I big del surf contro la plastica

L’evento sabato nella spiaggia della Marinedda, a Trinità d'Agultu di Giovanni Dessole

28-08-2019
Home

Il Marinedda Bay Open dice no a plastica e microplastiche in mare e ai roghi in Amazzonia: sabato 31 agosto è in programma una performance artistica a tema curata dall'artista Vincenzo Ganadu e la presentazione del libro "Garuda". Il contest surfistico più spettacolare e longevo d'Italia, in attesa di regalare un nuovo straordinario spettacolo dell'onda in occasione della sua sedicesima edizione - in corso il waiting period - prende posizione, in maniera netta, contro l'inquinamento a difesa del mare. Il mare, quello che nella baia di La Marinedda, Comune di Trinità d'Agultu, dà sfondo e vita alle evoluzioni dei più grandi interpreti della tavola di Sardegna, d'Italia e del mondo, è bene da preservare.Giusto allora fare opera di sensibilizzazione, fra i surfisti che per cultura sono già votati al massimo rispetto dell'ambiente che li circonda, e fra la gente che quotidianamente vive la spiaggia, residenti e non.

"Bisogna rispettare il mare. Bisogna rispettare l'ambiente ancora di più in un momento in cui la Terra paga lo scotto degli incendi in Amazzonia - sottolineano gli organizzatori - e ogni messaggio può contribuire alla piena presa di coscienza dell'opinione pubblica mondiale". L'iniziativa, sposata senza esitazione dall'associazione Marinedda Bay e patrocinata dal Comune di Trinità d'Agultu, prende il nome di "Una presa di coscienza" e fa riferimento alle creazioni di Vincenzo Ganadu, sassarese con radici sulle rocce dell'Isola Rossa, surfista e artista da oltre trent'anni. Così sabato, a partire dalle 16, sulla spiaggia della Marinedda andrà in scena un live painting dell'artista aperto alla partecipazione dei ragazzi dell'Associazione, dei tanti allievi della scuola Nesos surf school e a tutti coloro che vorranno partecipare. L'evento è come detto libero e aperto a tutti, in particolare ai più giovani, chiamati a esprimere le loro emozioni con l'arte.

A fine serata i partecipanti potranno scambiare le loro opere con quelle dell'artista, ci sarà anche un "contest ecologico" che premierà il miglior raccoglitore di plastica ma, oltre alla performance, ci sarà

anche la presentazione del libro "Garuda", opera del narratore e surfista Winki: "Garuda" in sanscrito significa aquila, racconto di un viaggio alla ricerca di se stessi e delle onde più selvagge e solitarie dell'Indonesia, fra filosofia di vita, rispetto per la natura e pratica del surf.

I big del surf contro la plastica
I big del surf contro la plastica
Non sono presenti news.