HOMESURFWINDSURFKITESURFSNOWBOARDSKATEBOARDMETEO 
SEARCH
Sezione

Argomento

Your Toolbar Login:username: password: (Password persa?)
Ankara - Cesme
Ankara (pron. Ànkara [/ˈɑŋkɑrɑ/]; durante il periodo degli Ittiti Ankuwash (prima del 1200 a.C.); in età classica e durante il periodo celtico di Galazia, il periodo romano e bizantino Ancyra o Ancira; durante il periodo ottomano Angora. La città è situata sull'Altopiano Anatolico, è la capitale della Turchia ed è la seconda città turca per numero di abitanti dopo Istanbul. È anche la capitale della provincia di Ankara. La sua popolazione è di 3.901.201 abitanti (dati del 2007). Ankara si trova su una ripida collina rocciosa che si erge 176 metri sopra l'altopiano anatolico, sulla riva sinistra del Su il Enguri, un affluente del fiume Sakarya (l'ex Sangarius). La città è uno dei luoghi più aridi della Turchia; è circondata da steppe e a causa del clima continentale ha inverni freddi e nevosi, ed estati calde e secche; le piogge si concentrano in primavera e autunno. Sono presenti alcuni monumenti greco-romani e bizantini, il più famoso è il tempio di Roma e di Augusto. La città era famosa per la lana delle capre a pelo lungo allevate nella regione, le capre d'angora che producono la lana mohair. Periodo antico La fondazione della città di Ankara nella storia risale all'età del Bronzo con l'emergere della civiltà ittita. Duemila anni prima di Cristo giunsero gli Ittiti, e gli scavi hanno rivelato che sotto il loro dominio la città si chiamava Ankuwash, nome che aveva prima del 1200 a.C. Agli Ittiti sarebbero poi stati sostituiti dai frigi e la città, che era stata probabilmente disabitata o molto piccola, ha registrato una crescita enorme intorno al 1000 a.C., a causa di una emigrazione di massa da Gordio colpita da un terremoto che aveva gravemente danneggiato la capitale frigia. Forse è per questo che il suo fondatore è considerato il leggendario re Mida di Frigia, figlio di Gordio, ma il geografo Pausania ha osservato che la città è più antica, grazie ai reperti archeologici rinvenuti. Dopo i Frigi sono arrivati i Lidi e poi i Persiani; le tombe del periodo mostrano che la cultura frigia rimase fino all'epoca romana. La sovranità persiana terminò nel 333 a.C. con la morte di Alessandro Magno. La città fu parte dell'Impero macedone fino alla sua morte, avvenuta nel 323 a.C.. La città visse successivamente un altro momento di crescita diventando il centro dei commerci con le colonie greche del Mar Nero e la Crimea, nel nord, l'Armenia e la Persia a est e a sud il Libano e Assiria. È stato dopo il 333 a.C. che la città prese il nome Áγκυρα (Ànkyra , il che significava ancora in greco). Periodo romano Circa nel 277 a.C. i tectòsages, una delle tribù di Galati Celti, hanno stabilito la sua capitale ad Ankara, che hanno chiamato Ancira. La popolazione celtica deve essersi ridotta, ma era la classe dirigente, mentre il paese era ancora frigio. Nel 190 a.C. i Galati lottarono per la parte di Antioco III contro Roma nella battaglia di Magnesia Sipylum, ed il console Gneo Manlio Vulso entrò in Galazia nel 189 a.C.. Poi attraversò la Sangarios o Sangarius e raggiunse Gordio. I frigi vedevano i romani come liberatori ed i Romani assicurarono il loro sostegno contro i Galati; il trocmi donne e bambini si sono ritrovati con tectòsages e ha incontrato tolistobois per la lotta contro i Romani, ma furono sconfitti e migliaia di Galli sono stati uccisi e altri migliaia furono fatti prigionieri. Gneo Manlio allora marciò contro Ancira ( Ankara ) e nei pressi della città ha chiesto i negoziati Galli. Le trattative avevano portato ai Galati a donne e bambini in condizioni di sicurezza al di là del Hali . Un tentativo di catturare di sorpresa e questo non ha il Manlio sconfitto, ma poco dopo è venuto il freddo e le operazioni sono stati fermati e Manlio ritirò a Efeso, dove i capi sono stati chiamati Galli dal bel tempo. L'anno seguente, Manlio era ora proconsole, ha ricevuto molti doni dai re dell 'Asia Minore in ricompensa per aver dato loro Galati. I delegati sono stati presentati ai Galati Efeso , ma sono stati guidati alla lespont ellenica, dove ha incontrato il re Eumene I di Pergamo , e ci ha dato le imposizioni romane: la pace con Eumene, e confinata a vivere entro i suoi limiti. Nel 158 aC il Senato ha confermato l'indipendenza della Galazia (in realtà uno stato cliente romano). Circa 88 a.C. Mitridate VI del Ponto è stata sequestrata della tectòsages Tetrarchia ma ha perso 86 aC ai Galati rivolta locale. Nel 25 aC la Galazia divenne provincia romana e Ancira fu rinominata Sebaste ( Tectosagum Sebaste ). Il monumentum Ancyranum (Tempio di Augusto e Roma) ha incluso la documentazione ufficiale del "Atti di Augusto" ( Res Gestae Divi Augusti ), una scritta sulle pareti di marmo del tempio. In seguito ha ricevuto il titolo di metropoli, che già aveva il titolo al momento del Nerone . Fino a duecentomila persone vivono in città il miglior tempo dell 'Impero. Ankara Cayi fiume passa attraverso il centro della città. La zona moderna di Çankaya era una zona residenziale di ville, e la città venne a ovest dove oggi si Genclik Park e la stazione ferroviaria e del sud per l'Università Hacettepe, che ne faceva una rispetto ad altre grandi città nella parte occidentale della Gallia e la Gran Bretagna , per esempio. Le 51è stato visitato da l'apostolo Paolo che ha fondato una comunità cristiana, che ha rivolto il suo "Lettera ai Galati". Nella seconda metà del III secolo vi erano numerose invasioni dei Goti. Zenobia di Palmyra è stata dominata per un po' 'fino a quando il 272Aureliano è stato recuperato. Sotto Diocleziano furono i nuovi edifici e strade sono state costruite per Germe e Dorylaeum (moderno Eskisehir). Ci sono stati martiri della città; Proclos Kallippi e Hilary erano nativi di un villaggio vicino a Ancira, e subito il martirio sotto Traiano (98-117). Dopo 280Philumenos furono martirizzati e il tempo Eustazio di Diocleziano. Il Clliment vescovo locale, 38 anni, fu mandato a Roma insieme a suo fratello e altri compagni furono giustiziati. Sono ancora visibili i resti della chiesa dedicata a San Clemente dopo la chiusura Işıklar Caddesi, nel quartiere di Ulus, probabilmente costruita nel luogo in cui è stato sepolto. altri martiri furono il dottore e suo fratello Antioco Platone sottoGalerio . Teodot di Ancira è anche venerato come martire e santo. I 314cristiani sono stati un consiglio della città ed è stato affrontare il problema di cosa fare con i cristiani che avevano deciso di ritornare al paganesimo durante le persecuzioni. Tre consigli è diventato il quarto secolo la città era una roccaforte dei cristiani. Il Senato ha dato modo al vescovo locale come il corpo principale della città. Arianesimo sembra aver avuto origine in Ancira. Il Sinodo 358è stato un concilabulum semiarrià presieduto da Basilio di Ancira , che ha condannato la dottrina ariana, ma ha anche stabilito una dottrina considerata eretica. La 362mossa si è Giuliano l'Apostata, il suo modo di Persia, una registrazione e una colonna che ancora ricordano quella visita. L' 375, Arian vescovi riunito nella città che ha ordinato il deposito di numerosi vescovi tra cuiGregorio di Nissa . Lista dei Vescovi di Ancira appare in GAMS, "episc Serie. Eccles. Cath." Dopo il 395 era dentro Romano d'Oriente, e divenne un importante insediamento bizantino. Teodosio II vi teneva un giudice per ragioni di tempo estivo. Nel 620 fu conquistata dai Persiani dopo la loro sconfitta a Ninive del 627. Fu allora la capitale del themadella suddivisione Buccel . Nel VII secolo subì alcune Sayfa arabi che avevano occupato 654per un breve periodo, il 806 Harun al-Rashid è stata nuovamente occupata e saccheggiata, e 838prese suo figlio al-mutasi . Il 871fu saccheggiata dalla Paulicianism di Tefrícia . L' 931arabo è stato attaccato da Tarso. Periodo ottomano Nel 1071 il sultano selgiuchide Alp Arslan, dopo la vittoria in Mantzikert, prese la città ed è ha iniziato così un lungo periodo di dominazione dei Selgiuchidi e degli Ottomani che durerà fino agli inizi del XX secolo. Nel 1101 i crociati guidati da Raimondo di Tolosa hanno recuperato la città e l'hanno consegnata a Bisanzio, ma poco dopo è tornata in mano ai Selgiuchidi (data non nota). Nel 1127 è andata a Danishmèndides e con la morte di Ghazi Muhammad nel 1143 fu restituita al Selgiuchidi. La 1190norma Kilidje Arslan II è stato consegnato il sultanato di Rum e Ankara passò al figlio Massoud Muhyi al-Din che ha strappato il 1204fratello Rukn Sulayman al-Din Shah. Massoud è stato costruito (fine 1197gennaio o1198) il legname mini-al-Din moschea Ala all'interno della cittadella, che è conservato il primo monumento dei Selgiuchidi. Dopo la morte di Kay Khusraw e il 1210figlio di Ala al-Din Kay Kobad si ribellò contro il suo fratello maggiore Izz al-Din Kay Kawus io ed ha ripreso ad Ankara, dove fu assediato un anno fino a che non rinunciare; Kobad Kay fu fatto prigioniero in Malatya , ma è stato rilasciato e portato al trono al fratello (1219); il suo regno era il picco del sultanato di Rum. Ha costruito il ponte bianco (Ak Köprü) sul 1222attraversano la puul Čubuk, di auto a nord ora e della città, garantendo le comunicazioni verso ovest (a Beypazar), un altro ponte potrebbe essere anche il suo lavoro, ma E 'datata: il ponte che attraversa il Kyzyl Irmal Köprüköy vicino (sud-est), chiamato Cesnigir Köprüsü verso Kirsheir e Kayseri. Il sultanato di Rum poi divenne un protettorato del Khan di Persia ed è stata costruita in questo momento la grande moschea di Khane-Arslan (c. 1290) e il mini Kizilbey Jam (c. 1299-1300) realizzato da Yakub Ali Shir bene che potrebbe essere un membro della famiglia Germiyan oghlu- . Germiyan deve dominare tutta la città 1300come sicuramente feudatari nominale Rum. Nella prima parte del XIV secolo (circa 1304) è stata incorporata direttamente nel dominio del-Il Khan. [5]I-Il Khan governò fino al Siwrihisar direttamente a ovest. Dopo 1342egli cadde nelle mani dell'emiro Eretna di Sivas , e rimase nelle mani della dinastia o il Eretnites Eretna-oghlu. Ma la città deve avere una forte autonomia interna guidato da un'aristocrazia di mercanti e artigiani conosciuta come Lega delle Akhi, il leader è stato Akhi Sharaf al-Din detto Akhi Muazzam (morto 1350) che hanno stabilito basi di una moschea a Ankara (Khane-Arslan) ed è stato sepolto in un mausoleo vicino alla moschea. Secondo Joan Cantacuzeno il ottomano Solimano, figlio di Orhan , occupata la città 1354, ma ha dovuto essere temporaneamente. Murat e fu di nuovo occupata 1361e Neshri cronista ottomano dice che a quel tempo la città era governata da Akhi, e che questi erano coloro che sono stati consegnati alla Murad. La 1362sovranità di Murad è testimoniata da un'iscrizione commemorativa del restauro della moschea di Ala al-Din; Akhi sempre apprezzato il fatto che le autorità locali sono stati tenuti per qualche tempo come dimostrano le iscrizioni nelle moschee fondato dagli ottomani mostrando Akhi Yakub ( 1391) e Akhi Evran Elvand o ( 1450). Poi scomparve. Il più famoso è stato Hadjdj Bayram Wali (nato1352ad Ankara), che fondò l'ordine dei dervisci Bayramiyya, un mausoleo e di una moschea nel richiamo. Il 1427/ 1428Karadja Beg (morto probabilmente nel carattere Varna su 1445) ha fondato la Imaret moschea Jam Il 20 luglio di 1402 Tamerlano sconfisse gli Ottomani nella battaglia di Ankara ed entrò nella città e Bayezid fu fatto prigioniero, ma l'anno successivo è ancora una volta nelle mani degli Ottomani, e rimase nelle mani di Mehmet Celebi nelle lotte contro i loro fratelli che avevano attaccato la città almeno due volte il Celebi Isa 1404e il Suleiman Emir 1406. Nella lotta tra Bayezid II e Jem, il governatore locale è stato dichiarato per la seconda (1482), ma Bayezid si è svolta poco dopo. Il 1565/ 1566è stato istituito un apposito Djabi Ahmad Pasha Moschea (Yeni conosciuto o Kurshunlu Jam) che morì circa quattro anni prima. Il 1607 fu teatro di una rivolta guidata dal capo banditi oghlu-Kalender, nativo della città, che ha toccato tutta l'Anatolia, ma 1608 è stata restaurata dal Gran Visir Kuyudju Murad Pascià. Durante il dominio ottomano era la capitale Ankara sangiaccato o Liwa di Eyalet di Anadolu , e l'inizio fu la capitale fino a quando fu trasferito a Eyalet Kutahya. Nella riorganizzazione amministrativa del 7 novembre 1864 la capitale è stata divisa in diversi Kada (distretti): Ankara, Ayash, Bala, Zir, Beypazar, Djibukabad, Hayman, Sivrihisar, Mihalicdjik e Nalihan Yabanabad. In Europa era conosciuta come Angora e famosa per la produzione locale di lana angora (tiftik in turco). Un'altra cosa peculiare è il gatto a pelo lungo (gatto angora). Nel 1892 è stata collegata a Haydarpasha (vicino a Istanbul) per ferrovia. Intorno al 1890 la popolazione era di circa 27.825 abitanti (10% cristiani), ma era ancora una città relativamente piccola, quando la prima guerra mondiale è scoppiata. Periodo moderno Dopo la sconfitta ottomana nella guerra nel novembre 1918, e il Congresso Nazionale di Sivas del giugno 1919, divenne la capitale del governo rivoluzionario (ottobre 1919) e la residenza di Mustafa Kemal Atatürk. La Grande Assemblea Nazionale ha dichiarato Ankara capitale dello stato il 23 ottobre del 1923. Dopo la fondazione della Repubblica di Turchia, Ankara era una piccola città che aveva appena 15.000 abitanti. Dopo il 1925 ha subito profonde trasformazioni. H. Jansen ha progettato il nuovo piano urbano. Nel 1955 la popolazione era di 453.151 unità.
Ankara - Cesme

Ankara - Cesme Maps
Ankara - Cesme Maps Google
Central Anatolia (Regione dell'Anatolia Centrale)
La Regione dell'Anatolia Centrale (in turco İç Anadolu Bölgesi) è una delle sette divisioni a fini statistici della Turchia. Si trova nel centro del paese. La superficie e di circa 188.052 km² ed ha una popolazione di circa 12,5 milioni di abitanti.
Central Anatolia (Regione dell'Anatolia Centrale) Meteo
Central Anatolia (Regione dell'Anatolia Centrale) Maps
Descrizione: Turchia
...A metà strada tra Europa e Asia, la Turchia offre il fascino delle civiltà e dei villaggi, l’immensità dei paesaggi, lo sfarzo dei monumenti che evoca l’opulenza dei Sultani. Ovunque si possono ammirare i resti di civiltà sovrapposte e importanti vestigia; sicuramente su questo ricco passato storico si fonda la fierezza di tale popolo…

Documenti
E’necessaria la carta d'identità valida per l'espatrio con il voucher di prenotazione dei servizi alberghieri. All'ingresso in Turchia occorre acquistare il visto d'ingresso, dopodiché si potrà procedere al controllo documenti. Indicativamente il costo è di 10 dollari USA..

Vaccinazioni
Non è richiesta nessuna vaccinazione.

Fuso orario
Occorre calcolare un'ora in più rispetto all'Italia tutto l'anno, poiché anche in Turchia vige l'ora legale.

Valuta
La valuta locale è la lira turca, che subisce una forte svalutazione pressoché quotidiana e che non può essere acquistata in Italia. Sono cambiati ovunque i dollari. È possibile prelevare contante con la carta di credito sia nelle principali banche sia negli uffici di cambio.

Lingua
La lingua ufficiale è il turco, alcune minoranze parlano armeno, greco e arabo. Negli alberghi viene parlato l'inglese e il tedesco.

Clima
Varia secondo le regioni. Istanbul e le regioni centrali sono caratterizzate da un clima continentale, con estati calde ed inverni piovosi e rigidi. Lungo la costa del mar Mediterraneo ed Egeo vige un clima mediterraneo con temperature piuttosto elevate nei mesi di luglio ed agosto. Piacevoli e ventilati sono i mesi di giugno, settembre ed ottobre.

Abbigliamento
È consigliato un abbigliamento sportivo ed informale. Per i soggiorni balneari ricordarsi delle creme protettive, occhiali da sole e cappellino. Consigliamo di portare in valigia un paio di calzini per l’ingresso alle moschee e, per le signore, anche un foulard..

Corrente Elettrica
Di norma viene erogata a 220 Volt con prese identiche alle nostre.

Cucina
Le specialità della cucina turca sono saporite senza essere troppo speziate e presentano caratteristiche che la pongono a metà tra Europa e Asia. Basata sui prodotti tipici della cucina mediterranea, vi troverete un largo utilizzo di melanzane, pomodori, olive, cetrioli, erbe aromatiche ed una vasta gamma di yoghurt. Da non perdere sapori come gli “igara borek” (sfoglia fritta con formaggio), i ”borek” (sfoglia cotta al forno con formaggio o spinaci), i “manti” (pasta ripiena condita con lo yoghurt), i “kebab” (spiedini) di carne di pollo o di manzo, i “doner” (panini con carne cotta allo spiedo), i “dolma” (verdure farcite con riso). Tipici sono gli antipasti accompagnati dal "raki", un liquore all'anice che si beve allungato con acqua o con vino bianco. I dolci... sono dolcissimi. Tra questi potrete gustare il “sutlac” (budino con vaniglia e riso). Diffusissimo il caffe’ turco e il cay (tè).

Mance
Sono gradite. Al ristorante, per quanto sia compreso il servizio nel conto, sono da calcolare intorno al 10%.

Acquisti
L’artigianato in Turchia è molto vario: dagli oggetti in ottone e rame ai monili in oro e argento, dai merletti e pizzi alle borse in pelle, dai piatti in ceramica agli oggetti in pietra dura, soprattutto alabastro, ma il tappeto rimane il bene più importante. La Turchia è anche la patria dei capi di pelle, d’ottima fattura e a prezzi veramente competitivi. Si ricorda che è vietato esportare oggetti d’antiquariato e pezzi archeologici.

Orari
I negozi sono di norma aperti dalle ore 8.30/9.00 alle ore 19.00, talvolta fino alle ore 20.00, con chiusura domenicale.

Fotografia
È bene munirsi di materiale fotografico prima della partenza..

Rilascio camere
Il rilascio delle camere deve essere effettuato tassativamente alle ore 12.00 dell’ultimo giorno di partenza, indipendentemente dagli orari di arrivo o partenza dei voli.

Turchia Meteo
Turchia Maps
Turchia News
Pubblica in TeosNuovo spot | Foto/video/report | Webcam | News (evento, offerta, ecc.) | Commento | Stampa PDF guida
DescrizioneMeteoWebCamGalleryNewsCommentiLinksOfferte
Ti trovi in
Altri spots nelle vicinanze di: Ankara - Cesme
Offerte: Ankara - Cesme Vuoi apparire in questa pagina? Contattaci! redazione@surftribe.it
Sun & Fun Italia / Viaggi Kitesurf
Windsurf e Kitesurf in Turchia TeosRichiedi informazioni
(Teos)

Teos - the family surf destination
Il villaggio "Club Resort Atlantis" in posizione stupenda su un promontorio, lontano dal rumoroso viavai orientale che s'incontra spesso in Turchia, è ideale per famiglie. Offre sport come windsurf e diving, mezza pensione o all-inclusive, camere molto spaziose e comode camere familiari.
La maggior parte del contingente del "Club Resort Atlantis" viene venduto al mercato francese. Nel villaggio si parla il francese come prima lingua, poi un po' di inglese e tedesco, questo vale anche per il Miniclub. In bassa stagione certi servizi possono essere ridotti come per esempio l'animazione, il miniclub, vari sport del club. I bungalow non hanno tutti lo stesso standard perchè solo una parte è stato rinnovato. Chi preferisce una camera tranquilla dovrebbe rinunciare alla vista mare e prenotare un bungalow giardino, perchè le sistemazioni con vista mare sono vicino alla piscina principale dove si svolge il prgramma di animazione.
Lo spot surfistico non lascia a desiderare: All'esterno dalla piccola baia, a sopravento dal centro, fuori dalla piccola baia, c'è una "pista speed" per gli esperti e all'interno sono al sicuro surfisti principinanti e meno bravi .

Windsurf
Il centro surf è situato sulla punta di una piccola baia ai bordi del complesso alberghiero. Questa baia è molto sicura per i principianti perchè il Meltemi soffia verso terra in modo che nessuno può finire in mare. I più bravi escono di bolina dalla lingua di terra e dopo 1 – 2 bordi si trovano fuori dalla piccola baia dove si può trovare vento pulito sideshore e ottime condizioni per lo slalom e lo speed. Vere attrazioni sono le escursioni in surf a piccole baie da sogno o verso le isole vicine.
Gradi di abilità: 1 - 5

Windsurfcenter

surfcenter al momento non prenotabile. info su richiesta !

Teos in breve:
villaggio ideale per famiglie
ottimi condizioni per il windsurf




Sun & Fun Italia / Viaggi Kitesurf
Windsurf e Kitesurf in Turchia AlaçatiRichiedi informazioni
(Alaçati)

Lo spot di Alacati, avendo una grande zona con acqua bassa, offre condizioni perfette per imparare e migliorare le manovre. Vi consigliamo vivamente di fare escursioni e di visitare gli scavi di Ephesus che impressionano anche i meno appassionati di cultura. Alacati è diventato una piccola cittadina. Le vecchie fabbriche di tabacco e olive sono state trasformate in ottimi ristoranti. Vecchie case di pietra adesso ospitano dei caffè molto chic, boutique, gioiellerie e bar. Un posto molto bello dove passeggiare dopo cena.

Windsurf e kite

Alacati è uno spot perfetto per principianti, avanzati ed amanti dello speed e delle  manovre. Il vento è costante e soffia prevalentemente sideshore da sinistra e nella nostra baia viene rafforzato da una termica. Ragione per cui ad Alacati il vento è solitamente un pò più forte rispetto al resto della Turchia. Grazie alla zona di 500 x 400 metri di acqua bassa si possono svolgere dei corsi per principianti anche con venti più forti e in questa baia grande 2 km2 i meno esperti e i bambini si trovano in assoluta sicurezza.  Per i kiter ci sono tanti spot nelle immediate vicinanze. Gradi di abilità:  1-5

Windsurfcenter - Alaçati Surf Paradise Club


Il ASPC, Alacati Surf Paradise Club di Arkin e Ralf, ha la posizione migliore di tutti i centri essendo situato a sopravento a soli 30 metri dall’acqua. Nel centro ASPC, completamente ricostruito, vi aspettano nuovissime tavole JP e  rigs professionali Neil Pryde con alberi RDM in carbonio e boma T8 RDM. Con la formula Surfpool sono prenotabili nuovissime tavole Tabou e vele Gaastra con alberi e boma RDM. La scuola surf VDWS dispone di attrezzature speciali per i corsi per adulti e bambini.  Il ASP Prokids Club offre attrezzature professionali per futuri campioni. Principianti, avanzati ed esperti imparano con grande facilità tutti i trucchi „onboard“ dal team d' istruttori professionali. Chi ha bisogno di una pausa, può riposare e recuperare nuove forze nel nuovo "Beachbar" all'interno dell' ASPC. Il centro dispone di un motoscafo, un deposito per le attrezzature private,  docce e wc, una zona di spiaggia con sedie a sdraio e ombrelloni (gratis), un campo giochi per bambini all’ombra e il Goofyz Surfshop.

News:   Dalla primavera 2009 ci sono 2 novità presso il ASPC Sportclub: Il centro ospita un nuovo centro kite con tavole  RRD e Kite della Best Kiteboarding e Cabrinha. Un altra novità quest'anno è un centro moutainbike che opera come testcenter "Scott". Vengono organizzati dei tour intorno ad Alacati e Cescme per esperti e non. Inoltre sono disponibili nuovissime bici da passeggio, ideali per spostarsi ad Alacati.


Windsurfcenter - Club Mistral / Skyriders
Il centro surf si trova su sulla spiaggia a circa 60 metri dal mare. La struttura che offre molto spazio è costruita in modo da proteggere dal vento. Dispone di docce, spogliatoi e wc. Per lo spuntino durante le pause ci pensa Murat nel suo accogliente beach-restaurant. Il centro dispone di circa 60 tavole della Mistral e 100 vele della North della gamma attuale. Il centro kite mobile Skyriders è integrato nel windsurfcenter. Da qui si parte per raggiungere le varie spiagge intorno alla penisola di Cesme per fare kite.

Alaçati in breve:
ottima combinazione tra sport e cultura
top spot per imparare, freestyle e speed
15 Anni ASPC (1995-2009): Premio fedeltà: ogni cliente che nel 2009 torna nuovamente al Alacati Surf Paradise Club avrà uno sconto del 10 % per tutti i servizi in loco.
Novità 2009: Il centro ASPC è stato completamente ricostruito con nuovo beachbar, nuovo centro kite e nuovo centro mountainbike
 
Altri hotel:

Solto Hotel***** ( 5 stelle)
Il nuovo "Boutique Hotel" si trova proprio accanto al Süzer Sundreams e a soli 400 metri dallo spot windsurf. L´atmosfera in questo resort è resa piacevole dalla splendida posizione: l´ampio complesso di palazzine a tre piani, per un totale di 88 camere, si erge attorno alla bella piscina dove sdraio e ombrelloni sono a disposizione degli ospiti gratuitamente, cosí come in spiaggia. Due ristoranti con cucina mediterranea e vari bar e beach club offrono gustosi momenti di relax.
Trattamento: mezza pensione a buffet.
Camere: moderne e spaziose (35 m2) dispongono di un ampio bagno/WC con asciugacapelli, televisione-sat LCD, telefono, cassaforte a pagamento, aria condizionata (nelle ore più calde) e minibar, con balcone o terrazzo. Le camere deluxe dispongono inoltre di giardino o piscina privati. Su richiesta sono prenotabili anche camere famigliari (2 camere doppie con porta comunicante).

Wellness: sauna con vista sul mare, bagno turco, massaggi a pagamento.
Bambini: angolo piscina, lettini, menù speciale bambini e seggioloni presso
il ristorante.
Connessione Wireless gratuita disponibile in tutto il complesso.

PENSIONE SHAKA**
Questo nuovissimo complesso, in bellissima posizione collinare, offre una bella vista sulla piccola marina e la baia surfistica. La pensione dispone di 6 camere doppie, di 1 appartamento e il SHAKA SURFERBAR.
Camere: tutte le camere hanno un piccolo bagno con doccia/wc, balcone o terrazzo, letti singoli o matrimoniali, aria condizionata e tv satellitare. L'appartamento dispone di 2 camere da letto + 1 bagno.  Gratis in tutte le camere: connessione internet W-Lan.
Trattamento: 1a colazione inclusa. La cena nella pensione costa tra 5 e 13 Euro.
Distanza dal centro surf:  500 metri

PENSIONE HERMAN**
Completamente rinnovato, situato in posizione collinare con una bella vista sulla piccola marina e la baia surfistica. La pensione dispone di 11 camere che guardano verso il mare. Camere: Tutte hanno un piccolo bagno con doccia/wc e balcone. Ogni camera ha due letti singoli, aria condizionata o ventilatore, tv satellitare, telefono e zanzariera. Gratis in tutte le camere: connessione internet W-Lan.

Trattamento: 1a colazione inclusa.
Distanza dal centro surf:  500 metri

Altre sistemazioni e altri centri surf+kite:
Sulla bellissima spiaggia di Ilica possiamo offrirvi l'Hotel Sheraton (5 stelle) e l'hotel Ilica Club (4,5 stelle).  Le due strutture si trovano a 10-15 min. di macchina dalla spiaggia di Alacati.




Top conditions
Ankara - Cesme
Vento Onde
Ankara - Cesme DescrizioneMeteo
Central Anatolia (Regione dell'Anatolia Centrale) Descrizione
Photo & Video
View photo and video spots
[Enter]
Credits Note legali Limiti Privacy Collabora con noi Pubblicità su Surftribe Contattaci RSS