Cosa ti combina la Salomon

30-10-2005
Boards
In questo periodo di "stasi" sul mercato delle tavolette, vale la pena di dare uno sguardo alle novità che potrebbero smuovere le acque. Salomon, azienda leader nel settore windsurf, lancia la "blue board", un concentrato di tecnologia che promette un reale progresso sul fronte dell'attrezzatura.

La Blue board altro non è che un prototipo delle potenziali tavole della prossima generazione, costruita secondo il sistema S-CORE, e fino ad ora in dotazione soltanto agli atleti selezionati.

Il sistema S-Core è la traduzione materiale di un progetto di analisi sperimentale delle forze che interagiscono tra surfer, tavola e onda: scopo, conquistare una bella fetta di mercato proponendo un prodotto all'avanguardia.

Cominciamo col chiarire un aspetto importantissimo: tra Surftech e S-Core passa un'abisso.

Le Surftech sono tavole in Tuflite, con materiali e struttura più simili a un windsurf che a una tavola da surf standard, resinatura in epossidica e produzione in serie tramite stampo. Risultato: pesi minori e conseguente aumento della galleggiabilità, maggiore resistenza; di contro risulta difficile la riparazione, le finiture degli spigoli lasciano abbastanza a desiderare, e l'eccessiva rigidezza dovuta alla resina epossidica abbinata al peso (che per molti risulta insufficiente per ottenere un buon controllo, sopratutto su onde ventose) rendono la tavola "scattosa" ed estremamente reattiva (sia alle azioni del surfer, sia alle bizze dell'onda..).

 

Il sistema S-Core è completamente diverso. Per familiarità lo descriverò dall'esterno all'interno; uso il termine "familiare" perchè all'esterno la Blue Board, colore a parte, è una tavoletta come tutte le altre... Finish, laminazione in stuoia con classiche grammature da 4 e 6oz, resina poliestere... Addirittura il primo strato sotto la stuoia è costituito ancora dal nostro buon vecchio foam! La differenza sta proprio sotto.. Ecco spuntare infatti non uno ma tre longheroni, che delimitano le zone cave, posati su uno strato di carbonio. La flessibilità è garantita dalla libertà di movimento dei longheroni, mentre lo strato inferiore in carbonio, irrigidendo il fondo, aumenta la risposta della tavola. L'S-Core è dunque l'insieme dei longheroni e dello strato inferiore di carbonio, tutto avvolto nel normalissimo foam! Semplicisticamente parlando, è un pane all'avanguardia..

 

L'S-Core promette: Più resistenza, minor peso quindi miglior galleggiabilità, maggior risposta, flessibilità, semplicità di riparazione.. (...) oltre ad alcune chicche come la valvola per svuotare la tavola in caso di infiltrazione. Questa soluzione di integrazione della nuova tecnologia con le normali tecniche di lavorazione, potrebbe avere un grosso successo. Infatti è pronto un processo di produzione ben lontano dallo "stampo" e di semplice realizzazione. Sarà possibile per un qualunque shaper ordinare un S-Core "blank" presagomato per rifinirlo e laminarlo da se con le classiche tecniche in uso; quindi con una finitura manuale, e un contenuto altamente tecnologico. Ancora sarà possibile inviare un pane "master" alla Salomon per ottenere degli S-Core preshapati su quello specifico modello.

La Blue Board che si è vista in giro per le spiaggie Sarde e Italiane è shapata nientepopodimeno che da Erik Arakawa, che sembra ben fiducioso nel progetto.. A detta sua le sensazioni trasmesse dalla tavola si possono riassumere in una frase di Shane Beschen: "The board feels more alive".

Tutto al momento lascia ben sperare, anche se pare che il lancio sia arrivato un pò in anticipo rispetto alla messa in commercio del prodotto.. causa di tutto ciò sarebbe che la Salomon si è accorta all'ultimo che il costo di produzione (e di conseguenza quello di vendita) fosse un pò fuori mercato, anche per una tavola hi-tech come questa. Molti tra quelli che hanno acquistato una Surftech nelle passate stagioni (quelle del "boom") sono già tornati ad utilizzare le normali tavolette; segno che il Tuflite non costituisce una soluzione irrinunciabile, anzi... Tempo fa FCS entrò nel mercato "di prepotenza" imponendo in pochissimo tempo uno standard che ancora oggi rimane immutato. Salomon riuscirà nell'analogo intento solo se l'S-Core dimostrerà dei concreti vantaggi, recepibili da tutti (non solo da Shane Beschen) e a un prezzo ragionevole... Per il momento il target sarà ristretto a chi cerca il massimo delle performace dalla tavola.

In attesa dell'arrivo, allenate l'occhio a riconoscere una buona sagoma senza il riferimento del longherone.. in acqua ci sarà pure il problema di prescindere l'innovazione tecnologica dallo shape della tavola acquistata..

Una buona parte di queste manfrine le trovate in un video su http://www.salomonscore.com/it/home.aspx sezione "Board Technology"!

Un grazie ai ragazzi di: http://www.riparazioni.surf.to/
Cosa ti combina la Salomon
Cosa ti combina la Salomon