US BOX
PREZZO LISTINO 1749€

Starboard KODE 103
Starboard KODE 103