La storia del surf

29-07-2011
Didattica
Non si sa con certezza quando i Polinesiani iniziarono a praticare questo sport, ma alcuni canti Hawaiiani risalenti al quindicesimo secolo trattano di surf e dimostrano che già allora si tenevano perfino delle competizioni, durante le quali si sfidavano Re e capi di alto rango sociale. Le scommesse erano un forte incentivo per la pratica dello sport e quando le onde raggiungevano dimensioni impressionanti le scommesse riguardavano perfino proprietà personali e veniva messo in gioco orgoglio ed onore dei partecipanti.

Il primo Europeo che osservò e descrisse questo sport fu James Cook, che nel dicembre 1777 vide un indigeno di Tahiti farsi trasportare da un’onda su una canoa; nel suo diario di bordo Cook scrisse: "Mentre osservavo quell'indigeno penetrare su una piccola canoa le lunghe onde a largo di Matavai Point, non potevo fare a meno di concludere che quell'uomo provasse la più sublime delle emozioni nel sentirsi trascinare con tale velocità dal mare". L'anno successivo, approdando ad Hawaii, Cook vide finalmente degli uomini scivolare sull'acqua in piedi su lunghissime tavole di Koa lunghe cinque metri e mezzo e pesanti settanta chili.

Gli Ali'i (i Re hawaiiani) sostenevano di essere i più abili e competenti nella pratica del surf, che stabiliva una sorta di privilegio nelle antiche Hawaii perché fortemente riservato a loro. Le persone comuni che surfavano godevano di speciali privilegi nelle cerchie reali e guadagnavano lo status di "capi" in base alla loro abilità e resistenza fisica.

Il surf serviva come addestramento agli Ali’i per mantenere la forma fisica richiesta per la loro posizione sociale. I Re avevano shapers e spiagge personali in cui surfavano soltanto con altri della stessa classe sociale e nessuno osava entrare in acqua con loro.

La costruzione delle tavole veniva sempre accompagnata da una certa cerimonialità: dopo aver scelto l'albero giusto, ad esempio, prima del taglio veniva offerto alla terra un pesce in segno di riconoscimento, quindi il tronco veniva accuratamente liberato dei rami e sagomato con il solo aiuto di strumenti naturali fatti di pietra e ossa. Il tronco veniva successivamente trasportato nel riparo dove venivano custodite le canoe, dove avveniva il vero e proprio lavoro di sagomatura e finitura della tavola. In questa fase venivano usati il corallo che si trovava sulle spiagge ed una pietra ruvida chiamata 'oahi, grazie ai quali le superfici delle tavole venivano perfettamente levigate. La finitura avveniva spalmando la tavola con la stessa sostanza scura con cui venivano laccate le canoe, fatta con la cenere, il succo di una pianta grassa, il succo della parte interna di una radice e il succo dei germogli di banano. Uno strato di olio tratto dalle noci di kukui dava alla fine una perfetta impermeabilità alla tavola.

L’importanza dello spirito del surf subì un certo declino durante il diciannovesimo secolo, in parte perché i missionari cristiani ne scoraggiarono la pratica ritenendolo una distrazione nociva, in parte perchè alle Hawaii nel 1819 - contemporaneamente alla fine del sistema sociale Kapu - venne interrotto il Makahiki, una festa annuale della durata di 3 mesi (da metà ottobre a metà gennaio) dove all'arrivo delle grandi onde invernali gli hawaiiani fermavano ogni lavoro ed altra attività ed iniziavano a vivere un periodo di grande festa con musica, danze, canti e tornei di tutti gli sport hawaiiani incluso il surf. Oggi questa festa viene ricordata con la celebrazione della "settimana Aloha".

Tale declino fu determinato inoltre dalle restrizioni della nuova religione, dalla stessa attrazione degli hawaiiani per le nuove culture con cui entravano in contatto, dal sempre minor tempo libero dovuto ai nuovi sistemi lavorativi, ma soprattutto dall'arrivo, con i colonizzatori, di malattie prima sconosciute sulle isole ed alle quali gli indigeni non erano preparati, che decimarono la popolazione.

Verso la fine del diciannovesimo secolo il surf ebbe una leggera e breve ripresa durante il regno del Re Kalakaua (1874-1891), il quale si battè per recuperare tutto ciò che caratterizzava l'antica cultura hawaiiana, incoraggiandone ogni forma d'espressione quali la danza hula, i canti e tutti gli sport. A questo periodo, precisamente al 1885, risale il "battesimo" del surf sulla costa americana, dove alcuni Hawaiiani che frequentavano una scuola militare a San Mateo, in California, si costruirono delle tavole di sequoia e surfarono le onde alla foce del fiume San Lorenzo davanti ad un pubblico meravigliato ed affascinato dalla loro abilità, che fece scoccare la passione per questo sport anche sul continente.

All’inizio del ventesimo secolo il punto d’incontro per la poca gente che ancora praticava il surf era la zona di Waikiki, sull’isola di Oahu, dove un gruppo di americani aveva fondato l’Outrigger Canoe and Surfing Club ed un gruppo di surfisti Hawaiiani, tra cui Duke Kahanamoku, aveva fondato l’Hui Nalu Surfing Club. Allora l’unico hotel esistente a Waikiki era il Moana Surfrider, immerso nel verde delle palme e dei banani.

Alla fine degli anni venti le Hawaii iniziarono ad essere frequentate dai pochi turisti che potevano permettersi il viaggio. In quel periodo Rabbit Kekay segnò un passo storico per il surf, inventando un nuovo stile chiamato “hot dogging”: dopo aver imparato su pesantissime tavole di legno lunghe cinque metri, iniziò ad usare tavole di koa lunghe poco meno di due metri, simmetriche in nose e tail, con un profondo vee nella parte posteriore. Con quelle si riusciva ad effettuare manovre più strette e si poteva finalmente seguire la parete dell’onda. Osservando il suo stile, il resto dei surfisti imparò ad effettuare il bottom turn e a manovrare più agilmente anche le tavole lunghe.

Negli anni trenta gente proveniente da tutte le parti del mondo si recava a Waikiki, dove i beach boys erano diventati famosi per la pratica del surf, della canoa hawaiiana a bilanciere, e la musica. Fino ad allora, per tanti secoli, gli Hawaiiani avevano conservato il surf per loro stessi e soltanto grazie all’avvento del turismo su quest’isola, il mondo poteva conoscere le meraviglie ed il fascino del surf. Con gli anni quaranta e la seconda guerra mondiale il surf subì un nuovo colpo dolente. Con l'ingresso degli Stati Uniti nella guerra le Hawaii furono sottoposte alla legge marziale e le spiagge hawaiiane furono invase da milizie e disseminate di filo spinato.

Passati questi anni grigi venne l’epoca dorata del surf moderno, che gli americani ricordano come i favolosi anni cinquanta. Grazie alla prosperità del dopoguerra ed al grande passaparola effettuato dai militari che in qualche modo erano passati alle Hawaii, i surfisti invasero onde e spiagge come mai prima. La prima gara internazionale di surf a Makaha, che fu vinta da Rabbit Kekai con una tavola di balsa monopinna fatta da Matt Kivlin, si tenne nel 1956 ed è diventata una tra le manifestazioni internazionali di surf più importanti del mondo. Gran parte dei criteri e delle tecniche di gara del longboard moderno trae origine proprio da questo famoso evento.

L'arte del surf ebbe un fiorente periodo negli anni sessanta, quando furono prodotti decine di film sul surf. Il più famoso fu “The Endless Summer”, che generò e diffuse un’immagine molto positiva di questo sport. Tra gli altri, “Blue Hawaii”, con Elvis Presley, “Ride the Wild Surf”, “The Golden Breed”, “Gidget Goes Hawaiian”, “The Fantastic Plastic Machine”, “For Those Who Think Young”, “Ride The Wild Surf”, “The Big Surf” e molti altri. La popolarità del Surf in questo momento in tutto il mondo era in continua espansione, così come la risonanza che avevano i surf contest. La prima rivista stampata di surf, “Surfing Magazine”, fu fondata proprio nel 1960. Camicette hawaiiane e gruppi musicali surf (come Beach Boys, Surfaris, Ventures, ecc.) erano molto popolari e ad Huntington Beach, California, fu svolto il primo surf contest della storia degli Stati Uniti e finalmente, durante gli anni settanta, il surf veniva considerato oltre che uno sport, uno stile di vita.

Oggi il surf è praticato in oltre 500 paesi del mondo e da persone di ogni età, da uomini e donne. Il surf è lo sport che ha sparso gente nei mari e negli oceani di tutto il mondo durante i secoli perché nessuna sensazione può essere paragonata a quella che si prova scivolando sull’acqua spinti solo dal movimento di una lunga parete liquida.
La storia del surf
La storia del surf
La storia del surf
La storia del surf
Last news
  • Piu info

    Nuovo modello Enjoy Twin

    06-06-2018 Surf Boards
    Siamo orgogliosi di presentare ufficialmente Enjoy Twin, il nuovo modello Twin Fin sviluppato dagli shaper di TwinsBros Surfboards che da oggi è disponibile online sul sito internet www.twinsbros.net e nei migliori surf shop in Europa. [Enjoy Twin the Twin fin by TwinsBros] Nonostante che nella gamma Retro di TwinsBros fossero già presenti due twinfin:  il... Vai alla news
  • Piu info

    Semaforo rosso per il Quiksilver Longboard Classic

    06-06-2018 Surf Competizioni
      WARNING – Semaforo rosso  I tappa Coppa Italia Longboard 2018 FISW Surfing – Quiksilver Longboard Classic Dagli ultimi aggiornamenti meteo si nota un’interessante perturbazione porterebbe le condizioni idonee allo svolgimento della prima tappa di Coppa Italia Longboard per la mattinata di sabato 9 giugno 2018. La situazione metereologica verrà... Vai alla news
  • Piu info

    I Paradisi per fare surf

    17-05-2018 Surf All News
    Spiagge ideali per chi è alla ricerca dell’onda perfetta? Ecco una TOP 10 degli spots conosciuti: Peniche, Portogallo La graziosa Peniche sorge lungo uno spettacolare promontorio a picco sul mare e vanta una spiaggia cittadina particolarmente suggestiva, con molte altre di pari o superiore bellezza nei dintorni. E’ situato a nord di Lisbona ed è... Vai alla news
  • Piu info

    Tutto pronto per il Sogno del Surf Billabong Challenge

    11-05-2018 Surf Competizioni
    Manca sempre meno all’appuntamento con la seconda tappa del Campionato Italiano Juniores di Surf! Da martedì 15 maggio si aprirà il mese di waiting period del Sogno del Surf Billabong Challenge di Fregene. Dopo la prima tappa a Marina di Pietrasanta è giunto il momento per i giovanissimi surfer di tornare in acqua e confermare o ribaltare i risultati ottenuti in... Vai alla news
  • Piu info

    I migliori del mondo si sfidano sulle onde... artificiali

    07-05-2018 Surf Competizioni
    Non è l'oceano, ma un bacino d'acqua artificiale di proprietà di Kelly Slater, uno dei migliori surfisti al mondo. Lo statunitense, con l'aiuto di scienziati e ingegneri, ha sviluppato un sistema in grado di creare onde artificiali da cavalcare con la tavola da surf. La World Surf League, il campionato mondiale di questa disciplina, ha scelto così di organizzare... Vai alla news
  • Piu info

    Koxa stabilisce a Nazaré un nuovo record per la più grande onda mai surfata

    30-04-2018 Surf All News
    Il brasiliano è stato premiato ai Big Wave Awards con il trofeo "Quiksilver XXL Biggest Wave" per la sua esibizione a Nazaré dove ha surfato a 24.38 metri, battendo il precedente primato registrato nel 2011 dall'hawaiano Mcnamara (23.77 metri). Sabato a Santa Monica, in California, si sono tenuti i Big Wave Awards 2018 che hanno premiato i nuovi campioni nel mondo... Vai alla news
  • Piu info

    I top longboarder italiani pronti per il Quiksilver Longboard Classic

    26-04-2018 Surf All News
    Manca sempre meno all’attesissimo appuntamento con il via della stagione agonistica 2018 di Longboard. Dal primo di maggio si aprirà ufficialmente il waiting period del Quiksilver Longboard Classic, prima tappa della Coppa Italia 2018 di Longboard, in programma a Recco. La Coppa Italia ha assunto un valore fondamentale per gli atleti italiani, visto che il ranking verrà... Vai alla news
  • Piu info

    FCS Rivoluziona il Mercato dei Leash

    25-04-2018 Surf Accessori
    FCS ha appena lanciato sul mercato un innovativo leash che promette di rivoluzionare il settore dei laccini: più sottile e leggero, più forte, e non si aggroviglia. Si chiama Freedom Leash il nuovo leash sviluppato da FCS e appena lanciato sul mercato con l’obiettivo di rivoluzionarlo. Dopo l’innovazione introdotta con FCSII e dopo anni, se non almeno un paio di... Vai alla news
  • Piu info

    Il surfista Matteo Calatri in gara al Santa Cruz Pro

    21-04-2018 Surf Competizioni
    Matteo Calatri, 15 anni, campione italiano di surf in carica nella sua categoria, continua il suo percorso di crescita sportiva nei campi di gara internazionali. Tra qualche giorno l’atleta cagliaritano, membro del team Wipeout Boardclub, prenderà parte al Pro Santa Cruz 2018, competizione internazionale di alto livello che si terrà sulle spiagge di Santa Cruz, cittadina a... Vai alla news
  • Piu info

    Fregene - Chira, anche oggi giornata di surf

    20-04-2018 Surf All News
    La stessa tavoletta apparsa 3 giorni fa oggi è tornata al suo posto. Chira la centaura di Enea, la scultura in bronzo realizzata da Alba Gonzales, si ritrova di nuovo la plancetta tra le mani. Evidentemente lo scherzo è piaciuto tanto che l’autore ha voluto replicarlo. Lo stesso autore dovrebbe però sapere che proprio su quel piazzale ci sono (e queste funzionano) due... Vai alla news
  • Piu info

    Mattia Migliorini Indo Dream: il teaser online

    20-04-2018 Surf All News
    Online l'anticipazione del video girato a Bali, in Indonesia. La première ufficiale si terrà sabato 28 aprile a Marina di Pietrasanta dove potrai conoscere il giovane surfer Quiksilver Italy   Indo Dream, il sogno di tutti i giovani surfisti è realtà. Il nuovo video di Mattia Migliorini è senza dubbio quello che tutti stavano... Vai alla news
  • Piu info

    Emily Gussoni seconda al Krui Pro

    20-04-2018 Surf Competizioni
    La campionessa italiana per un soffio non riesce ad aggiudicarsi la vittoria nella tappa del QS della World Surf League ma conferma la sua enorme potenzialità in vista degli appuntamenti con la selezione olimpica che inizieranno il prossimo anno Questa notte in Indonesia la Campionessa Italiana di surf Emily Gussoni ha portato ancora una volta in alto il movimento del surf... Vai alla news
  • Piu info

    Australia: allerta squali, cancellata gara campionato mondo surf

    19-04-2018 Surf All News
    Sydney. Una gara del campionato del mondo di surf è stata annullata in Australia a seguito di un allarme squali. La competizione, maschile e femminile, è in corso dall'11 aprile a Margaret River Pro, una tappa di dodici giorni organizzata al largo della costa sud-occidentale dell'Australia nel quadro della World Surf League (WSL) Championship Tour. Dopo l'attacco di... Vai alla news
  • Piu info

    Al via la Coppa Italia Longboard con il Quiksilver Longboard Classic

    17-04-2018 Surf Competizioni
    Il mese di maggio inizierà con un’altra grande novità per la stagione agonistica 2018! Il primo del mese si aprirà infatti il waiting period del Quiksilver Longboard Classic, prima tappa della Coppa Italia di Longboard 2018, in programma a Recco. Il Circuito si svilupperà in quattro tappe che saranno valide per l’assegnazione del titolo di vincitore... Vai alla news
  • Piu info

    SURFING E WAKESURF ENTRANO UFFICIALMENTE NELLA FEDERAZIONE SCI NAUTICO E WAKEBOARD

    13-04-2018 Surf All News
    Si è svolta oggi al Palazzo delle Federazioni Sportive di Milano l’Assemblea nazionale straordinaria  della Federazione Sci Nautico e Wakeboard  per convalidare  l’ingresso di Wakesurf e  Surfing, con tutte le sue specialità, nella Federazione milanese,  attiva fin dal 1950. “L’ingresso di  Wakesurf e Surfing  in... Vai alla news
  • Piu info

    Ci siamo! L'estate é alle porte con SURFtoLIVE !

    10-04-2018 Surf Viaggi
    E tu hai giá programmi?  Sei giovane e non sai dove passare i mesi estivi? SURFtoLIVE ha giusto l'offerta per te!  E questo bellissimo clip di Somo, Santander, con il nuovo rider SURFtoLIVE Giovanni Cardinali, che si unisce al team piú forte d'Italia, é solo il primo motivo che ti spingerá ad unirvi a noi! Il secondo é l'OFFERTA... Vai alla news
  • Piu info

    Dean va a fare surf, quando il surf incontra la sindrome di Down

    05-04-2018 Surf All News
    Il documentario mostra una giornata tra le onde di un adolescente con sindrome di Down Dean Goes Surfing (Dean va a fare surf) è un documentario breve diretto da Caitlyn Greene che ha per protagonista un adolescente, affetto da sindrome di Down, alle prese con il mare e con lo sport. Il corto mostra la giornata passata tra le onde di Dean e di un gruppo di ragazzi con esigenze... Vai alla news
  • Piu info

    Nuovo corso di formazione FISW/ISA per istruttori di Surf e SUP

    04-04-2018 Surf All News
    Programmato il prossimo corso federale per il rilascio del brevetto di istruttore ISA/FISW, l’unico riconosciuto sul territorio nazionale ed internazionale.  Il programma prevede un corso complessivo di 36 ore, conformi con il programma di inquadramento SNAQ (Sistema Nazionale di Qualifiche dei Tecnici Sportivi) e EQF (Quadro Europeo di Qualifiche). I corsi verranno realizzatati in... Vai alla news
  • Piu info

    Edoardo Papa quinto in Portogallo

    31-03-2018 Surf Competizioni
    Quinto in classifica nella prima tappa del Campionato Europeo di surf Pro Junior 2018 che si è disputato dal 20 al 25 marzo in Portogallo per il giovane atleta di 16 anni pescarese Edoardo Papa. Primo assoluto tra i surfisti italiani e quinto tra 128 partecipanti provenienti da tutta l'Europa. In Portogallo i surfisti si sono dati battaglia in heat da 4 e dopo tre giorni di gara... Vai alla news
  • Piu info

    Fanning supera il turno nell\'ultima gara in carriera

    31-03-2018 Surf Competizioni
    Il tre volte campione della World Surfing League, Mick Fanning, supera il turno di apertura nell'ultima gara ufficiale della sua carriera, a Bells Beach, in Australia. Il 37enne surfista australiano, prossimo al ritiro dopo 17 anni di carriera, conditi da 22 vittorie nel circuito professionistico, sopravanza lo statunitense Zietz ed il brasiliano Mendes, per la gioia dei numerosi fan... Vai alla news

no title...

no date...
no content...