I consigli per scegliere e mantenere al meglio la muta da surf

02-09-2016
Didattica

Se pratichi il surf, sai bene quanta importanza abbia la muta da surf: assicura un buon galleggiamento, impermeabilità e tenuta termica. A seconda della temperatura di utilizzo, è bene sceglierla del giusto spessore: più scendono i gradi, più sale lo spessore. E poi bisogna assicurarsi di scegliere una muta resistente, che sopporti le abrasioni e sia dotata di grande solidità.

I parametri di cui tenere conto sono tanti, ed è bene farsi consigliare nella scelta da un punto vendita di esperienza. Inoltre, una volta scelta la muta, bisogna mantenerla correttamente, per evitare che si deteriori rapidamente.

Una muta, infatti, può essere molto più fragile di quanto possa sembrare a prima vista: occorre evitare rocce e oggetti appuntiti per fare in modo che non si strappi e faccia quindi entrare acqua.

Ricordati poi di sciacquare sempre la muta nell’acqua fresca, su entrambi i lati: riempila d’acqua e poi passa con le mani in modo che si bagni completamente.

Non farla mai asciugare sotto i raggi diretti del sole però, perché non sono amici del neoprene. Meglio una zona ombreggiata.

La muta si può lavare anche con un po’ di shampoo, in modo da eliminare il sale del mare e mantenerla fresca e profumata per il prossimo utilizzo.

Per scoprire tutti i consigli, leggi il blog Roxy!

I consigli per scegliere e mantenere al meglio la muta da surf
I consigli per scegliere e mantenere al meglio la muta da surf